Tredici anni e non sentirli. Il segreto del successo e della veste sempre più accattivante del Blu Cafè di Gallipoli di certo sta nel fatto di essere un locale versatile ed eclettico in continuo aggiornamento, sia per quanto riguarda la formazione del personale, sia dal punto di vista dei gusti della clientela.


E poi piace tanto perché è un posto dove sentirsi a casa, da vivere dalla mattina per una ricca colazione all’aperitivo, dalla pausa pranzo veloce alla pausa golosa, per arrivare al cocktail del dopo cena e continuare fino a notte inoltrata. Insomma è il posto del cuore, dove trovi sempre qualcuno pronto a fare due chiacchiere.


L’idea, vincente, è di Annarella e Carmine, che nel lontano 2008, quando ancora non era esploso il boom del Salento, decisero di scommettere su questa zona, all’epoca poco frequentata. Il motivo? Perchè da qui il blu del mare si confonde nell’orizzonte (come fa intuire il nome stesso del locale) e un semplice aperitivo si trasforma in un’esperienza multi sensoriale. Vuoi mettere sorseggiare un ottimo drink mentre si ammira l’infinità del mare? La goduria raddoppia!


“Se tornassimo indietro – raccontano alla vigilia del 13esimo compleanno – rifaremmo questa scelta altre mille volte. Non importa quanti sacrifici abbiamo dovuto affrontare prima diventare un punto di riferimento, perché le gratificazioni ci hanno sempre dato la forza di andare avanti e di fare sempre meglio. Tra tutte, ovviamente, la continua conferma da parte dei clienti, che eleggono questo locale come luogo di incontro e condivisione in ogni stagione”.


Blu Cafè, infatti, nonostante si trovi in una rotta turistica, è un locale che vive 365 giorni e in tutte le fasce orarie, come dicevamo prima. Non per nulla il termine American Bar è quello più indicato per descriverlo e per raccontare l’esperienza che qui si vive.


Si parte con la colazione e subito è ardua la scelta: caffè nelle più svariate tipologie, cappuccini, the, tisane, infusi, spremute, centrifughe, ginseng ed espressini si abbinano ai tantissimi prodotti di pasticceria ben disposti nelle vetrinette, quali cornetti, pasticciotti, muffin a vari gusti, biscottini al burro, donuts, le torte del giorno, mousse fredde, piatti di frutta e molto altro. Tutti prodotti (tra cui anche opzioni senza glutine) disponibili naturalmente in qualsiasi orario.


Ancora più ampia la proposta salata, che viene “presa di mira” quando si passa al momento aperitivo o alla pausa pranzo easy; tra gli snack disponibili troviamo toast, panini, taglieri misti di salumi e formaggi, piadine e un mix di sfizierie, sia in versione fredda che calda, che comprendono pizzette, croissant salati, calzoni, panzerotti, paninetti, tramezzini, puccette farcite, pepite di pollo etc…


A questa selezione ben si accostano i drink o le bevande preparate dai preparatissimi barman del locale, sempre aggiornati su nuove tecniche e nuovi sapori. Ma il plus, di certo, è la capacità di inventare sul momento e in base ai gusti della clientela drink sempre nuovi e - oserei dire - creati “su misura”.
Gettonatissimo il classico Manhattan, i gin tonic di ogni tipo (oltre 100 le tipologie di gin tra cui scegliere e altrettante toniche), gli spriz tradizionali e la variante Violet, con liquore alla violetta e prosecco.


Tra i signature, invece, vanno per la maggiore l’Harley, un pestato con frutto della passione, vodka secca, vodka alla pesca e succo di mela verde, il Paper Plane, con aperol, succo di limone, whisky e amaro Nonino, e il Southern Breeze, fatto con gin, Italicus, Crème de Cassis e succo di lime. É scontato dire che ogni cocktail ha il suo bicchiere: un barman con la B maiuscola, infatti, è consapevole dell’importanza di bere bene e nel giusto formato, dal momento che l’attenzione al dettaglio fa sempre la differenza.


In alternativa non manca un’ampia selezione di birre artigianali e un’importante bottiglieria, con bollicine di ogni tipo: dal prosecco di Valdobbiadene a marchio BluCafè (etichettato dall’azienda vitivinicola Bortolotti appositamente per il locale) ai Franciacorta, dal Trento Doc allo Champagne, anche in maxi formato.
Dopocena, oltre ai cocktail , sono molto richiesti anche i distillati da bere lisci oppure on the rocks, come whisky, mezcal, rum, tequila, gin e così via.


Grande attenzione è riservata infine alla selezione dei dolci, con tantissimi prodotti golosi ad alto tasso zuccherino: si spazia dagli spumoni artigianali al soufflè al cioccolato, al cioccolato bianco, al pistacchio e bi gusto. Altri due esempi per farvi venire l’acquolina in bocca: la cupolina al cioccolato con pan di spagna e rum e la geometria di cioccolato e pere con panna montata e topping al cioccolato.


Il tutto da gustare comodamente seduti nell’ampio dehor riscaldato, dove al posto delle classiche sedie troviamo ampi divani bianchi che ben si integrano nell’ambiente, ma soprattutto che invitano i clienti a rilassarsi godendosi delle piacevolissime pause di gusto vista mare.





 

  • RECENSIONE
  • COCKTAIL BAR
IN QUESTO ARTICOLO
POTREBBE INTERESSARTI:

Il poke delle Hawaii è diverso da quello italiano?

Il piatto di tendenza in Italia negli ultimi tempi: non passa giorno senza che sia annunciata una nuova apertura ad esso dedicata. Ma come si mangia nel paese dove lo hanno inventato?

LEGGI.
×