La new wave culinaria a Quarto d'Altino

Unire tradizione ed innovazione proponendo qualcosa di diverso alla piazza di Quarto d’Altino. Creare un locale giovanile, fresco e frizzante, mantenendo però viva la storicità del posto. Venire scelti sia da chi vuole mangiare e bere bene, sia da chi desidera divertirsi. Sulla base di queste premesse è nato il Madly di Quarto d'Altino, un locale capace di resuscitare a nuova vita il vecchio, storico ristorante Da Paolo. Dove fino a qualche anno fa c'era un posto che aveva ormai fatto il suo tempo, oggi ecco uno tra i rappresentati della new wave di locali veneziani e trevigiani: il nuovo punto di riferimento tra Marca e Laguna per aperitivo, cena e dopocena. O per un pranzo nello splendido giardino.

La tradizione, l'innovazione, la cucina internazionale

Che al Madly facciano sul serio nella loro ambizione di proporre un benchmark enogastronomico (ma dall'ambiente democratico e dal menu accessibile a molte tasche) lo capisci già prendendo in mano la carta della casa. Che, per la cronaca, cambia all'incirca ogni mese, proponendo continue novità, sperimentazioni e piatti tipici d'impronta fortemente stagionale. Trovi infatti ricette e prodotti del territorio a iosa, capaci di render giustizia tanto ai sapori della laguna quanto alle meraviglie dell'entroterra nostrano, declinati in pietanze che rivisitano la scuola e la storia enogastronomica veneta con accostamenti coraggiosi e impiattamenti di gran classe. Un esempio? Magari la millefoglie di focaccia con ricotta, pomodorini e pesto di rucola, un "must" amatissimo dai vegetariani (ma non solo loro).
Accanto a specialità così familiari, trovi poi qualche piatto che arriva dritto da lontano, frutto della vorace curiosità dei due inseparabili gestori, Lorenzo ed Omar: come il pho di vitello con noodles di soia e cipollotto, un piatto tipico vietnamita; o i raviolini di maiale con salsa agrodolce, per chi ama i primi cinesi (preparati però con qualità made in Italy).
E poi ancora le chicche dello chef, come la tartare di manzo condita con mostarda di Digione, acciughe del mar Cantabrico e capperi disidratati; la suprema d'anatra cotta a bassa temperatura per due ore e mezza con miele e piselli; il semifreddo after eight e i golosi altri dessert della casa.

Aperitivi e dopocena come se non ci fosse un domani

In un locale del genere, con sale interne così caratteristiche e un giardino estivo tanto importante, va da sé che anche i momenti avulsi dalla cena rivestano un ruolo centrale. La cantina, la cucina e il cocktail bar sono in grado di soddisfare qualunque "appetito" extra: che tu voglia degustare un paio di calici di vino "serio" con la tua nuova fiamma, oppure organizzare una bicchierata rinforzata a suon di moscow mule e crudo di sauris per il compleanno, al Madly sei decisamente nel posto giusto.

La serata "Ortika", la musica a tema e la "Cena al contrario"

In tutte le stagioni, ma specialmente in quella calda, i ragazzi del Madly si divertono ad organizzare frequenti serate a tema. Spesso trovi concerti di musica dal vivo con gruppi emergenti, artisti locali, tribute band, cover band e chi più ne ha più ne metta. Ogni mercoledì d'estate sale in cattedra, ad esempio, il format “OrtiKa”, consistente in un rigoglioso e ricco apericena che prosegue dalle 18 a mezzanotte, e ambientato nel giardino estivo del locale. Colonna sonora funky & house music, con guest DJ sempre di vero grido.
Il giovedì invece è il momento della serata variabile. Puoi beccarti la grigliatona in giardino, puoi incappare nel cinema all’aperto con maxischermo, nell'ormai celeberrimo format "cena con delitto", e, last but not least, nella famigerata "Cena al Contrario": un'idea originale che parte da amaro, caffè e dolce, per concludersi con l’antipasto. Sembra una follia, ma è in realtà il frutto, ogni volta, di un percorso studiato chirurgicamente, una vera e propria destruttrazione dei canoni culinari che tuttavia riesce a risultare più armonica di quanto possa sembrare. Che poi è il leit motiv concettuale alla base del Madly: raggiungere qualità e gratificazione attraverso percorsi alternativi, magari tortuosi... Ma dal sapore sempre e comunque "amico".


 

  • RECENSIONE
IN QUESTO ARTICOLO
  • Madly

    Via Roma 70, Quarto D'Altino (VE)

POTREBBE INTERESSARTI:

Ti spiego perché la marijuana light si usa per il relax

Sempre più persone ne fanno largo uso per rilassare corpo e mente. Ma cos'è veramente la pianta che in America sta facendo parlare di una vera e propria “green rush”, la corsa all'oro verde? Un esperto del settore fa il punto della situazione in Italia e ce ne spiega i benefici.

LEGGI.
×