Da e-commerce a locale di tendenza il passo è breve. Il Vino si fa con l'uva è un progetto di ristorazione 2.0 che affonda le proprie radici nel passato e guarda con entusiasmo al futuro. Un locale fuori dal comune che ha trovato a Velletri il terreno ideale per rivoluzionare il modo di intendere l'aperitivo: addio pizzette, rustici e focacce di bassa lega consumati in modo veloce e frugale, benvenuto aperitivo all'avanguardia con un tagliere emozionante e una selezione di vini non commerciali. 


Sì, hai capito bene. Il Vino si fa con l'uva propone solo vini e prodotti fuori dalle logiche della grande distribuzione: è questo uno dei punti di forza del locale, che fin dalla sua apertura è riuscito a ritagliarsi uno spazio importante nel panorama enogastronomico del Lazio. Ultimo, ma non per importanza, il prezzo: la bottiglia servita al tavolo costa come quella comprata allo shop: non ci sono maggiorazioni né costi aggiuntivi.

Un proverbio è per sempre

Se ti stai chiedendo dove nasce il nome del locale, la risposta ti lascerà sorpreso. Il papà di Stefano (uno dei tre soci) si rivolse al figlio con questa frase: “Figlio mio, nel percorso della vita che affronterai ricorda sempre una cosa: il vino si fa anche con l’uva”. Una massima fuori dal comune che entra nella mente di Stefano per non uscirne mai più. Da questo proverbio e dalla passione smisurata per il vino nasce prima il blog e poi l'e commerce, una piattaforma dove poter acquistare vini selezionati che non si potevano trovare negli scaffali del supermercato. 


Il vino, per i tre soci del locale (Stefano, Davide e Paolo), non è un prodotto commerciale su cui applicare logiche legate a business e profitto: è una passione che vive di momenti e di relazioni interpersonali, è una storia da condividere e un continuo riappropriarsi del proprio legame con la terra e con la natura. Ecco perchè andando sul sito non troverai mai vini da scaffale: Davide e Stefano non vogliono raccontare la classica storia dei vini tutti conosciamo, ma una nuova storia fatta di territori da scoprire e di piccoli produttori locali e nazionali che hanno fatto del buon vino la loro ragione di vita.

Dal blog al locale di tendenza passando per l'e-commerce

Il vino per Davide e Stefano (che tra l'altro sono cugini) è ricerca, studio, selezione e racconto. Il blog aperto da Stefano nel 2017 diventa in poco tempo una piattaforma dove acquistare vino in modo consapevole: le persone che atterrano sul sito, oltre a comprare il vino, possono leggere le rubriche e i consigli di lettura che vengono caricati nella sezione news. Il successo dell'e-commerce e l'apprezzamento degli utenti porta Davide e Stefano a convincersi dell'idea che questo fosse un ottimo punto di partenza per iniziare una nuova narrazione sul vino. 


Iniziano così a fare eventi nei locali e a far conoscere il brand esattamente nello stesso modo in cui si erano comportati online, ovvero cercando di trasmettere la loro passione. Il passaggio dall'e-commerce all'apertura dell'enoteca nasce da un'idea illuminante di Paolo, che immagina il locale come il coronamento di un processo naturale di evoluzione.
 
Sia chiaro, l'enoteca il Vino si fa con l'uva è un viaggio sensoriale che nasce da un'idea originale che attinge dalla tradizione toscana ed europea. La parte della taglieria (fulcro della toscanità) si combina con il mood delle enoteche europee e propone anche serate ricorrenti come può essere il live jazz compreso nell'aperitivo.

Un nuovo modo di concepire il vino a Velletri

La scelta di aprire a Velletri non è casuale: non esistevano locali con una proposta simile e non c'era una grande attenzione per una narrazione più passionale e profonda per il vino in orario aperitivo. Da qui l'idea di aprire un'enoteca a Velletri, una cittadina che soprattutto nel fine settimana diventa un luogo di attrazione per tutti i comuni limitrofi.

Se la ristorazione poteva contare su un numero cospicuo di ristoranti e di trattorie storiche, la fascia aperitivo era un po' scoperta e non c'era un vero e proprio locale dove lasciarsi incantare dalle prelibatezze enogastronomiche del nostro paese. La scelta di Davide, Stefano e Paolo si rivela azzeccata fin da subito: gli abitanti di Velletri si riversano nel locale con la voglia di conoscere e di scoprire un nuovo racconto sul vino basato sulle idee e sulle competenze dei titolari.

Il fulmine a ciel sereno: la pandemia


Il Vino si fa con l'uva apre il 1 agosto 2019 e in pochi mesi riesce a farsi un nome, nei Castelli e a Roma. Poi, a inizio 2020, arriva l'imponderabile: la pandemia da Covid-19. Davide e Stefano devono rallentare la loro corsa e "congelare" la crescita del locale. Nelle parole di Davide, c'è tutta l'amarezza per un periodo buio che ha fermato la loro rincorsa: "Abbiamo fatto un po' di delivery e quando la normativa lo consentiva, rimanevamo aperti come enoteca. Per fortuna avevamo lasciato attivo l'e-commerce e se le consegne erano vicino a casa, le facevo direttamente io. Peccato perché il parco clienti era cresciuto bene ed eravamo ben lanciati".

Il vino si fa con il cuore


Il fulcro dell'enoteca Il vino si fa con l'uva è naturalmente il vino, che viene scelto da Davide e Stefano dopo un doveroso assaggio. Non troverete mai vini che non sono stati testati in modo approfondito: se non lo hai bevuto, non lo puoi raccontare. La carta dei vini è figlia dell'esperienza e della curiosità dei due cugini, pronti in ogni istante ad assaggiare un vino diverso e a metterlo in carta se merita. 

Il tagliere che supera i confini della realtà

Lo avrai sentito dire parecchie volte, ma questa volta ti assicuro che è così: da Il vino si fa con l'uva mangerai uno dei migliori taglieri della tua vita. Io ne ho mangiati parecchi e devo dire che quello che mi ha piacevolmente colpito è stata la completezza: è tutto meravigliosamente equilibrato, dalle quantità alla selezione.


Un sapore non copre mai l'altro e si respira un profumo spettacolare. Questo tagliere non nasce per caso ed è il frutto di un sapiente e costante lavori di selezione: i salumi e i formaggi provengono solo da piccoli produttori che non fanno parte del circuito della grande distribuzione. 
 
Il tagliere non è lo stesso e varia in base al gusto e alle disponibilità. Quello che non cambia, è la qualità eccelsa dei prodotti. Partiamo dai salumi: mortadella e guanciale affumicato di Mangalica (un’altra vita rispetto a cinta senese e patanegra), capocollo di Norcia aromatizzato al finocchietto, finocchiona del grossetano con semi di finocchio e leggermente agrumata sul finale e prosciutto tascabile di Norcia.


Tra i formaggi spiccano il pecorino semistagionato di Pienza etichetta rossa (clamoroso), la gran cistella piemontese e un formaggio ubriaco al prosecco. Ogni tagliere è in viaggio, un percorso sensoriale alla scoperta di storie che meritano di essere raccontate. Davide e Stefano inoltre non si fermano mai: ogni volta che si muovono, vanno alla ricerca di nuovi salumi e nuovi formaggi da assaggiare e da riproporre nel tagliere.  

Oltre al tagliere c’è di più

Il tagliere è il grande protagonista della proposta gastronomica de Il vino si fa con l’uva, che si arricchisce comunque di altre perle culinarie che ti lasceranno a bocca aperta. Partiamo con la mozzarella di bufala campana dop: uno spettacolo da gustare e fotografare. A seguire carpaccio di manzo nazionale marinato con erbe friulane, bresaola di angus al piatto, tartare di bresaola, misto di verdure sottolio, misto di crostini e bruschette e fuori menù che cambiano di settimana in settimana.

Un dopocena di classe: fermati per un goccio


Quando l’aperitivo finisce, non andartene. Davide ha vissuto in Scozia e può regalarti emozioni forti anche con il whisky: qui puoi trovare una selezione di quasi 50 whisky in mescita. Un numero che fa percepire la passione di Davide, che mira sempre all’eccellenza: qui non si beve whisky tanto per bere, lo si degusta con l’intento di percepirne essenza, struttura e storia. Vale lo stesso discorso del vino: qui non troverai etichette da scaffale ma solo whisky ricercati e selezionati in modo accurato.
 


Grande attenzione anche per il gin: la selezione cresce a vista d’occhio e adesso ha superato le venti etichette. Ecco perché Il vino si fa con l’uva diventa il locale ideale anche per il dopocena con birre artigianali, vino alla mescita, gin tonic & lemon e distillati selezionati.

Fra digitale e reale

La loro vita è cambiata, l'e-commerce è rimasto. Certo, Davide e Stefano non hanno il tempo materiale per poterlo aggiornare come facevano in precedenza perché indaffarati a portare avanti il locale (di successo) nel cuore di Velletri. Ad ogni modo è lì, a ricordare quello che sono stati e il punto di partenza di questa storia meravigliosa che siamo sicuri avrà ancora tante pagine da scrivere.

Il Vino si fa con l'uva - Wine Boutique & Taglieria
Indirizzo: Piazza Cairoli, 2 - Velletri (RM)
Telefono: 0685351922


Immagini interne e di copertina gentile concessione de "Il Vino si fa con l'uva"

  • RECENSIONE
  • ENOTECA
IN QUESTO ARTICOLO
POTREBBE INTERESSARTI:

Carne alla brace mon amour: i consigli di uno chef per farla "al bacio"

Perché il freddo non arresterà la nostra voglia di grigliare.

LEGGI.
×