Ardente, brace e passione dall'aperitivo alla cena

Pubblicato il: 1 maggio

Ardente, brace e passione dall'aperitivo alla cena

Ardente non è la solita braceria, Ardente è il proseguimento di un sogno, il concretizzarsi di una promessa di qualità che inizia dietro il bancone delle macellerie del Signore delle pecore e si accende letteralmente sulla brace ardente dinanzi agli occhi dei clienti, gli stessi che per mesi hanno chiesto a Fabrizio Guerra di creare un posto così, dove poter mangiare già cotti i prodotti realizzati nelle sue macellerie.

Braciere a vista
Il locale è intimo e accogliente, entrando il braciere a vista trasferisce subito tanto l'anima del creatore, quanto quella della creatura: il calore della brace ardente si sposa perfettamente con la passione per questo posto, un sogno mai perso di Fabrizio Guerra, diventato realtà subito dopo avere preso in gestione le due macellerie del Signore delle pecore. E dalla migliore macelleria di Pescara alla brace di Ardente la strada è facile e veloce e porta ai migliori arrosticini che tu possa mangiare. Non sei ancora convinto della sincerità di questo posto? Bene, allora dai una occhiata al locale e troverai altri segnali, come i lotti delle pecore macellate appesi alle pareti, un banco dove poter scegliere e portare a casa i prodotti che ti sono piaciuti di più, un arredamento semplice e d'effetto che vuole riprodurre una vera e propria fabbrica dell'arrosticino. Ma c'è una cosa che forse non ti aspetti: anche se gli arrosticini, come tutte le altre carni e le verdure, vengono grigliati sul momento proprio sotto ai tuoi occhi sul braciere a pochi metri da te, quando tornerai a casa non troverai sui tuoi vestiti l'odore di pecora tipico di una serata a base di arrosticini. E di questo Fabrizio è molto orgoglioso, perché per lui anche la pulizia è un punto molto importante.

Dalla brace al tavolo, il meglio dal Signore delle pecore
Ma parliamo di cose serie: cosa si può mangiare da Ardente? Ovviamente gli arrosticini, rigorosamente fatti a mano, di pecora, ma anche di ventricina, di pollo, di fegato e adesso di angus. Ci sono poi gli hamburger: di angus, di pecora, di ventricina. Sì, hai letto bene: di ventricina, del tipo vastese, ma realizzata seguendo una ricetta ricreata ad hoc, con prosciutto e lardo di maiale, finocchietto e paprica piccante. Nei panini di Ardente, poi, puoi mettere quello che preferisci: le salsicce, di carne, di fegato o quella del pastore realizzata con pecora e maiale, insieme a vino Montepulciano d'Abruzzo e parmigiano e poi ci sono le vedure, sempre grigliate sul baciere Ardente e una attenta selezione di formaggi dell'azienda agricola La Mascionara di Campotosto. Tutti sapori tanto genuini quanto forti, che hanno bisogno di essere accompagnati, e bene, da un bicchiere di birra o di vino che ne sappiano sostenere il gusto. Per questo Fabrizio ha scelto di proporre ai suoi clienti i vini della linea biologica della Cantina San Lorenzo, ma anche la birra Viola, artigianale e romagnola, o la birra abruzzese Tocci Oppidum di Tocco da Casauria, bianca leggera o doppio malto.

L'aperitivo Ardente
Si parla di arrosticini e il pensiero va spedito al pasto serale, ma da Ardente non è così. Perché brace qui non è sinonimo solo di cena e l'aperitivo è un momento perfetto per fermarsi in questo angolo tranquillo della città, magari dopo una passeggiata in centro. Il martedì e il mercoledì, ad esempio, puoi trovare in promozione due esclusive Ardente: il panino con la salsiccia del pastore e quello con l'hamburger di pecora. La salsiccia del pastore è una creazione della macelleria del Signore delle pecore ed è – per dirla con le parole di Fabrizio - “una miscela spaziale, una tempesta di gusto”. E poi c'è il tagliere Ardente dove trovi una selezione di formaggi dell'azienda agricola La Mascionara, che va dai 6 ai 36 mesi di stagionatura, e tutta una serie di salumi e prosciutti abruzzesi, come il prosciutto di San Salvo, la Mortadella di Campotosto, il salame di pecora (un'altra creazione di Fabrizio, realizzata con il 70% di carne di pecora e il 30% di carne di maiale), il salame di maialino nero insieme ad una bottiglia di Montepulciano o di Trebbiano dell'azienda agricola San Lorenzo. E se la carne prima di cena non ti va, puoi optare per una tra le diverse bruschette con melanzane, peperoni e zucchine grigliate... sempre fresche sulla brace di Ardente.

A scuola di cottura
Questa te la devo proprio raccontare, perché la dice lunga su Ardente e sul suo papà. Recentemente è stato organizzato un Corso di cottura arrosticini e sulla qualità e il taglio della carne usata per realizzarli. Il primo in assoluto in Italia. Il corso si svolgeva in due giorni. Il primo giorno di corso si teneva in macelleria – quella del Signore delle Pecore, ovviamente – ed era dedicato alla teoria: si parlava di anatomia della pecora, dei pezzi usati per realizzare gli arrosticini, della qualità del taglio, della pulizia della carne. Il secondo giorno si passava in laboratorio per vedere come la pecora viene lavorata dal macellaio, con una piccola prova pratica e la brace finale da Ardente. Magari penserai che i partecipanti fossero curiosi perditempo e invece no, erano per lo più ragazzi in procinto di aprire una propria braceria a cui Fabrizio e il suo staff erano entusiasti di trasferire un concetto semplice semplice: puoi trovare gli arrosticini quasi ovunque in Abruzzo, però “c'è arrosticino e arrosticino” e saperli distinguere fa una grande differenza.

Maggio 2019

  • APERITIVI MEMORABILI
  • CIBO CHE FA BENE
POTREBBE INTERESSARTI:

Per design addicted: ristoranti belli dove tutti vogliono cenare (e farsi fotografare)

La raffinatezza degli interni e la struttura stessa fanno da cornice a pietanze e cocktail.

LEGGI.
×