Due amici di vecchia data hanno dato vita a un sogno: rilevare proprio quel locale che frequentavano in gioventù, contenitore di ricordi e di emozioni. Insieme hanno potuto regalare continuità al Bar Terrazza al Ponte, ristrutturandolo mantenendone le sue caratteristiche primarie. Un gioiello incastonato nel centro storico di Verona. 

Scorci suggestivi


In una posizione unica, affacciato sull’Adige, a pochi passi dal Ponte Pietra. Dalla terrazza, che ricorda il ponte di una barca a vela, il panorama lascia senza fiato, uno dei più belli della città, con il Teatro Romano e la collina di Castel San Pietro. In ogni stagione si può godere di questa vista, protetti da un grande tendone quando i raggi del sole si fanno troppo roventi o quando cade la pioggia, e, nelle stagioni più fredde, avvolti dal tepore delle calde lampade a infrarossi. In uno scenario suggestivo, il Bar Terrazza ala Ponte è il luogo ideale per passare qualche ora di divertimento, relax e condivisione, sorseggiando un calice di vino e assaporando primizie dei piccoli produttori italiani.

L'arte protagonista


Il locale è un ritrovo storico dei veronesi, ma molto apprezzato dai turisti che a migliaia transitano in una delle più belle e caratteristiche zone della città scaligera. Impossibile non rimanere affascinati dall’atmosfera retrò che negli arredi mantiene una precisa connotazione: gli anni Trenta. Quando si entra al Bar Terrazza al ponte viene subito svelato il suo carattere: l’arte è la grande protagonista assieme ai cocktail, al cibo e al vino.La proprietà, infatti, ha fortemente voluto dar vita a un nuovo polo culturale predisponendo gli spazi interni per mostre temporanee di pittura, fotografia e design, curate dal brand di progettazione e design 37100 – Trentasettemilacento dell’interior designer Sergio Rocca.

Un menu “sostenibile”


Dal buongiorno del mattino, con le torte rigorosamente fatte in casa, fino a tarda notte – anche per il dopo teatro nella stagione estiva –, si possono gustare prodotti locali di Trentino-Alto Adige e Veneto, che compongono un menu selezionato con cura e legato alla stagionalità: dalla tartare veronese alla carne salada naturale – preparata appositamente per il Bar da un macellaio trentino che ha recuperato la ricetta storica – dalla trota di fiume ai formaggi di malga, come il Misone alle erbe e al pepe nero, il Carlomagno, il Casolet e il Puzzone di Moena, dagli gnocchi ai tortellini di Valeggio, per rispettare la vera tradizione veronese. Le materie prime vengono scelte per sostenere piccole realtà produttive, di alta qualità, e presidi Slow Food. Che sia una colazione, un aperitivo un pranzo di lavoro, una cena romantica, ma anche un ritrovo tra amici e una piccola festa, in un’atmosfera intima, il Bar Terrazza al Ponte soddisfa la sua clientela affezionata propnendo menu personalizzati.

Bollicine e allegria


La mitica zenzerata. Chi almeno una volta non l’ha provata al Bar Terrazza al Ponte? Un mix alcolico fresco, che lascia quel pizzicore in bocca e invita alla chiacchiera.
Oltre al loro cavallo di battaglia, si può scegliere tra gli aperitivi e i long drink più famosi. Non manca una selezione di vini del territorio, ovviamente, e anche etichette italiane e internazionali. 
La musica, poi, non manca: il piacevole sottofondo delle casse accompagna i momenti di svago, ma non è raro poter assistere a perfomance di dj dal vivo.
 
 

  • MANGIARE ALL'APERTO
  • RECENSIONE
IN QUESTO ARTICOLO
×