L’importanza dei dettagli: i ristoranti del Garda per persone che non lasciano nulla al caso

“I dettagli fanno la perfezione e la perfezione non è un dettaglio”. La nota esclamazione attribuita a quel genio di Leonardo Da Vinci è oggi più che mai attuale e applicabile in ogni contesto quotidiano, anche quando si parla di ristoranti. Da un lato è innegabile che la materia prima, il gusto, l’equilibrio e l’estetica di un piatto siano fondamentali, dall’altro è anche vero che questi elementi non sono gli unici ad entrare in gioco per la valutazione complessiva di un locale. Altresì importanti sono il servizio di sala, l’atmosfera che si respira, la mise en place e molti altri accorgimenti che fanno sentire coccolati i propri ospiti. Fatta questa premessa, ho deciso di segnalarti alcune realtà presenti sul Garda dove regna questa filosofia e dove l’attenzione per i dettagli non è mai lasciata al caso.

Parola d’ordine: emozionarsi

esplanade
Se penso alla perfezione mi viene subito in mente l’Esplanade di Desenzano del Garda, il regno dello chef pluripremiato Massimo Fezzardi. Partiamo dall’incantevole vista lago, dettaglio non da poco se pensiamo che il Benaco affascina in ogni stagione dell’anno, per arrivare alla raffinatezza e all’eleganza degli interni, caratterizzati da un ambiente sofisticato e di classe, tra lampadari a sospensione e parquet. Anche il servizio di sala – come richiede un ristorante di tale calibro – non sbaglia un colpo ed è sempre disponibile per accontentare la clientela, anche la più esigente. Del resto se la guida Michelin gli attribuisce la stella da diversi anni, un motivo c’è! Esplanade, inoltre, fa parte dei fondatori del progetto Cibo di Mezzo – Food Experience, per cui dal 15 ottobre al 12 dicembre proporrà, insieme ad altri 11 chef della zona, un menù a prezzo fisso creato ad hoc con prodotti del territorio, teso alla salvaguardia e riscoperta delle piccole produzioni locali e della loro corretta fruizione ed esaltazione grazie alle sapienti tecniche dei ristoranti.

Il regno della raffinatezza tra classico e contemporaneo

regio p
Situato all’interno di un palazzo in stile Liberty del XIX secolo, il ristorante Regio Patio di Garda di cui spesso elogiamo la cucina contemporanea, oltre a offrire un’esperienza gastronomica indimenticabile, sa coinvolgere tutti i sensi, lasciando gli ospiti stupefatti per l’eleganza degli ambienti e l’estrema cura per ogni dettaglio. La sala, ad esempio, caratterizzata da arredi antichi e pavimenti in marmo, si distingue per ampie e luminose vetrate che si affacciano sul giardino esterno, affreschi di vedute lacustri, edere e foglie di limone. Riprendono lo stesso stile anche le mise en place ricercate, con fiori freschi di stagione studiati settimanalmente in base alle fioriture e un arredo che mescola classico e design: dalle posate disegnate da Gio Ponti, caratterizzate da un originale e poetico equilibrio tra funzione e forma, ad alcune porcellane di manifattura artigianale realizzate su disegno, dalle tovaglie di lino ai bicchieri di vetro soffiati a mano che esprimano al meglio i sentori di ogni tipo di vino. E non per ultimo il servizio di sala impeccabile, che accompagna in maniera discreta e professionale la clientela alla scoperta di piatti e abbinamenti.

La perfezione nell’essenziale

h2o
“Non è soltanto questione di gusto e olfatto, anche gli occhi vogliono essere deliziati – racconta Saulo della Valle, chef e patron dell’Osteria H2o di Moniga del Garda, uno dei miei ristoranti preferiti per le grandi occasioni. Il piatto in tavola è l’attrazione principale, ma, consapevoli di quanto siano importanti l’atmosfera e l’ambiente, un’attenzione particolare è stata posta nel progettare l’estetica del locale, che oggi si mostra personalizzato con uno stile minimale, ma caldo, che crea uno spazio elegante e accogliente. A dare colore e animo vissuto, infatti, troviamo esposti in ogni angolo del locale oggetti di design particolarissimi (dai quadri alle installazioni, dai complementi alle lampade), fatti da produttori e artisti del territorio. Allo stesso modo anche il menù è realizzato con illustrazioni in acquerello su carta fatta a mano da un’antica cartiera del Garda e i prodotti protagonisti in cucina, gli stessi che hanno spinto anche L’Osteria H2o a partecipare al progetto Cibo di Mezzo, sono rigorosamente a km0.

Quando lo stile è inconfondibile

rucola
In uno dei vicoli più seducenti di Sirmione, a fianco del Castello Scaligero, la Rucola 2.0 si è rifatta il look, con una nuovissima cucina, parzialmente a vista, che seduce al primo sguardo! Nel complesso tutto il locale appare rinnovato e modernizzato, pur conservando i tratti autentici ed eleganti che dal 1972 lo contraddistinguono. Non appena varcata la soglia della Rucola 2.0, infatti, ti rendi conto di trovarti in un luogo speciale, dove ogni dettaglio è stato pensato e studiato per garantire il massimo comfort agli ospiti; a dimostrarlo la scelta delle sedute, che ricordano più poltrone che sedie e invogliano a prolungare il momento conviviale, l’elegante gioco di colori, in cui prevalgono i toni caldi, ma anche tantissimi altri accorgimenti di benessere che vorresti non finissero mai, a partire dalle attenzioni del personale di sala e naturalmente dello chef Gionata Bignotti – stellato da anni – particolarmente attento e curioso nei confronti dei cibi locali (anche la Rucola 2.0 partecipa alla rassegna Cibo di Mezzo).

Accorrete buongustai: qui c’è il paradiso in terra!

terrazza
Inserito armonicamente in un contesto paesaggistico di rara bellezza, tra colline che dolcemente digradano verso il lago, il ristorante La terrazza Segreta – situato all’interno del Villa Eden Luxury Resort - apre le porte del suo paradiso presentandosi in tutta la sua esclusività. È un regno di luce, leggerezza, pace e benessere, dove design, comfort ed eleganza si coniugano in maniera unica e indescrivibile. A dirigere la brigata troviamo il pluripremiato Peter Oberrauch, grande sostenitore della vera cucina mediterranea, quella che si basa sulla semplicità e sulla creatività, ma solo partendo da materie prime di altissima qualità. Insomma un luogo magico, dove il lusso è dato non solo dall’eleganza e dall’intimità degli ambienti, ma anche dalla quiete che si respira e dal piacere di essere coccolati da una gastronomia indimenticabile e da un servizio impeccabile.
 
Immagine di copertina tratta dalla pagina Facebook di Regio Patio
 
Per rimanere sempre aggiornato iscriviti alla newsletter 2night.it
 
 



 

ORA PUOI LEGGERE:

Buongiorno Lago di Garda! Ecco dove fare un’ottima colazione

Gli indirizzi da non perdere per iniziare al meglio la giornata

di lisa simonato