Se chiedessimo ai clienti abituali di Ristopub Da Luca di stilare una top three dei motivi che li spingono a tornare costantemente in Via Montegrappa 42, probabilmente ci sentiremmo rispondere: per la cucina fusion, per la materia prima di qualità e perché "da Luca" ci si sente a casa. E come potrebbe essere altrimenti con alle spalle quarantuno anni di lavoro, dedizione e ospitalità? Una storia lunga, quella del primo ristopub che portò il sushi a Mestre, che racconta un'affezione per le cose buone e tradizionali ma anche la capacità di rinnovarsi per restare sempre al passo con i tempi. Anzi, di fare da precursore.

Un'idea di carattere che non passa mai di moda 

Ristopub Da Luca apre nel 1980 con il chiodo fisso di offrire ai propri ospiti una cucina territoriale e fusion, un intreccio virtuoso sostenuto dalla competenza di chi sa trattare la materia prima in ogni modo e situazione per dare vita a un risultato convincente. Una proposta a 360° tenuta insieme dal fil rouge della creatività, che spazia dalla carne al pesce, dalla pasta fresca alla snackeria, arrivando ai dolci. 

Le premure che fanno la differenza

La tecnica e la ricerca fine a sé stesse, sono poca cosa se viene a mancare la parte emozionale che ti fa sentire accolto, benvoluto e coccolato. Come fossi uno di famiglia. E una volta varcata la soglia del Ristopub Da Luca è esattamente così che ci si sente perché è una famiglia in carne ed ossa a sostenere e curare ogni aspetto del ristorante. Tutti i frequentatori assidui conoscono la famiglia Piovan, da Luca e i suoi fratelli che alzarono la serranda nel 1980 a Nadia, moglie di Luca e attualmente responsabile di sala affiancata da Ina ormai membro putativo dei Piovan. È questo tipo di cura che rende Ristopub Da Luca l'indirizzo prediletto per gustare una cena informale e schietta con tutti i crismi di un ristorante di livello.

Il menù tradizionale ma non troppo

Si dice che l'attesa del piacere sia essa tessa il piacere. E consultare il menù di cucina Da Luca sembra confermare la massima di Lessing: una selezione snella e puntuale di antipasti, primi e secondi che movimentano la tradizione con piccoli twist personali. Ci sono la pizza gourmet a spicchi, la pasta porro fumè (salsa al porro, pesto al sapore di Mediterraneo, burratina affumicata, mandorle tostate, polvere di ribes e fumo di mesquite), una cacio e pepe magistrale, e il fish and chips rivisitato (tempura di salmone, mazzancolle e branzino con maionese al curry, seppie in nero con schiuma di patate e patate chips). 

Il menù di snackeria gourmet 

Club sandwich, hamburger e pizza. A prima occhiata sembra la classica proposta da pub, ma alla seconda si capisce che la carta dedicata alla snackeria segue a ruota quella del ristorante: qualità, idee e visione creativa. Come succede con l'Alaska sandwich servito con lattuga, pomodoro, philadelfia al salmone, uovo e salmone marinato in casa, e con  l'hamburger Byron Bay a base di Chianina, Parma 24 mesi, mozzarella di bufala, pesto leggero, salsa al parmigiano, mandorle, insalata, uovo all'occhio e patate fritte. La pizza è un capitolo a parte: farcita con ingredienti DOP, accostamenti ricercati e revival meritevoli come succede con Il Must dai Rossi 1980, una pizza bianca condita con crema di fondi di carciofo home made, ricotta artigianale, origano cosentino e mozzarella fiordilatte.

La bandiera del fatto in casa sventola alta

La lunga tradizione del "fatto in casa" è motivo d'orgoglio per chi mette letteralmente le mani in pasta ogni giorno e di godimento per chi ordina e addenta i piatti del Ristopub Da Luca. Pane, salse, marinature, affumicature, e persino la pasta fresca trafilata al bronzo sono fatte a mano dallo staff di cucina sotto la guida di Luca Piovan. Un modo generose di offrire sempre il meglio a chi ha dato e continua a dare fiducia al ristorante di Via Montegrappa, di generazione in generazione.

Ristopub Da Luca
Via Montegrappa, 42 - Mestre (VE)
Tel: 0418020972.

  • RECENSIONE
  • PUB
IN QUESTO ARTICOLO
POTREBBE INTERESSARTI:

Il poke delle Hawaii è diverso da quello italiano?

Il piatto di tendenza in Italia negli ultimi tempi: non passa giorno senza che sia annunciata una nuova apertura ad esso dedicata. Ma come si mangia nel paese dove lo hanno inventato?

LEGGI.
×