Le piccole osterie nascoste di Roma che devi conoscere

Trattorie a gestione familiare, menù fissi, vino della casa, porzioni abbondanti e tanta genuinità

Ci sono dei luoghi dove il tempo non passa mai, dove tutto è rimasto come una volta, dove la tradizione rimane la quotidianità. Non sto parlando di monumenti e angoli caratteristici della città, ma delle vecchie e piccole osterie e trattorie di quartiere, quelle nascoste nei vicoletti di Roma, fuori dal marasma turistico e dal caos contemporaneo della città. Le trattorie dove tutto è rimasto come una volta, con la tovaglia di raso (spesso gialla), o di carta. Con il vino della casa spillato fresco dal sapore rustico, con il menù fisso da decenni, con l’unica modifica (a malincuore) dei prezzi in euro, dove i pos e le carte di credito spesso non si sa neanche cosa siano. Ecco, posti del genere a Roma, sembrerà strano, ma esistono ancora e io consiglio di visitarli almeno una volta, e non solo per farsi una bella pappata, ma per capire l’anima di questa città, malgrado tutto, ancora meravigliosa. Ecco allora le piccole osterie nascoste di Roma da visitare almeno una volta nella vita.

Una perla a Trastevere

enzo al 29 piccole osteria di roma nascoste trattoria amatriciana trastevere pochi coperti tradizione genuino come una volta Dopo la rivoluzione turistica che ha stravolto i locali di Trastevere riempiendoli di ristoranti tutti uguali e di wine bar fatti con lo stampino, ecco che invece qualche cosa di originale della Trastevere che fu si è salvato, per fortuna, aggiungiamo. Enzo al 29 è ancora oggi la trattoria di quartiere, quella con pochi tavoli, niente prenotazioni e una decina di piatti del giorno, a seconda di quello che si è trovato al mercato. A gestirla tre simpaticissimi, quanto bravi ed appassionati fratelli, i De Felice, che continuano fedelmente a coltivare la tradizione della Roma che fu. Da non perdere i carciofi alla giudia (in stagione), una stupefacente carbonara e un piatto delle migliori polpette al sugo di tutta la città.

Un’istituzione al Ghetto

trattoria sora margherita ghetto roma osteria di roma piccole e nascoste tradizionale come una volta fritti baccalà gnocchi tavolini Sono pochi i locali al centro di Roma a mantenere ancora il fascino della trattoria di una volta, quella con le tovaglie di carta ed il padrone che ti elencava i piatti a voce. Uno di questi è sicuramente La Sora Margherita al Ghetto. Il posto ideale per assaporare i sapori della Roma di una volta senza spendere una fortuna a pochi passi dall’Isola Tiberina. Tra le specialità della casa, oltre ai classici fritti, la cacio e pepe e la trippa al sugo. Il giovedì, ovviamente, gnocchi col sugo di castrato e l’immancabile baccalà il venerdì.

La vera osteria di periferia

il quagliaro osteria roma quarticciolo periferia piccole osterie nascoste a roma quaglie arrosto trattoria tipica come una volta Nato come spaccio di vino del quartiere subito dopo la liberazione, Il Quagliaro al Quarticciolo ha saputo mantenere ancora oggi il fascino della vecchia osteria fuori porta. Pochi coperti, vino sfuso dei Castelli, amatriciana e carbonara a tonnellate, una buona pizza cotta al forno a legna e, ovviamente, la specialità della casa: le quaglie arrosto col pane ciriola abbrustolino e i funghi trifolati e le olive nere.

Patrimonio della città

al vantaggio osteria roma centro storico piccole osterie nascoste a roma migliori trattoria tradizione come una volta amatriciana piazza del popolo Fa piacere sapere che l’Osteria Al Vantaggio sia stata inserita da poco nell’elenco delle Botteghe Storiche da tutelare da parte del Comune di Roma. Un premio più che meritato per questa storica trattoria del centro a pochi metri da Piazza del Popolo, aperta dal lontano 1920. Da assaggiare assolutamente il tonnarello cacio e pepe ricetta segreta della casa, ottimi anche i classicissimi saltimbocca alla romana. Un conto, poi, davvero ridicolo per una delle zone più esclusive della città.

Dietro la Stazione Termini

hostaria dell'omo trattoria roma termini esquilino piccole osterie nascoste a roma tonnarelli cacio e pepe trattoria tipica come una volta tradizionale Ecco il posto giusto per tutti coloro che arrivando a Roma col treno non sanno dove andare per mettere qualcosa sotto ai denti. La Trattoria dell’Omo a via Vicenza all'Esquilino, neanche a 100 m dall’uscita dello scalo, è gestita da più di 40 anni dalla stessa famiglia. Amatriciana spettacolare, ovviamente, ma non solo: pasta e ceci, lasagne, gnocchi, trippa e abbacchio, per un pranzo genuino, sano e soprattutto economico.

Foto di copertina tratta da pagina Facebook di Enzo al 29

Iscriviti alla Newsletter di 2night

ORA PUOI LEGGERE:

Una serata da pariolini: i locali fighetti a Roma

Una volta era tutto più facile: c'erano i pariolini e, in antitesi, c'erano le zecche, in poche parole esistevano due categorie, fighetti ed alternativi. Oggi, ahimè, non ci si capisce più nulla, t...

di siddharta rumma