Un'aperitivo elegante, una cena informale in una location raffinata, e un dopocena dove bere drink pazzeschi. Si stenta a crederci, ma si parla di un posto solo, Castelli In Aria, un locale dall'anima poliedrica che ha ormai conquistato Castelfranco con la sua proposta innovativa e dalle mille sfaccettature. Che tu sia amante del vino, dei cocktail, della buona cucina, o perchè no, di tutti e tre, questo è il posto giusto.

Il wine bar

Sicuramente non stiamo parlando del classico wine bar: qui le grandi aziende lasciano spazio alle piccole maison, appartenenti ancora ai contadini e nelle quali tutto il processo produttivo passa per le mani dell’artigiano: piccole produzioni, edizioni limitate, anche da 1000/2000 bottiglie l’anno. La ricerca delle etichette è accuratissima, prediligendo prodotti di nicchia, per lo più vini rari e vini molto attuali, la maggior parte di questi naturali. Un esempio è la categoria dei Naïf, prodotti in modo più naturale possibile, con l’utilizzo di lieviti autoctoni (esclusivamente quelli presenti in vigneto, rendendo il vino pura espressione del territorio) e in quantità molto limitate. Anche per i bevitori più tradizionali, comunque, c’è l’imbarazzo della scelta, tra bollicine (tra cui chiaramente anche i migliori Champagne), bianchi e rossi, che provengono da tutto il mondo, principalmente dall’Italia viaggiando fino a Georgia e Nuova Zelanda.

Il cocktail bar

Castelli in Aria nasce proprio come cocktail bar, e, nonostante si sia trasformato in una realtà molto versatile grazie al bistrot e wine bar, il cuore del locale risiede sempre li; dopotutto, nella maggior parte dei casi la serata inizia con un aperitivo, si passa alla cena, e si torna indietro per terminare la serata con un buon cocktail. Non potrebbe proprio essere altrimenti, vista la proposta del locale, tra twist (rivisitazioni del classici) e signature drink grazie ai quali si percepisce l’esperienza e creatività dei barman, che danno vita a serate di qualità, tra cocktail e musica giusta, non solo nel weekend, ma durante tutta la settimana.

Il bistrot

La qualità, ormai è piuttosto chiaro, è il filo conduttore di ogni cosa: dall’ambiente, al personale, alla materia prima utilizzata in cucina. É proprio così che nasce il bistrot: ingredienti selezionati si fondono a un concept di cucina moderna con abbinamenti estrosi, con un menù che cambia di frequente, per offrire sempre nuove alternative ai clienti e soprattutto per seguire la stagionalità dei prodotti. Le proposte sono versatili proprio come lo è la realtà di Castelli in Aria, cominciando dall’aperitivo, che spazia da qualche fritto (come le crocchette di patate con salsa al taleggio o la tempura di verdure) a piatti più ricercati, sia di carne, come la paleta (simile al prosciutto, ma si tratta della spalla) iberica, sia di pesce, come ostriche e scampi.


La proposta è piuttosto variegata anche parlando della cena, grazie a un’ampia scelta di primi, carne (molto rinomata la tartare di Chianina Veneta, con tuorlo fritto, puntarelle, robiola e aceto di melograno), pesce e opzioni vegetariane interessanti, che si discostano dalla classica insalatona, come il piatto con zucca, petali di cipolla di Tropea, funghi, crema di pane e spuma la blue del Moncenisio. Non manca la sezione “burger”, sempre dal tocco gourmet, preparati con pane artigianale e carne sceltissima, a eccezione della focaccia, farcita con sashimi di salmone affumicato in casa e maionese al wasabi.

Il brunch

Per un locale di tendenza che si rispetti, impossibile non seguire quella che sta facendo impazzire tutti negli ultimi anni: stiamo parlando ovviamente del brunch, quella proposta ibrida tra la colazione e il pranzo di origine anglosassone che, proprio come la cultura da cui proviene vuole, ha come protagonisti uova, sandwich e pancake. Solo la domenica, e solo dalle 11 alle 15, la cucina di Castelli in Aria sforna senza sosta Salmon Toast, Croque Madame (una specialità francese a base di pane in cassetta gratinato con besciamella e formaggio), l’immancabile Avocado Toast (che brunch sarebbe senza?) e l’English Breakfast, la colazione dei sogni con uova strapazzate, fonduta di taleggio, pomodorini confit, patate arrostite, pane tostato e in aggiunta salmone affumicato, bacon o avocado.


Cosa chiedere di più? Ma una torretta di pancake, ovviamente, rigorosamente sormontata da nutella e frutti rossi, a conclusione di un brunch indimenticabile, un po’ come tutto il locale, a dire il vero.

Castelli In Aria
Via Romanina, 14 - Castelfranco Veneto (TV)
Tel. 3517564346  

  • RECENSIONE
  • BISTROT
IN QUESTO ARTICOLO
POTREBBE INTERESSARTI:

Carne alla brace mon amour: i consigli di uno chef per farla "al bacio"

Perché il freddo non arresterà la nostra voglia di grigliare.

LEGGI.
×