Una veste nuova per il Sonida di Via Malta dopo il lockdown. Perché la chiusura ha portato nuove idee e la consapevolezza che è necessario cercare nuove forme di divertimento e socialità, con lo zampino anche della tecnologia. E questo ha fatto Steve Pik al Sonida The Club, allargando il locale con nuovi spazi e mettendo a punto una applicazione che permette di azzerare l’uso del contante, sfogliare il menù, ordinare il proprio cocktail e controllare anche la propria spesa. Se la parola d’ordine è distanziamento sociale da Sonida il divertimento è soprattutto consapevole.

Nuovi spazi



Un locale senza spazi all’aperto che ha pensato di allargare quelli interni in un’ottica di distanziamento che proseguirà per tutta la stagione invernale. E così  grazie ad una nuova sala si sono aggiunti un centinaio di nuovi posti a sedere tra divanetti e tavolini in cui dominano il rosso e il nero e una postazione cocktail in più, in cui poter organizzare feste di compleanno, laurea o eventi privati. L’atmosfera è intatta, il Club è salvo anche se per ora non si potrà tornare in pista.

Il club in una app


L’aspetto più rivoluzionario è che il club è finito in una app: è sufficiente aprire la Sonida Vip Card sul cellulare e il gioco è fatto. Basta carte e contante, nella app del locale si trova il documento virtuale per l’accesso, il menù con i drink e i piatti, le ricevute delle consumazioni, il credito residuo per pagare i cocktail senza cercare le monete in tasca e una chat  per comunicare con lo staff e gli altri membri del Club. Una scelta fatta per limitare gli spostamenti all’interno del locale, le code al bancone o alla cassa e i menù cartacei. Ora tutti i servizi di Sonida The Club sono raggiungibili in una app senza eliminare il contatto umano e la condivisione. Se non si riesce a collegarsi, alla cassa è possibile utilizzare un pin per scalare comunque il credito e continuare a consumare senza rischiare contaminazioni. Totale libertà e indipendenza, con un credito che dura non solo la stessa sera, ma fino ad un anno: basta il proprio smartphone per uscire di casa, e il portafogli non serve nemmeno più portarselo appresso. La patente per guidare e raggiungere il Club? Si può addirittura scansionare e allegare alla stessa VipCard.

Il bancone a portata di touch



Sei appassionato di gin ma non vuoi il solito gin tonic? Sei intollerante al glutine o a qualche ingrediente? Oppure non sei maggiorenne e non puoi bere alcolici? Il Menù interattivo sulla app di Sonida ti permette di cercare tutto questo, selezionando i drink per ingrediente, escludendo quelli a cui potresti essere intollerante e che, per legge, non puoi bere.  In più è possibile vedere anche i tempi di attesa per la preparazione, personalizzare il proprio cocktail e scegliere le guarnizioni.  Una volta scelto, senza dover rimettere la mascherina (che il Club ci tiene a precisare, rimane obbligatoria ogni volta che ci sii sposta dal tavolo in qualsiasi locale voi siate) puoi confermare l'ordine, e come per magia trovarlo poco dopo al tuo tavolo (dato che il tavolo viene assegnato all'ingresso, e che nel locale son presenti tag NFC e QRcode, per poter tracciare gli spostamenti degli avventori). Il pagamento? Istantaneo, senza coda e senza monetine di resto che non si sa nelle mani di chi siano state prima di voi: si paga dall'app con carta di credito, carta di debito, voucher regalo, PayPal, o scalandone il prezzo dal credito della stessa VipCard, che può essere caricata alla porta con i contanti. Gli scontrini cartacei? Anche quelli un ricordo con le ricevute digitali direttamente conservate nell'app (e per le quali si può richiedere direttamente all'iscrizione fattura elettronica a fine mese).

Quizzone e karaoke: una certezza



Le due serate che in città hanno fatto di più parlare del Sonida sono sicuramente quella del quizzone e del karaoke che non l’apertura sono tornati a farla da padrone. Il martedì appuntamento con le domande a tema (gettonatissimi Harry Potter, Disney e Cartoni Animati)  a cui si potrà rispondere con la tastiera integrata della app dal cellulare,  in modo appunto da evitare qualsiasi contatto con qualunque cosa possa essere stata toccata da altri prima di noi. Il karaoke (il cui rientro in programmazione avverrà a breve, a seconda dell'evoluzione dell'epidemia in corso) avverà comunque solo dopo che i microfoni saranno stati negli sterilizzatori, per evitare il problema del passaggio di mano in mano. E per prenotarsi e scegliere la canzone si utilizzerà l'app. Inoltre per renderlo più divertente la propria performance potrà essere votata dai presenti in sala. Per il miglior cantante di ogni serata, e per il brano cantato più divertente, ovviamente Sonida ha già promesso delle consumazioni omaggio.

GinExperience, Serate Lounge e la splendida sala fumatori



Tra le nuove serate arriva invece il giovedì la GinExperience: con 20 euro si possono provare tre Gin Tonic differenti e abbinati a una particolare tonica, scegliendo tra una trentina di diversi percorsi, che vengono promossi aggiungendone uno nuovo ogni settimana. Un percorso di istruzione sul prodotto ma anche di scoperta di nuovi sapori e combinazioni, a cura della fantastica e sapiente Bartender Chiara Antonini, in onore del Cocktail più amato da Steve Pik (storico proprietario di Sonida, che quest'anno ha trasformato il Bar in Club, per trasformare l'amicizia dei suoi collaboratori, in quella che è una vera famiglia, più che un gruppo di persone che lavorano solamente insieme). Insomma, una esperienza consapevole, da parte di chi di Gin ne ha provati moltissimi (il locale vanta infatti oltre 30 etichette di Gin che vengono tenute a lista in modo continuativo, e altre 30 che vengono periodicamente cambiate per seguire tendenze e provare nuovi sapori).

Ma le migliori serate se volete godervi Sonida, forse sono proprio le nuove notti Lounge che hanno sostituito le feste durante le quali ci si scatenava in pista: Seduti comodamente al tavolo, o sugli splendidi divanetti in pelle, il fantastico Antonio Germans Dj intrattiene con le sue variopinte playlist, che richiamano i suoni della Milano GayFriendly degli anni passati in cui si poteva ballare tutte le notti fino al mattino. Un prodotto musicalmente eccelso e studiato a lungo, anch'esso ottenuto da una scelta intrapresa con l'intento di ottenere un'ottima qualità del risultato finale, più che della quantità di musica sparata dalle casse.

E se vieteranno di sostare fuori dai locali? Beh, al Sonida c'è una delle più spaziose ed eleganti sale fumatori al chiuso e deliziosamente riscaldate di tutta la provincia di Brescia. Dove ovviamente l'ingresso è consentito solo a un numero ridotto di persone contemporaneamente, per evitare rigorosamente ogni assembramento, e che viene rigorosamente disinfettata più volte nel corso di ogni serata, come tutto il resto del locale.

Contenitore di idee per l'aperitivo


In cantiere un’apertura nel tardo pomeriggio all’ora dell’aperitivo con una funzione sociale e aggregativa. Una  cosa insolita per un locale notturno ma che rientra tra le novità della proposta post lockdown del locale. L’idea è quella di avere ospiti importanti come tiktokers e youtubers  che possano raccontare le loro esperienze, la vita sui social, con particolare riferimento al mondo Lgtb, al coming out. Incontri diretti anche ad un target più basso rispetto alla abituale clientela del locale, per riempire lo spazio vuoto anche al pomeriggio facendo in modo  che i ragazzi possano incontrare il loro idolo social ma avere al tempo stesso anche un punto di vista, un momento di confronto e di dialogo su tematiche attuali, rispettando sempre e comunque il distanziamento sociale e tutte le normative Covid al momento in essere: cosa importantissima sia per Steve Pik, Chiara Antonini e Antonio Germans Dj, che per tutti i membri fondatori di Sonida The Club (a cui quest'anno si son aggiunte come co-responsabile di gestione Francesca Gatti e come rappresentante del punto di vista del cliente l'affezionata già cliente Chiara Malanca).

Perché al Sonida non si va per divertirsi una sola sera... ma per farlo in sicurezza tutto l'inverno, come dovrebbe essere ovunque.

 

  • RECENSIONE
IN QUESTO ARTICOLO
×