Ci sono serate e serate per fare aperitivo a Venezia, o per dedicarsi alla scoperta di osterie nascoste. Se fa freddo come in questi giorni, allora ti consiglio di partire con le idee ben chiare e scegliere una zona precisa e “ben servita”. Non che sia difficile trovare un’alta concentrazione di locali dove soddisfare gola e palato in città.Tranquillo, il rischio di andare “lunghi” c’è sempre, in ogni caso. Parti con l’intenzione di bere una cosa e all’ora del caffè non hai ancora cenato. Meglio dunque puntare sì su ombre e cicheti, ma senza sprofondare in un pericoloso, divertente, ma estenuante bacaro tour per le calli di Venezia. Ecco allora un breve circuito in 5 tappe per fare serata ai piedi del centralissimo Ponte di Rialto.

Al Mercà

Parti con uno spritz al Mercà. Chi ben comincia è già a metà dell’opera si dice, anche se purtroppo qui non ti dilungherai molto, viste le temperature e la mancanza di uno spazio coperto. Lo spritz è all’Aperol e come minimo devi abbinarci un paninetto al lardo di colonnata.

Al Barcollo

Ora che inizi a carburare, puoi spostarti... di dieci metri e farti un altro spritz - senza dubbio al Bitter - o un cocktail, se vuoi abbandonare per un attimo la tradizione, al Barcollo. Ti scaldi giusto per il tempo dell’ordinazione e nell’attesa approfitti di un crostino.

All'Osteria alla Ciurma

Bene, ora inizia a farsi sentire la vera fame, poco ma sicuro. Meglio mettersi le gambe in spalla e fare un’altra trentina di metri per arrivare all’Osteria alla Ciurma. Qui ti puoi assestare un attimo, ordinare un’ombra e buttarti sulle polpette di tonno, le sarde o, se proprio non ti piace il pesce, su un bel tagliere di affettati e formaggi.

Alla Cantina Do Spade

Ormai sei a pieno regime, e allora, pochi passi più avanti, puoi dirigerti verso la Cantina Do Spade. Il livello alcolico inizia a farsi interessante, dunque con l’ombra - che non puoi evitare di ordinare - prendi sicuramente i fiori di zucca al baccalà e, come minimo, un ottimo spiedino di pesce fritto.

All'Antica Osteria Ruga Rialto

Bene, se ti è rimasto ancora un languorino, o un po’ di sete, o se magari vuoi prendertela un po’ più calma aspettando un altro gruppo di amici, tornando indietro qualche metro entra all’Antica Osteria Ruga Rialto (che per i veneziani è Dalla Letizia). Non puoi sbagliare, c’è una grande botte all’ingresso. Qui puoi rilassarti con un buon rosso corposo e approfittare dell’ultimo fritto misto, anche di verdure, o di qualche fantasioso crostino.

Foto credit copertina Flickr: Angelocesare

  • APERITIVO
  • EAT&DRINK

scritto da:

Giacomo Pistolato

Cinefilo e gattofilo, mi piace scrivere e osservare. Vivo e scelgo Venezia, quasi tutti i giorni. Non amo le contraddizioni. O forse si.

IN QUESTO ARTICOLO
  • Al Mercà

    Sestiere San Polo 213, Venezia (VE)

POTREBBE INTERESSARTI:

Il poke delle Hawaii è diverso da quello italiano?

Il piatto di tendenza in Italia negli ultimi tempi: non passa giorno senza che sia annunciata una nuova apertura ad esso dedicata. Ma come si mangia nel paese dove lo hanno inventato?

LEGGI.
×