Impazzirete per il crudo e per i signature dish di chef Giuseppe Romanazzi, ma è l'atmosfera unica di questo porticciolo che vi ruberà il cuore

Nel cuore di Giovinazzo lo chef patron Giuseppe Romanazzi ha messo a punto un incantesimo molto speciale. Inizia con un panorama unico, reso indimenticabile da un porticciolo che si infiamma al tramonto e brilla di mille luci durante la cena. Continua con una cucina che, grazie alla creatività, trasforma la migliore materia prima in esperienza gastronomica. Termina con un servizio di sala attento e curato, capace di stupire soprattutto al momento del dolce. Benvenuti da Romanazzi's, dove una cena si trasforma in magia.

A guardia del piacere

Romanazzi's nasce in una vecchia torre di guardia affacciata su un piccolo porticciolo, in pieno centro storico, a Giovinazzo. D'inverno, accoglie una decina di posti in un'atmosfera intima e ricercata. Ma d'estate, l'ambiente esterno si trasforma in palcoscenico, dove brillare sullo sfondo di un bellissimo tramonto o di una notte incantata.

Cosa ordinare da Romanazzi's

Non c'è pranzo o cena da Romanazzi's che non inizi con un plateau del miglior Crudo di mare della regione o con una tavolozza di sfilettati (da non perdere il Battuto di Branzino). Ma tra primi e secondi, lo chef da il meglio di sé. Lo Spaghettone “bruciato” regala una memoria di casa, quella della pasta della domenica, scaldata per pranzo il lunedì. Consistenza, colori e acidità del pomodoro, accostati al giusto calice di rosato, sono il primo ideale per una giornata al mare. E per gli amanti del pomodoro, da non perdere la versione in tre consistenze: crudo, cotto e ghiacciato, l'omaggio di Romanazzi all'Italia.


Tra i secondi, consigliatissimi il Baccalà e il Tonno in nero: trancio in crosta al nero di seppia, chutney di zucca e patate in purea. Da provare anche le Mazzancolle con soft tempura al basilico e un cremoso di parmigiana di melanzane da immediato godimento.

Nel calice, tanta buona Puglia

Romanazzi's è un omaggio al buon vivere pugliese. Per questa ragione, la sua carta è un tributo alla maestria dei produttori della regione che, dalle bollicine ai passiti, sono in grado di regalare grandi emozioni in un solo calice. Valorizzare il territorio resta sempre la missione più importante per chef Romanazzi. Ciò non significa che non sia possibile scovare qualche chicca in carta, che racconti le eccellenze di altre regioni.

Il momento più dolce

È alla fine di un pasto che i big mostrano i veri muscoli. Se la cena vi è già sembrata un sogno a occhi (e bocca) aperti, al momento del dolce arriva il vero stupore. Infatti, la carta di Romanazzi's propone dessert molto invitanti, già combinati con distillati, passiti, vini liquorosi che tolgono dall'impaccio anche il bevitore più esperto. Tra le novità dell'estate 2022, da provare il Limonato, un dessert travestito da sorbetto, con fondo di meringa bruciata, crema al limone e frolla integrale. Il consiglio per l’abbinamento? Un delizioso Chartreuse Verte.

E poi, sotto la cloche, la sorpresa

Negli ultimi anni, complice il panorama incredibilmente romantico, Romanazzi's è diventato il ristorante in cui fare una proposta di matrimonio indimenticabile. Lo chef ha anche messo a punto un rituale molto speciale per sorprendere l'ignara fidanzata. Al momento del dolce, proprio quando si tira su la cloche dal piatto, compare l'anello. La commozione è già irrefrenabile, ma a quel punto sta al fortunato chiudere il cerchio con la giusta dichiarazione.

Romanazzi's Restaurant - Piazza Porto, 32- Giovinazzo. T: 0803323845

  • RECENSIONE
  • RISTORANTE DI PESCE
IN QUESTO ARTICOLO
POTREBBE INTERESSARTI:

Carne alla brace mon amour: i consigli di uno chef per farla "al bacio"

Perché il freddo non arresterà la nostra voglia di grigliare.

LEGGI.
×