All'ultimo piano di Hilton Molino Stucky tutto sembra troppo bello per essere vero. Non appena si spalancano le porte dell'ascensore, si viene avvolti da un'allure di gioia di vivere e profondo agio che spezza completamente con la realtà vissuta fino al minuto precedente. Un po' come decollare a bordo di un aereo di prima classe. Ci troviamo ancora sul Pianeta Terra, viene da chiedersi? La risposta è sì e a darla è la vista pazzesca che si apre dalla terrazza più alta di tutta Venezia. Ma lo Skyline Rooftop Bar è anche, e soprattutto, un cocktail bar all'avanguardia che contribuisce ad innovare il panorama della mixology con i suoi signature drink raffinati e ricercati, serviti in un ambiente dinamico e ricco di attenzioni per i suoi ospiti. A completare l'esperienza ci pensa una proposta di "small bites": delle delizie gourmet che esaltano la bevuta di qualità. Una vera festa per i cinque sensi che, quest'anno, mette il gusto in primo piano grazie alla nuova signature cocktail list, inaugurata ad inizio giugno, con sotto la guida della bar manager "new entry" di Skyline, Valentina Mircea

Una vista spettacolare e senza filtri

#nofilter è uno degli aggettivi all'epoca dei social che descrive meglio l'esperienza allo Skyline Rooftop Bar. La vista che si gode all'ottavo e ultimo piano dell'hotel sembra dipinta dal più fine dei pennelli perché da questo punto privilegiato dell'isola della Giudecca e da questa altezza si abbraccia la laguna con un solo sguardo. Il panorama che si gode solo da qui non ha bisogno di abbellimenti, ritocchi ed iperboli per risultare semplicemente magnifico. Una vista che non viene filtrata o limitata nemmeno quando il meteo rema contro, grazie alle vetrate a scomparsa che, all'occorrenza, riparano la terrazza dalle intemperie, senza sacrificare l'affaccio. L'atmosfera è altrettanto unica perché sa coniugare la raffinatezza e il garbo di un contesto esclusivo alla rilassatezza dell'aperitivo e del dopocena veneziani. Esclusiva ed inclusiva allo stesso tempo per sentirsi coccolati e a proprio agio in qualunque occasione.

11 signature personali e sotto il segno della sostenibilità

L'evoluzione è parte integrante di Skyline Rooftop Bar che non si adagia mai sugli allori della location invidiabile, ma centra sempre l'obiettivo di essere tanto "bravo" quanto "bello". I sintomi più recenti di questa vocazione all'eccellenza sono l'arrivo della nuova bar manager Valentina Mircea e il lancio della cocktail list, pensata, testata ed elaborata sotto la sua sapiente ala, con il pieno e manifesto coinvolgimento di tutto il team di lavoro. Ciascuno degli 11 signature porta il nome del barman che lo ha ideato, ma c'è di più perché inquadrando il qr code presente sul menù, in corrispondenza del drink, è possibile ammirare il barman mentre prepara il cocktail, regalando un'esperienza immersiva "face to face", proprio come "davanti al bancone", ma nella comodità della propria seduta con vista. Creativi, bilanciati, raffinati, avanguardisti, i cocktail di Skyline disegnano un racconto variegato che celebra la città di Venezia e il profilo unico che assume dalla terrazza di Hilton Molino Stucky grazie ad un mix indovinato di intento, estetica e sostanza. Il fil rouge che li lega è in realtà "green" perché ha a che fare con la sostenibilità: uso completo dei prodotti in ogni loro parte edibile, riuso e riciclo sono parte integrante della signature list e principio ispiratore del lavoro del bar. Anche in questo caso, la volontà di ridurre lo scarto tra il "dietro le quinte" e l'andare in scena, si ritrova tra le pagine della cocktail list che accompagna ogni cocktail ad una "sustainability tip" che spiega la buona pratica di sostenibilità messa in pratica nella realizzazione del cocktail. Un esempio? L'Eco Brew creato da Simone recupera i fondi di caffè per creare un liquore fatto in casa utilizzato nella ricetta. 

Un sorso in paradiso. Ne vogliamo un assaggio? 

I buoni motivi per tornare allo Skyline Rooftop Bar di Hilton Molino Stucky sono almeno 11. Tra le rivisitazioni dei classici ci sono in Negroni Delight di Valentina, un capolavoro di sostenibilità grazie al vermouth fatto in casa a partire dal Prosecco non più frizzante, che integra la sapidità di un ingrediente lagunare come la salicornia alle fragranze del ginepro con una guarnizione di perle di Campari, ad omaggiare il fascino della notte veneziane, e il Raw Mary di Alan, una stratificazione di sapori ispirata alle enigmatiche maschere veneziane che trasforma la purea di pomodoro avanzata dall'estrazione del succo in una chip per guarnire il drink. Due, invece, le dichiarazioni d'amore alla città: il The Golden Serenissima di Valentina, a base di Cognac e latte di cocco, che rappresenta la città nella sua veste più opulenta ed intrigante, e il Venetian Mist di Sofia che cattura le verdi acque della laguna mentre incontrano i riflessi del sole al tramonto, offrendo una veduta particolare dalla terrazza di Skyline, mixando cordiale al cetriolo, ginger beer e whisky Jameson Black. Ma non sveliamo tutto, in fondo il mistero fa parte della stessa Venezia che Skyline ama e interpreta così bene.

Skyline Rooftop Bar
Indirizzo: Giudecca, 810 - Venezia
Telefono: 0412723316

  • RECENSIONE
IN QUESTO ARTICOLO
×