Piazza Vecchia Del Cenobio Bitonto

map

DA MANGIARE:

Pesce crudo, pizza (anche a pranzo), primi e secondi piatti di terra e di mare

DA BERE:

Vini nazionali, birre artigianali, carta delle acque

MUSICA:

d'ascolto

recensione promozionale

La Storia E La Tradizione A Sostegno Della Buona Tavola

LA GASTRONOMIA 
- Lo chef Concita Pastoressa, assieme al pizzaiolo-patron Alessandro Pastoressa e i suoi due aiutanti pizzaioli Alex e Damiano, sono i fautori di quanto di buono si gusta alla tavola di questo locale.
- I primi piatti sono di terra e di mare, realizzati rigorosamente utilizzando esclusivamente pasta fresca di grano... LEGGI TUTTO duro o di farine non convenzionali.
- Tra i primi si possono assaporare piatti come: pappardelle tartufo nero e porcini; o il pacchero al datterino giallo e cardoncelli, con glitz di speck della Valtellina.
- Tra i secondi piatti c'è sia la carne che il pesce, entrambi di ottima qualità, come la bistecca di tonno pinne gialle con salsa rosa dell'Himalaya, o il filetto di manzo cotto al Nero d'Avola con chiodi di garofano
- La carne è di certificata qualità, come quella di wagyū, la fassona e l'angus; il pesce è sempre fresco di pescato, ed è disponibile anche il crudo di mare (sia a pranzo che a cena).

LA PIZZA
- Al timone di comando c'è Alessandro Pastoressa, istruttore dell'Accademia Pizzaioli Qualificati, oltre che creatore, assieme ai suoi colleghi Alex e Damiano Cataldi, della scuola di formazione arte culinaria Aula Quinto Peccato.
- La pizza del Piazza Vecchia al Cenobio è realizzata con lievito madre e una lievitazione che va dalle 48 alle 96 ore, così da favorirne un'alta digeribilità, anche utilizzando il processo di lievitazione in due tempi: il Biga.
- Tutte le pizze sono cotte in forno a legna e con l'utilizzo di legna di faggio e ulivo.
- Oltre a quanto offerto in menù, ci si può sbizzarrire nel provare la propria pizza preferita con un impasto diverso; se ne offrono ben 22 diversi: dal classico napoletano a quello senza lievito, dal multicereali al grano arso, passando per farro, ortica, carrube, orzo, segale, mais, quinoa, amaranto, canapa, karkadè, soia.
- Il menù propone una pizza diversa per ogni regione italiana dandole il nome del capoluogo, ma non solo, infatti per ogni pizza si trovano gli ingredienti tipici del luogo citato, come le rape, la 'nduja, il pecorino, la pancetta, la mortadella Bologna DOP...
- La Puglia ha una sezione a parte con le sue subregioni, quindi tra le sue pizze troviamo il gambero rosso di Gallipoli per il Salento, il Capocollo di Martina Franca per la Valle d'Itria, e i funghi cardoncelli per la Daunia.
- Si segnala, inoltre, che il menù su determinate pizze consiglia l'abbinamento perfetto con la birra migliore.

VEGETARIANI, VEGANI, INTOLLERANTI
- Il ricco menù presenta anche una sezione apposita dedicata alle sue creazioni (antipasti, primi e secondi piatti, pizze) studiate per vegani, vegetariani ed intolleranti.
- È disponibile la mozzarella di riso per vegani, così come quella senza lattosio per chi è intollerante.
- Pizza e pasta sono disponibili anche senza glutine.

IL LOCALE
- Si struttura in due comodi ambienti:
 quello all'ingresso, in cui c'è il forno a legna a vista, in fondo alla sala, adatto ad ospitare tavolate più grandi;
 e quello retrostante, più raccolto, dalle pareti candidamente stuccate, in cui si respira un'elegante atmosfera per accogliere la cena tète-à-tète, ma anche il banchetto privato.
- Le pareti mostrano orgogliosamente l'antica pietra viva, gli archi, e l'alta volta.
- Piazza Vecchia del Cenobio offre vari spazi in cui accomodarsi per godere di diverse sensazioni, come quella in una piccola nicchia, quella nella luminosa saletta, oppure l'intimo tavolino in posizione soprelevata rispetto al piano, accanto ad una romantica finestra cieca abbellita da tendine ricamate... Verrebbe quasi voglia di provare a rotazione uno spazio sempre diverso per godere della varietà, così come si può fare con le pizze o i primi piatti.
recensione 2night: Piazza Vecchia del Cenobio

Dove un tempo c'era il Cenobio della vicina Chiesa di S. Agostino, proprio lì dove vi si affacciava una grande piazza, oggi c'è questo locale le cui pareti trasudano storia e tradizione. Questi due sostantivi sono le fondamenta del Piazza Vecchia del Cenobio, un ristorante-pizzeria dai grandi talenti, votato ai sapori genuini, al chilometro zero e alla pasta fresca, così come al compiacimento totale della clientela.

(Autunno 2017)

2night 2017-09-26
 
comments powered by Disqus