Aperto il 5 Luglio 2018 ha mantenuto sicuramente la sua impostazione di base ma è via via sempre più cresciuto, non solo nell’offerta culinaria e nella sua incredibile bottigliera ma anche – e forse soprattutto (perché è la prima cosa che si scorge una volta entrati) nella sua estetica.
“Lo volevo un posto estremamente verde, lo volevo in grado di trasmettere non solo rilassatezza ma anche serenità, me lo ero immaginata proprio così nei miei sogni e oggi che lo guardo – ogni giorno – non posso che esserne innamorata. Sai, ho sempre pensato a questo locale come ad una sorta di oasi felice, un giardino urbano dove non te lo aspetti ma proprio dove ti serviva perché diciamocelo: a Padova un posto così mancava sicuramente!”
A parlare, Elisa Vianello, titolare di Valbruna, il locale sito a Limena che in pochissimi anni ha scalato tutte le classifiche.
 
Un tempo distilleria, oggi locale che guarda al futuro

 

Entrando da Valbruna la sensazione che si ha è quella di essere catapultati in un’istante in una grande metropoli, per dirne una e rendere l’idea sicuramente utilizzerei Milano. La sensazione qui è infatti quella di scordare per un attimo tutto ciò che si lascia fuori, venendo così immersi in un punto di ritrovo cosmopolita fuori dal tempo e dallo spazio che con i suoi quasi 120 coperti (tra interno ed esterno) la sua divisione in Ristorante e Bistrot, il suo Cocktail Bar ma anche la sua sala prenotabile per eventi privati rappresenta sicuramente un locale molto insolito per la zona, ma proprio per questo innovativo, con uno sguardo non solo al futuro, ma al Mondo tutto. Lo ha voluto proprio così Elisa però, perché come ci ha raccontato “non nasco ristoratrice, quindi per studiare il miglior prodotto ho ragionato da cliente e non da addetta ai lavori, e ho trovato in questa impostazione la perfetta quadra che risponde a tutte le esigenze”.
 
Tra il verde delle piante quello che risplende è una bottigliera infinita!
 

I cocktail proposti qui sono scenografici (ed è quasi riduttivo definirli così, provare per credere) mentre la birra, quasi tutta in bottiglia, è ricercatissima e proveniente da luoghi lontani e molto spesso di difficile reperimento. I vini poi, tutti selezionati tra territori nazionali e internazionali e con una scelta diversificata anche come tipologie vini: presenti anche bottiglie di vini naturali e biologici (anche in mescita). Una cantina insomma, molto molto ampia, ricercata, e attenta a tutte le esigenze – economiche comprese (si parte con bottiglie da circa 25/30€) e ben si presta per l’abbinamento vini del menù degustazione.
 
Il pranzo nel bistrot è una ventata di freschezza (e di sapori del Sud)
 

Il merito è di Chef Pietro De Martino, classe 1992 e made in Sorrento, che qui ama giocare molto con la territorialità dei prodotti, la sua notevole esperienza risultato di tantissimi anni in giro per le cucine stellate di tutta Europa e il cuore, al quale come ci ha ben ribadito “non si comanda”. Il risultato? Un tripudio di frittini, tipici della cultura culinaria del sud, offerti qui in versione “stuzzichino” per aperitivo o antipasto per un pranzo di lavoro gustoso e informale: crocchè di patate, mozzarelle in carrozza o mini panzerottini. Non mancano poi la crocchettà di baccalà o i gamberoni fritti e panati al cocco in salsa agrodolce.
 

Piatti che cambiano settimanalmente per offrire a tutti una versione sempre nuova e fresca della visione che questo locale ha di cucina. Gnocco di patate alla sorrentina (il piatto preferito dello Chef), risotto scampi e limone o crudi di pesce sono solo alcune delle proposte, a cui si uniscono dei “fuori menù” che altro non sono se non i piatti che strizzano l’occhio alla parte di ristorante. Un esempio? Anguilla e cavolfiore arrosto, piccola giardiniera e salsa di pesche. 
 
Valbruna e le sue due essenze: Bistrot e Ristorante

È con la seconda che Valbruna riesce maggiormente a rispondere alla domanda: “ma tu, chi sei?” L’invito è infatti quello di prenotare a cena, scegliere il menù degustazione (ma non per forza, previsto qui anche un ampio menù alla carta) e portata dopo portata – sono 6, al prezzo di 90€ - farsi accompagnare in un viaggio “Verso Sud”, questo il nome dell'attuale menù, che alle parole preferisce i sapori per esser spiegato. Triglia, totani o ravioli di menta; ma anche razza margherita o ventresca cacio e pepe. E se non basta questo per esser stupiti, va detto che per alcuni piatti vi è la possibilità di abbinare un cocktail. Sì, hai letto bene: cocktail.
 

Possibilità di riservare un locale di Valbruna (sia lato Bistort sia lato Ristorante) per poter festeggiare un momento gioioso e spensierato con gli amici o, diversamente, per ottenere la riservatezza e il servizio di qualità necessari per un momento di ritrovo aziendale. 

Valbruna,
Via del Santo 2, Limena
Tel. 0496451237
 

  • RECENSIONE
IN QUESTO ARTICOLO
×