Se bazzichi per Mestre conoscerai sicuramente Bistrot 55, il bistrot dal “new food concept” fondato nel 2016 a 55 passi da Piazza Ferretto. Quello che forse ancora non sai è che Bistrot 55 ha un gemello nuovo di zecca a Mirano. Stesso stile informale e curato nei dettagli, stessa filosofia ristorativa e tutto il bagaglio d'esperienza nel settore di Art&Food Group a servizio di un centro città vivace e da sempre sinonimo di buon gusto come quello di Mirano.

Un'ottima notizia per chi faceva la spola tra Mirano e Mestre con il desiderio di approdare al bistrot e ora si ritrova con la soluzione "zero smazzo" servita su piatto d'argento: dall'aperitivo a mezzanotte l'appuntamento è sempre in Via XX Settembre numero 18.

Perché, incastonato tra Piazza Martiri della Libertà e il Parco di Villa Tessier, Bistrot 55 è un punto d'incontro in senso letterale: qui convergono materie prime di alto livello e snack contemporanei, cocktail classici e signature, servizio attento e accoglienza vera, aperitivi al volo e cene rilassate, genitori e figli. Potremmo dire "trasversale", ma sarebbe riduttivo.

Qualcosa su Art & Food Group

Quella di Art & Food Group è una bella storia fortemente legata al territorio veneziano, punto nevralgico delle sue attività ristorative (Il Molo di Venezia, Bistrot 55 e i più recenti Petit Bistrot e Bistrot de Mar) intrecciate alla vita culturale e mondana di Venezia e terraferma. Ma anche trampolino di lancio per partnership internazionali prestigiose che ricercano un servizio unico e dedicato, pensato su "misura" in tutti i campi: ristorazione, catering & banqueting, food & beverage, take away & food delivery. Senza smettere mai di investire, anche in un periodo poco favorevole come questo.

Art & Food però è un gruppo solido e in continua evoluzione, con floride radici piantate in più di vent'anni di esperienza nel settore e l'aspirazione al rinnovamento continuo. È una realtà ristorativa dinamica che punta sulla formazione continua di un personale giovane e sulla valorizzazione della qualità a tutto tondo. Ad iniziare dall'esperienza gastronomica, sempre un passo in avanti.

La filosofia di cucina all'avanguardia 

All'avanguardia perché capace di interpretare ed anticipare le necessità della clientela, senza seguire le mode-meteore del momento. La filosofia di cucina che ispira Art&Food Group è votata all'armonia, interpretata attraverso il bilanciamento dei sapori e delle consistenze, l'impiattamento d'impatto ma funzionale, la scelta della materia prima e di come trattarla. Ogni ingrediente viene selezionato per la sua qualità intrinseca prediligendo la provenienza locale e italiana ed esaltato nella sua preparazione.

Ad esempio da Bistrot 55 troverai solamente dolci al piatto realizzato al momento e fritti appena usciti dall'olio bollente. Parte di questo "new food concept" si esprime con la precisa volontà di accogliere praticamente ogni credo gastronomico: potrai scegliere dal menù pietanze di carne, di pesce, vegetariane, vegane e senza glutine. Per la serie: cena di gruppo? Smetti di cercare e prenota un tavolo al Bistrot 55.

Una fotografia di Bistrot 55

Due accoglienti sale, una al piano terra e l'altra al piano superiore con tanta personalità: legno caldo, luci rilassanti, tocchi industrial, linee pulite e quell'atmosfera unica regalata dal palazzetto storico di Mirano centro che ospita il Bistrot. I tocchi cosmopoliti, come la cucina a semi-vista che accoglie all'ingresso del locale e il lungo bancone che invita alla bevuta conviviale, trasformano l'esperienza al Bistrot 55 in un piccolo viaggio estemporaneo che attraversa aperitivo, cena o dopocena. Ogni momento gastronomico trova pieno senso nella proposta food & beverage e nella fisiologia del locale. Mai fuori posto, mai nel momento sbagliato.

Ore 18: appuntamento al Bistrot 55

C'è chi preferisce l'Americano, chi una pinta di birra artigianale... ma come si fa a non andare d'accordo sulla mozzarella in carrozza appena fritta e ancora calda? Non solo: l'intera proposta "fatti & fritti da noi" e un inno a godersi l'aperitivo fino in fondo con patate caserecce cacio e pepe, mozzarella in carrozza (con acciughe del Mar Cantabrico oppure con prosciutto), polpette della nonna e altri fritti da leccarsi le dita. Non sono da meno i mini roll, panini farciti ispirati al celebre "lobster roll", ripieni di tartare di manzo, baccalà mantecato, e salmone affumicato.

Ma veniamo all’altra metà dell'aperitivo, quella che allenta le tensioni sorso dopo sorso. Immancabile lo spritz, arricchito da varianti insolite, come quelle al St.Germain e alla Violetta, così come l'Americano in sei versioni che miscelano ad arte diversi bitter e vermouth. E ora la volta dei cocktail: classici, dal Bloody Mary al Moscow Mule, e signature. Presenti anche i mocktail, senza alcol ma con tutto il resto, una scelta di birre alla spina e in bottiglia per gli esploratori dell’universo brassicolo e la cantina cantina che offre una selezione di etichette da manuale prediligendo i  vini del Nordest.

Ore 20: si cena? 

La sera, soprattutto durante la settimana, siamo eternamente sospesi tra la voglia di uscire a cena (sì, ma dove?) e il desiderio di azzerare la questione ordinando qualcosa da asporto. La carta di Bistrot 55 semplifica la vita e stronca sul nascere le diatribe di coppia: "andiamo in pizzeria Vs preferisco il pub". Si inizia con la pizza focaccia, soffice e ben condita; la sezione snack con toast, club sandwich e lo smooshi (pietra miliare di Bistrot 55!) al salmone o al pastrami; e con gli hamburger che da soli basterebbero a fare felici tutti con il Vegan, il Carbonara e lo Stagionale. 

La cucina però sforna anche veri e propri piatti di carne e bbq, di pesce e vegetariani. Così mentre tu addenti un Asado di manzo biancostato, dall'altra parte del tavolo gustano uno spezzatino di tonno e un cous cous vegetariano.

Ore 22: momento dolcezza

Millefoglie con cioccolato fondente o con le fragole, crostatina di riso soffiato, sorbetto alla frutta, tiramigiù, meringata con le fragole... da accompagnare al cocktail perfetto. Hai o non hai ridisegnato la tua idea di dulcis in fundo? 

  • RECENSIONE
  • BISTROT
IN QUESTO ARTICOLO
POTREBBE INTERESSARTI:

Carne alla brace mon amour: i consigli di uno chef per farla "al bacio"

Perché il freddo non arresterà la nostra voglia di grigliare.

LEGGI.
×