Tour alcolico a Milano - edizione signature drink

Pubblicato il: 26 settembre 2019

Tour alcolico a Milano - edizione signature drink

Quando di Negroni, Americano & Co. Ti sei davvero rotto

Sarà anche un po’ la moda ma la passione mixologist, tra i cocktail bar di Milano, continua a sfornare liste e creazioni sempre nuove. Che poi si fa presto a dire mixologist ma mica basta mettere insieme ingredienti in maniera casuale. Bisogna saper sperimentare, occorre il giusto pizzico di curiosità e un tocco di creatività. E quella o c’è oppure niente. Basta a volte un’intuizione e il risultato è un drink che sorprende al primo sorso. Vodka, gin, sempre meglio un whisky, ecco la base. E poi gli altri ingredienti sono a discrezione del bartender. Insomma, come avrai capito, mi sono un po’ stancato di bere il solito Negroni all’aperitivo, mi sono messo di piglio buono e ho fatto un giro alla scoperta di qualche signature drink che vale la pena assolutamente assaggiare. Ecco dove a Milano.

Un americano in Brewery in Città Studi

Il Milord è sempre una sicurezza. Dietro al bancone c’è Cristian Lodi che quest’estate ha sfornato una drink list che pare un fumetto. Anzi, a dire il vero lo è. Milord è un ghepardo che presenta i cocktail con altrettante vignette. Quando la creatività non finisce solo nel bicchiere ma diventa un espediente per raccontare cosa si beve. Dieci signature, prima da leggere e poi da bere. Quello preferito dal bartender? “Sicuramente Un americano in Brewery”, mi dice Cristian. “Da un anno ho scoperto la Framboise, una birra belga acida, che si ottiene con l’aggiunta di lamponi in fase di fermentazione”. Oltre alla birra belga, viene miscelato con Campari, Vermouth Cinzano dry e Peel di limone. In una parola: seducente.
Milord - Piazza Bernini 3, Milano - tel. 02.36737141

Ouredneck in Cinque Giornate

Da Piola a Cinque Giornate. The Big Dee è una sorta di enclave americana a Milano. Entri e ti sembra di stare a New Orleans, in una piazzetta della Louisiana. Dennis ha portato lo stile coloniale del locale anche dentro al bicchiere. Fammi il tuo cocktail migliore. E lui, senza battere ciglio, tira fuori Jack Daniel’s single barrel rye, bitter Campari, Montenegro, bitter Orange e bitter all’olio d’oliva. Li miscela come se fossimo negli States e ti serve un Ouredneck. Una chicca della nuova drink list che si ispira, manco a dirlo, agli Stati Uniti. Se parliamo di signature che vale la pena assaggiare, bisogna passare per forza di qui. Magari senza neanche andare più via.
The Big Dee -Via Antonio Fogazzaro 11, Milano - tel. 3920972268

Daniela’s Passion in Porta Venezia

Altra meta sicura in fatto di bere bene a Milano. Mi fermo in Porta Venezia, al Kilburn. C’è Ennio Lettera che inventa drink sempre in grado di sorprendere il palato. Affare per nulla scontato per chi ne ha assaggiati parecchi. Ma la magia si rinnova, con il susseguirsi della stagioni. Del locale mi piace l’atmosfera, molto internazionale - il nome è quello del quartiere londinese dove Ennio ha vissuto prima di sbarcare a Milano - ma anche quel senso familiare che provo appena mi siedo. C’è sempre un whisky nuovo da assaggiare e se chiedo ad Ennio qual è il cocktail a cui è più affezionato, mi dice: “Daniela’s Passion perché è il primo che ho creato a Londra”. Daniela era una cliente e il drink è una dedica, in questo caso d’autore. La firma a base di London Dry Gin, ricco di agrumi e con note finali acide floreali. #Enjoy!
Kilburn - Via Panfilo Castaldi 25, Milano - tel. 02.36737974

Il classico Martini Cocktail in Viale Piave

Ma come, parliamo di signature e mi prendo un classicone come il Martini Cocktail? Ebbene sì perché al Nottingham Forest l’originalità sta nella location, piena zeppa di rimandi esotici e nell’estro del barchef - qui non è mica solo bartender - Dario Comini. I cocktail tradizionali come “i martini hanno aperto frontiere inaspettate”, dicono al locale. Sarà per l’influenza cosmopolita di newyorkese, per le spezie o per gli infusi, o magari per le glasse. Insomma, bere una sciocchezza qui non è mai una faccenda banale.
Nottingham Forest - Viale Piave 1, Milano - tel. 02.798311

Grandi Vedute sui Navigli

Sui Navigli i posti dove bere come Dio comanda non mancano. Il Rita & Cocktails è uno di questi. La scintilla può scattare già dalla lettura della lista dei cocktail. Ingredienti freschi e naturali, materie prime ricercate e proposte food stuzzicanti. Non a casa è inserito nella top 10 italiana dei cocktail bar. Quanti Why Mango, un classico qui, sono stati serviti nei barattoli di marmellata. Io sceglierei un Grandi Vedute, giusto per assaggiare il “Friend Zone Juice”, ovviamente con un'amica di fianco. Gli ingredienti? Un segreto. 
Rita & Cocktails - Via Fumagalli 1, Milano - tel. 02.8372865

Foto di copertina di Michael Discenza da Unsplash CC

  • BERE BENE

scritto da:

Fabrizio Arnhold

Il trucco per un buon aperitivo o una cena perfetta? Scegliere il posto giusto. Vi racconterò i miei locali preferiti, ma sempre con spirito critico, senza mai dimenticare che a Milano c’è tutto quello di cui si ha bisogno. Basta saper scegliere.

IN QUESTO ARTICOLO
POTREBBE INTERESSARTI:

Vin brulé, brezel e frittelle di mele come non ci fosse un domani: i mercatini di Natale più belli (e famosi) d'Europa

Quello che entusiasma di più dei mercatini di Natale è il cibo, che siate in mood natalizio o di umore nero, poco importa.

LEGGI.
×