La Calliope del Canova, gli abiti di Cosimo I de' Medici (e famiglia), i Vasi in pietre dure di Lorenzo de' Medici, la Sala Blu e la Sala del Trono, le opere di Filippo Lippi, Artemisia Gentileschi e Raffaello. Palazzo Pitti e i suoi musei sono scrigni di grandi opere d'arte ma anche di curiosità apparentemente prive di senso pratico. Come le due pietre dalle dimensioni inconsuete, collocate sul bugnato rustico a sinistra del portone centrale: una lunghissima, l'altra minuscola.

Sarebbero, nei fatti, uno "sberleffo architettonico" del committente, Luca Pitti per il quale il blocco più lungo doveva simboleggiare la potenza e la ricchezza della sua casata, la pietra cortissima era "dedicata" ai suoi rivali in affari. A questa curiosità e in generale alla particolare facciata di Palazzo Pitti si ispira, nel nome, l'Osteria Le Pietre, novità dell'estate fiorentina, piacevole location dove apprezzare una cucina semplice e gustosa con vista su Palazzo Pitti, a partire dalla bistecca, tra i top di gamma della “casa”.

Una location d'eccezione


Parafrasando uno spot televisivo, è stata (soprattutto) la posizione che ha attirato i primi clienti, ma è stata la qualità a farli tornare o, semplicemente, a calamitare lasciare recensioni positive. Oltre ai 18 posti del dehors, Le Pietre ha una sessantina di coperti interni, dislocati in due sale e un ambiente di passaggio dove sono stati collocati tavoli per due e stampe varie. La saletta interna ha volte a crociera e accoglienti divanetti, quella che affaccia all'esterno ha un lungo divanetto e lampade basse che la sera creano una suggestiva atmosfera. Ovunque, vini in bella evidenza. All'ingresso, il frigo con le carni – Chianina e Limousine – che sono il vanto dell'osteria. Il tavolo più gettonato è quello che si affaccia all'esterno, con vista su Palazzo Pitti anche d'inverno.

La cucina: pasta a mano e specialità al tartufo


La cucina de Le Pietre è stata ricavata sul lato destro del locale, all'interno. Qui fino a pochi mesi fa c'era una pizzeria, i lavori principali al locale hanno riguardato la parte dei fuochi, della griglia e dei forni, con la sostituzione di quello precedente. A tavola arrivano piatti semplici, ma di grande gusto. La pasta è tirata a mano. I pici si esaltano alla Norcina, con salsiccia e crema di tartufo. Il tartufo impreziosisce anche le tagliatelle e i ravioli. Presenti anche le classiche zuppe, dalla Pappa al pomodoro alla Ribollita.

I secondi: bistecche e grandi classici toscani


La bistecca è la regina dei secondi piatti: Chianina o Limousine, a voi la scelta. In alternativa, si presentano bene anche il Carpaccio di Chianina e il Filetto, entrambi disponibili con tartufo fresco, nella stagione giusta. Non potevano mancare l'Ossobuco alla Fiorentina e il Peposo. Stuzzicante opzione è il Pollo alla parmigiana, rosolato con olio in padella, salsa di pomodoro, mozzarella e poi ultimato in forno con scaglie di grana e origano.

Pizze, focacce e covaccini

Le Pietre è innanzitutto un'osteria-bisteccheria ma, avendo una clientela molto varia, propone quasi sempre sette-otto pizze. In base, però, alle prenotazioni si decide se attivare o non attivare la pizzeria, avvertendo per tempo la clientela. Fra le più gettonate ci sono la Focaccia della Casa, un covaccino riempito all'uscita con rucola, pomodorini, mozzarella e prosciutto crudo, e la Fiorentina con salame, cotto, mozzarella, pomodoro e funghi.

I vini, le birre artigianali, i dolci


In base alle scelte e ai gusti, l'Osteria Le Pietre suggerisce il calice giusto o la birra artigianale (bionda, rossa, weiss, doppio malto della Kaizen) più adatta. Sul fronte dei vini, ci sono soprattutto etichette della cantina toscana, da Antinori a Frescobaldi, da Ruffino a Bolgheri: etichette ben selezionate, dai vini più “accessibili” a quelli più esclusivi, dai brunelli ai Sassicaia, fino al Serre Nuove dell'Ornellaia.

Siccome per il dolce uno spazio lo si trova sempre, prima del conto è un'ottima idea dedicarsi a uno dei dolci della casa, che siano il tiramisu, la crema catalana, la torta al cioccolato, la cheesake o la panna cotta, queste ultime due ai frutti di bosco o al cioccolato.

Lo staff: tutti gli uomini (e le donne) di Alfonso


A dirigere l'Osteria Le Pietre è Alfonso Nunziato, manager che abbina esperienza e savoir faire. Garbo e competenza anche per Gianluca Esposito, responsabile della sala, coadiuvato dalle collaboratrici Cristina e Perla. La cucina è il “reame” di Walid, il cuoco, ma anche dei suoi fidi Kamal e di Gennaro, preziosi in ogni situazione. Un team che sinora ha raccolto gratificanti risultati in termini di scelta e gradimento della clientela, ispirata dalla novità, dalla pulizia e dall'accoglienza di questa piacevole new entry.


Osteria Le Pietre
Indirizzo: Piazza de' Pitti, 7 - Firenze
Telefono: 0554934035

 

  • RECENSIONE
  • TRATTORIA
IN QUESTO ARTICOLO
  • Osteria Le Pietre

    Piazza De' Pitti, Firenze (FI)

×