Il bianco e il tortora, intervallati dal nero delle lavagnette sui muri e del tovagliato sono le nuance che fanno da sfondo alla regina di Italì, la pizza, colorata, fragrante e morbida al contempo, profumata e fumante. Lei è la protagonista di questo locale dall’atmosfera easy chic, autentico e genuino, in centro a Pescantina, che Riccardo e Sara curano con dedizione. E, da padroni di casa, la loro passione si trasmette agli ospiti in questa pizzeria accogliente e calorosa, perché le sensazioni del gusto passano anche attraverso la vista e l’olfatto. Coadiuvati da uno staff composto da una decina di persone, Sara si occupa della sala e dei dolci, mentre Riccardo prepara gli impasti, utilizzando farine semintegrali e lievitazioni a lunga maturazione. Gli ingredienti sono freschi, di prima qualità, legati alla stagionalità e, cosa importante, del veronese: sulle pizze finisce quel che la terra offre, come il Radicchio Rosso di Verona cotto al forno gratinato o ripassato nel Valpolicella o le creme di verdure o, ancora, la composta di cipolla, con un occhio alla tradizione e l'altro alla sperimentazione.

Le proposte e gli abbinamenti con la birra

Le pizze sono tantissime: più o meno 70 tra quelle in carta e la quindicina fuori menu, quelle alla pala e la rivisitazione della napoletana!
Lievitazione mista con maturazione di 24/48 ore per le pizze classiche e la possibilità di ordinare una pizza con impasto senza glutine per intolleranti e celiaci. Gli amanti della birra saranno felici di sapere che nel menu è presente una selezione di artigianali della zona – Valeggio, Valpolicella e Lessinia –, anche non filtrate e non pastorizzate, chiare, rosse, speziate, oltre alle classiche in bottiglia e alla spina da abbinare alla propria pizza.

Da lunedì al giovedì, anche alla pala

Dal lunedì al giovedì è possibile degustare questa tipologia di pizza. Non è presente il fine settimana perché l’affluenza nel locale è maggiore e la sua particolare gestione - tempi di cottura più lunghi e presentazione più elaborata - si fa più complessa. 
Per farla viene utilizzata una farina di forza, più idratata, con lievitazione mista tra lievito di birra e lievito madre.  Alla vista il risultato finale assomiglia al pane: la crosta esterna è croccante, mentre l’interno è morbido, con un’alveolatura larga. Questo risultato è dovuto alle tecniche di impasto che è sottoposto a una doppia cottura. La pizza viene presentata tagliata a quattro spicchi e arricchita da prodotti di eccellenza, ricercati, disposti scenograficamente, come il Prosciutto crudo di Montagnana, la burrata, i pomodorini confit, le Acciughe del Cantabrico. La fantasia e la ricerca nell’accostamento dei gusti sono gli ingredienti principali di questa pizza che vede molte varianti e reinterpretazioni.

La pizza verace contemporanea

Una specialità che si trova solo da Italì è la rivisitazione della verace napoletana. La versione di Riccardo, che come quella partenopea è sottile al centro con il cornicione alto, riguarda il tipo di maturazione, 3-4 giorni rispetto alle 24 ore della napoletana classica, l’utilizzo di farine semintegrali, e non 00, e la maturazione mista – lievito madre e di birra –. Le proposte in carta solleticano il palato: come la bufala, patate, lardo, composta di cipolla rossa e grana a scaglie, oppure quella pomodoro mozzarella, emulsione di basilico, pomodorini confit e origano, o ancora  la porcini, salsiccia e gorgonzola.

Mamma mia

Non è il titolo del celebre musical, ma l’esclamazione quando viene portata al tavolo la pizza. Questa verace rivisitata è il fiore all’occhiello di Italì: bianca, senza la base di pomodoro, è arricchita da mozzarella di bufala, basilico, porchetta in cottura, cipolla bianca caramellata e olive taggiasche.

Dulcis in fundo

Gli ingredienti sono quelli di una volta, freschi, che facevano bella mostra di sé nelle cucine delle nostre nonne. Serviti in monoporzioni, dal tiramisù al salame di cioccolato, dal riso soffiato ai semifreddi, i dessert sono tutti senza glutine.

  • RECENSIONE
IN QUESTO ARTICOLO
  • Italì

    Via Ponte 150, Pescantina (VR)

POTREBBE INTERESSARTI:

Ti spiego perché la marijuana light si usa per il relax

Sempre più persone ne fanno largo uso per rilassare corpo e mente. Ma cos'è veramente la pianta che in America sta facendo parlare di una vera e propria “green rush”, la corsa all'oro verde? Un esperto del settore fa il punto della situazione in Italia e ce ne spiega i benefici.

LEGGI.
×