Sol di Pepe, a Cassano delle Murge, era il sogno nel cassetto di una bambina, di Angela, che da sempre amava cucinare, sperimentare con i gusti e con i sapori per ideare piatti interessanti. Oggi, Angela è una chef, una donna forte e determinata che con la sua fantasia e positività ha fatto in modo che quel sogno nel cassetto diventasse realtà. Il ristorante-pizzeria Sol di Pepe nasce dal desiderio di creare una cucina tradizionale ma al tempo stesso contaminata dalle spezie e dal pepe dei vari paesi, che trasportano il cliente per le vie di realtà familiari inserendovi un pizzico di lontano, di esotico. Con l’emozione negli occhi Angela ci racconta l’impegno e le difficoltà vissute durante i periodi di lockdown, e di come il suo amore per il ristorante - che considera parte di lei - le abbia permesso di vincere a testa alta questa chiusura forzata.

"Facevamo domicilio e asporto, ma al tempo stesso pensavo a quello che dovevo fare per non far perdere la memoria di Sol di Pepe […] ogni volta aggiungevo qualcosa. Con i post e con il mondo social non sono stata ferma un attimo. Non riuscivo a dormire la notte".

Famiglia e innovazione


A Sol di Pepe l’aria che si respira è quella di una grande famiglia, difficile da dimenticare perché una volta entrati in questo locale dallo stile industrial chic si avverte la tranquillità, la serenità e il rispetto reciproco di un team che ha saputo combattere al fianco di Angela i momenti difficili, potendo così riaprire “alla grandissima” da giugno. 
L’atmosfera coinvolgente di Sol di Pepe deriva non solo dalla giovialità del personale, ma anche dall’armonia che lega arredamento e menù, sin dall’inizio pensati per richiamarsi a vicenda. Nei piatti - sia nella decorazione che negli ingredienti - è infatti possibile ravvisare i toni di quell’industrial chic che è diventato uno dei timbri di riconoscimento di tutto il locale. Ma ad avere un peso importante nella realizzazione dei menù di Sol di Pepe sono anche la fantasia e a tendenza all’innovazione, che hanno permesso ad Angela e a Rita - la responsabile di sala - di creare una cucina contaminata dalle spezie che fosse sempre al passo coi tempi. Tra le avventure culinarie create per il cliente vi è infatti il sushi - che ritornerà sul menù a settembre - e il poké che il consumatore, oltre alle quattro varianti della casa, può comporre scegliendo gli ingredienti che preferisce.

La contaminazione


Lo scopo del ristorante - pizzeria Sol di Pepe è ancora una volta quello di unire culture e tradizioni sotto un tetto elegante e magico, rendendo vicine esperienze gastronomiche che altrimenti sarebbero impossibili da vivere. Tutto ciò è possibile perché Angela e il suo team sono sempre pronti a migliorarsi e a specializzarsi in quest’avventura infinita e mai noiosa. Ecco perché la sera, seduti al tavolo, ognuno può ordinare - oltre alle pizze e ai piatti del menù - tre tipologie di aperitivi diversi e sfiziosi: Sol de Pimienta, Sol de Poivre e Sol di Pepe, che strizzano l’occhio rispettivamente alla cucina messicana, francese e ovviamente italiana. Fuori menù, tra le proposte che vanno per la maggiore tra i clienti vi è il pesce, simbolo di come i prodotti locali abbiano influenzato positivamente la cucina di Sol di Pepe, sempre pronta a soddisfare le esigenze del consumatore che spesso ordina i paccheri all’aragosta in crema di scampi oppure le linguine alle vongole. Nel menù, invece, i piatti più popolari sono gli gnocchetti cacio, pepe e cozze oppure i panciotti ripieni di melanzana con pomodorino secco, crema di pistacchio e una spolverata del pepe particolare scelto appositamente per esaltare il gusto di tutti gli ingredienti. Questi, infatti, vengono selezionati e accostati in modo tale che il cliente possa da un lato riuscire a distinguerli tutti, e dall’altro godere del connubio perfetto di sapori che si sprigiona boccone dopo boccone. 


Angela racconta con fierezza il lavoro e il percorso complesso e soddisfacente che si cela dietro la creazione dei piatti, composti con prodotti di prima qualità perché - come afferma la chef di Sol di Pepe - sono questi gli elementi che fanno il successo di un locale. 

"Io tengo tanto alla qualità. […] Perché la gente sa che se viene qui viene anche per la qualità, non solo per l’ottimo servizio. […] Io ho sempre che quando abbasserò la qualità - e non la abbasserò mai - significa che chiuderò. Noi cerchiamo sempre di migliorare la situazione e secondo me si migliora solo con una buona qualità".

Sappiate, inoltre, che è possibile assaporare tutto ciò anche dal proprio divano perché in settimana a pranzo il locale fa da asporto, tranne la domenica che è il giorno perfetto per farsi viziare direttamente in sede da così tante prelibatezze, che hanno fatto e faranno la storia di Sol di Pepe in termini di bellezza, bontà e qualità.

  • RECENSIONE
IN QUESTO ARTICOLO
POTREBBE INTERESSARTI:

Il poke delle Hawaii è diverso da quello italiano?

Il piatto di tendenza in Italia negli ultimi tempi: non passa giorno senza che sia annunciata una nuova apertura ad esso dedicata. Ma come si mangia nel paese dove lo hanno inventato?

LEGGI.
×