Hai presente quelle belle trattorie a conduzione familiare di una volta, dove sin dal mattino si sente il profumo dei manicaretti sul fuoco o dei biscotti che cuociono nel forno?

La trattoria da Stefania a San Giovanni è proprio così: una di quelle rarissime trattorie romane d’un tempo, dove tutti sanno il tuo nome e tu non sei solo un cliente, ma “uno di famiglia” perciò dopo che ti sei accomodato, non ti mettono fretta, anzi ti dicono “stai pure quanto vuoi, anche a fino a fine chiusura”. Un posto davvero speciale, dove tra tendine di pizzo e antiche porcellane, puoi sentirti come a casa della nonna. Da Stefania sarai accolto e coccolato da una vera famiglia, e potrai abbandonarti ai sapori di una cucina romana del buon ricordo.

Ai fornelli e non solo, c’è lei: Stefania D’Annibale la proprietaria, anima e cuore di questo locale, che gestisce da un biennio. In sala invece a raccontarti le specialità della casa c’è Gianluca Misano, il marito: abile anfitrione, sempre pronto a consigliarti i piatti del giorno e i giusti abbinamenti coi vini da lui scelti con cura. A dargli manforte con loro c’è sempre Thomas, il nipote, una certezza nel servizio. Grazie a ciascuno di loro venire qua è sempre un piacere: l’atmosfera è calda e rilassata, la sala accogliente e curata in ogni dettaglio, il servizio professionale e dal tocco umano. Ma il vero fiore all’occhiello sono i piatti, quelli della vera tradizione “de i romani de Roma”, che pochi sanno fare.

La cucina e il menù


Come a casa, il menù varia al variare delle stagioni e quotidianamente, in base a cosa Stefania riesce a trovare al mercato quando fa la spesa. E’ lei infatti che con attenzione certosina ogni giorno seleziona le materie prime più fresche e genuine: sempre alla ricerca di eccellenze con cui realizzare i suoi piatti, e coccolare i suoi clienti. L’amore per la buona tavola e per la convivialità unito a delle solide basi da chef l’hanno sempre guidata in cucina, e si vede. I suoi sono piatti sono semplici ma frutto di molto studio e ricchi di sapore. Cucina romana casalinga innanzitutto con preparazioni che rispettano la tradizione e la alleggeriscono, quando necessario, dagli eccessi di grassi o di sale. E' una cucina che per fortuna non annoia mai, grazie anche ai tanti piatti del giorno dove non mancano guizzi creativi e tocchi personali, che evocano le origini pugliesi e abruzzesi della proprietaria. Così hai sempre la scusa per tornarci e gustare nuovi piatti.

La vera cucina romana


Qui si viene soprattutto per tutti i classici della cucina romana, eseguiti a regola d’arte e sempre in menù. Dal baccalà pastellato o in umido con le patate, agli immancabili primi della tradizione capitolina, dalla coda alla vaccinara alla trippa, dai saltimbocca alle polpette al sugo (e in mille altri modi), qui coi piatti della tradizione vai sempre sul sicuro. Da non perdere ora ci sono pure la concia di zucchine, il tortino d’indivia e alici, il carciofo alla giudia e altre deliziose ricette giudaico-romanesche, che ti faranno innamorare al primo boccone.

Le zuppe del giorno e il carciofo alla Giudia, anche da asporto


Immagina che bello poi quando il freddo ti morde le caviglie, venire qui per gustare una bella zuppa calda. Minestre e zuppe sono la passione di Stefania e ogni giorno in inverno te ne fa trovare una diversa. Tra le più amate c’è quella di ceci. E pensa che sin dalle dieci del mattino qui trovi sempre la zuppa calda e il carciofo alla Giudia da asporto, così puoi gustarteli anche a casa.

Gli gnocchi fatti in casa e la pasta fresca


Cannelloni, lasagne, tagliatelle: le paste fresche artigianali sono grandi protagoniste in questa trattoria, soprattutto nel menù della domenica. Stefania è famosa per i suoi deliziosi gnocchi, impastati da lei stessa ogni giorno. Una vera goduria, soprattutto col suo speciale sugo al guanciale e pistacchi.


Ma anche le fettuccine fresche con il ragù di manzo o di bufalo in bianco, sono un piatto davvero irrinunciabile.

I secondi di carne


Anche i secondi di carne sono ottimi. Si va dalle carni alla griglia come le gustose e magrissime bistecche di bufala, passando per il pollo coi peperoni come lo faceva nonna, fino all'arrosto di vitello coi funghi.


A seconda dell’estro della chef puoi trovare però anche piatti contemporanei, come il filetto iberico ai tre pepi, o internazionali come lo stinco al forno. E nelle giornate più fredde c'è persino la polenta con il sugo di spuntature.

Le verdure e i contorni


Per un pranzo vegetariano veloce e leggero, o in abbinamento ai secondi qui trovi ampia scelta di contorni freschi preparati quotidianamente con le verdure di stagione che la titolare compra al mercato ogni mattina. Consigliata l’insalata di verza o la cicoria ripassata in padella ad arte.

La cantina


La valida lista dei vini e dei distillati, curata con attenzione da Gianluca, conta poche ma selezionatissime referenze di pregio, con etichette di nicchia provenienti da piccole cantine italiane.

I dolci fatti in casa


Impossibile concludere il pasto senza aver assaggiato uno degli squisiti dolci che Stefania sforna ogni giorno con le sue mani. Sublime la sua crostata di ricotta e visciole, con solo ricotta di bufala campana e confettura artigianale. Però puoi scegliere pure la torta di mele o un bel tiramisù. L'offerta varia spesso e si arricchisce sempre di dessert nuovi. Ciò che non mancherà mai però sono le sue inconfondibili ciambelline al vino fatte in casa, che accompagneranno sempre il tuo caffè, regalandoti un’emozione indelebile.

L'ambiente


Affacciata su via Terni, al civico 29, la Trattoria da Stefania appare come una piccola porticina spalancata sul gusto: 60 coperti tra interni ed esterni. Varcata la sua soglia ci si ritrova in una sala intima e accogliente, dove si respira una piacevole atmosfera casalinga. Tutto rievoca la “Vecchia Roma”: arredi in legno, pavimenti in cotto, soffitto a volte con mattoncini a vista, travi in castagno. Non sembra quasi di essere in un ristorante, ma nella elegante tavernetta di una dimora d’altri tempi. La storia ed i ricordi di famiglia di Stefania sono tutt’intorno, a rievocare le sue radici e l’origine di una passione per la buona tavola tramandata da generazioni.

Ogni oggetto ha un suo racconto ed è funzionale a ciò che mangerai: come la bellissima collezione di zuppiere antiche che d’inverno la proprietaria usa per portare le sue minestre in tavola.


Stefania e il suo staff curano minuziosamente ogni dettaglio e pongono la massima attenzione anche alle norme anticovid, garantendo il distanziamento tra i tavoli e un’esperienza ristorativa in piena sicurezza. In antitesi alle trattorie turistiche, amatissima nel quartiere e frequentatissima da romani e stranieri in cerca di sapori autentici, la Trattoria da Stefania è l’ideale in ogni occasione per coppie, famiglie, tavolate di amici o pranzi di lavoro.

Via Terni, 29 - Roma
Info: 06 70303793


Foto dalla pagina Facebook de La Trattoria di Stefania
 

  • RECENSIONE
  • TRATTORIA
IN QUESTO ARTICOLO
POTREBBE INTERESSARTI:

Il poke delle Hawaii è diverso da quello italiano?

Il piatto di tendenza in Italia negli ultimi tempi: non passa giorno senza che sia annunciata una nuova apertura ad esso dedicata. Ma come si mangia nel paese dove lo hanno inventato?

LEGGI.
×