Un mulino storico del XV, circondato da un giardino del Parco Treves sorto proprio a Pontecorvo, dove il Canale di Santa Rita e quello di Alicorno si scontrano e si uniscono, creando il canale San Massimo. Un punto di Padova centralissimo, ma al contempo defilato dai “soliti giri” che regala così quell’intimità e quella quasi segretezza che solo certi luoghi sanno restituire. 

Boho Padova è l’incontro non solo dei canali che lo circondano, ma anche di culture, esperienze, città, passioni e visioni che si sommano l’una con l’altra mescolandosi sì, ma marcando in maniera delineata ciascun confine cosicché tutti possano scorgere le diverse sfumature. 

Boho Padova: un giardino magico e un sala in pieno stile vittoriano 

L’influenza della città di Johannesburg - dove i titolari Daniele e Christian Carta hanno vissuto e lavorato per moltissimi anni - è molto forte. La si nota nei colori, nello stile, nella scelta di un arredamento caldo sì ma elegantissimo, quasi prezioso ma sempre in grado di farti sentire a tuo agio, come nel salotto di casa, ma con qualche attenzione in più. Non a caso ci tengono particolarmente al servizio i due titolari, tanto che sono molto fieri di una cosa in particolare: poter contare su uno staff che negli anni è pressoché rimasto invariato significa potersi fidare ciecamente dei propri collaboratori, e questo per il cliente è un gran cosa; no? Non mancano poi arredi e complementi di design, scelti dagli stessi titolari che sono grandi amanti dell’arte e di tutto ciò che racconta le loro passioni e il loro vissuto. Il risultato? Un insieme di stili, colori e giochi di colore che tracciano una linea perfetta, in una sala che merita di esser vissuta (tanto quanto il loro bellissimo giardino estivo). 

In cucina non ci sono limiti e il menù di Boho Padova ne è la prova

La fortuna di Daniele e Christian Carta? Arrivare da esperienze lavorative molto differenti dal mondo della ristorazione. Sì, hai letto bene, ho scritto “fortuna”. Qui infatti non esistono preconcetti, non vi è un tracciato da seguire con dedizione né una tradizione centenaria di “cose che si son sempre fatte così”. Da Boho Padova si ama giocare, provare, tentare, anche azzardare (quando serve e quando si può) ma sempre con studio, lavoro di squadra, condivisone e molta professionalità. Il punto di arrivo è un menù il cui gioco di accostamenti è come una tela bianca, tutta da riempire. Ben quattro menù nuovi ogni anno, uno per ciascuna stagione, alcuni “cavalli di battaglia” che mai cambiano (ma si modificano in base ai prodotti di ciascun momento dell’anno) e altre chicche che sono il frutto dell’esperienza panamense dello Chef, i sapori che Daniele e Christian ricollegano al Sudafrica e ovviamente casa: Padova. 

Un po’ di acquolina?

Tartare di Chianina Bio con maionese al tartufo, fichi glassati con mosto d’uva e crostai; foie gras di oca mi cuit con cipolla di Tropea caramellata, nocciole e coulis ai lamponi ma anche tagliolini di pasta fresca ai ricci di mare, crema di zucca violina, scorza di arance e scampi o uno dei piatti “simbolo” del locale: filetto di struzzo grigliato che nel menù attuale è guarnito con radicchio e indivia belga brasata, anacardi e mosto d’uva mentre, in quello invernale, crema di aglio nero, cime di rapa ripassate in padella e molto altro. I dolci? Vere e proprie opere su piatto. “Boho Lemon Meringue”, una frolla con crema inglese al limone e soffice meringa.

Non mancano poi eventi e serate con menù dedicati 

È il caso della serata il cui binomio pazzesco ti stregherà: Chuleton di Rubia Gallega (maturato ben 45 giorni) accompagnato da tre contorni, una entrèe di carpaccio di Picana e a chiudere un curd al frutto della passione, mango, frolla e meringa e sua maestà il Pinotage Riserva Bellingham Bernard Series, un vino Sudafricano che merita già da solo la serata. Un evento che, dato il successo, sarà sicuramente riproposto (tieni d’occhio le loro pagine social). 


Il locale, sia durante la stagione invernale che durante quella estiva, è disponibile per feste private, ricevimenti di matrimonio, compleanni, lauree, battesimi, ingressi in società (sì, hai letto bene) o momenti aziendali.  

Boho Padova
Vicolo Pontecorvo, 1 - Padova 
Tel. 3459291193

  • RECENSIONE
  • RISTORANTI ROMANTICI
IN QUESTO ARTICOLO
POTREBBE INTERESSARTI:

Carne alla brace mon amour: i consigli di uno chef per farla "al bacio"

Perché il freddo non arresterà la nostra voglia di grigliare.

LEGGI.
×