10 cantine con ristorante da scoprire a Verona e dintorni

Pubblicato il 11 febbraio 2022

10 cantine con ristorante da scoprire a Verona e dintorni

Negli ultimi anni il turismo del vino è cresciuto a dismisura e i viaggiatori, che sono sempre più esigenti, non vogliono solamente bere bene, ma anche vendemmiare, assaggiare prodotti locali,  fermarsi a dormire, cenare e perfino vedere come si fa il vino. Del resto, cosa può esserci di meglio che andare in giro per agriturismi e cantine, a sorseggiare e comprare vino dal prodotture? Le cantine sono sempre il miglior campus e non sono più quelle di un tempo, dove andavi con i nonni a prendere il vino sfuso. Oggi hanno decisamente cambiato il look e ti fanno vivere esperienze memorabili. Dimentica i luoghi bui e polverosi, le cantine sono ambienti raffinati per appassionati di archittetura, ville antiche ristrutturate, luoghi moderni di design, musei, ristoranti gourmet, location da urlo che, vi prego adottatemi tenetemi qui a curare l'orto. C'è da sbizzarrirsi anche a Verona, il panaroma vitivinicolo è molto interessante e io che sono una buona forchetta vorrei proporre in questo articolo, una selezione di 10 cantine dove non solo si degusta buon vino, ma si può pranzare e pure cenare.

La cantina storica con il ristorante gourmet


Tra uliveti e vigneti, poco distante dal Lago di Garda, a Lazise, sorge Masi Tenuta Canova dell'azienda Masi. Conosciuta in tutto il mondo, è una delle cantine storiche di Verona, tra le prime produttrici del pregiato Amarone. Masi è un'eccellenza, un ambasciatore del Made in Italy. All'interno della Tenuta, trovi anche il Wine Discovery Museum, il Wine Shop e il fruttaio, tutte zone visitabili. Infine, non manca un raffinato dehor. Ogni momento è buono per visitare Masi Tenuta Canova, che sia per un incontro di lavoro, per un appuntamento galante, per una cena tra amici. Masi è una garanzia. Il suo motto? Wine First. Il vino è il protagonista assoluto, tutto si abbina al vino, non viceversa! Per pranzare o cenare, è possibile attingere da due menù. Quello tradizionale veneto (con cicchetti, risotto all'Amarone, bigoli al torchio, al ragù d’anatra, brasato all'Amarone) è continuativo, mentre l'altro, decisamente più sperimentale cambia ogni 15 giorni. Gli ingredienti sono biologici e a km zero. Insomma, l'attenzione per i dettagli riveste ruolo centrale. Non da meno quela per ambiente e questioni sociali. Masi ha scelto, infatti, il riciclo e la riduzione degli sprechi per gli imballaggi. Inoltre ha preso parte a progetti importanti dal punto di vista umano, come "Cotti in fragranza". Attraverso alcuni dolci acquistabili all'interno dei Wine Shop, si fornisce un aiuto concreto ai ragazzi del carciere minorile di Palermo. Questi dolci sono stati realizzati proprio da loro, attraverso la formazione e il supporto dello chef di Masi. 
Masi Tenuta Canova, Via Delaini,1, 37017 Lazise (Vr). Telefono: 0457580239, canova@masi.it

La cantina che è andata in tv

 


Se cerchi aria di famiglia e non ne puoi più della città, dovresti cenare a I Tamasotti, cantina, relais e agriturismo a Mezzane, nella provincia di Verona. Nei vigneti si raccoglie a mano e si selezionano i migliori grappoli, proprio come accade per gli ingredienti in cucina, nel pieno rispetto dell'ambiente e della tradizione. Il menu offre combinazioni raffinate di sapori provenienti dall'orto. La cucina è genuina e il vino è buono. Questa cantina ha partecipato al programma televisivo di 4 Hotel impressionando anche lo chef Bruno Barbieri. Il posto è immerso nella natura, si può passeggiare nell’orto vicino al pollaio oppure prendere un aperitivo con vista idromassaggio a sfioro sui vigneti. Si possono assaggiare le tagliatelle tirate con la mescola condite con ragù bianco di vitello tagliato al coltello e piselli, oppure la passata di ceci, i tortellini fatti a mano, la sella di agnello alla brace con verdure e molto altro. Non dimenticare di lasciare un posticino per la Zuppa inglese.
I Tamasotti, Via dei Ciliegi, 10, 37030 Mezzane di sotto (Vr). Telefono: 3402678144

La cantina con la locanda romantica 


Se vuoi un'atmosfera romantica assicurata, devi andare alla Locanda Buglioni, in Valpolicella, tra vigneti, pareti in pietra antica, candele e luci suffuse è un must. Questo locale è un agriturismo, un relais e una tra le più antiche cantine veronesi, tira un'aria raffinata. Si mangiano piatti tipici della tradizione Veneta e la carne è uno dei piatti forti. Tutto è un'esperienza, dalla battuta di manzo cruda con crostone di pane all’olio di loro produzione, alla tagliata di filetto di Bufala. Tra i primi sono sicuramente da assaggiare il riso mantecato al Bugiardo, oppure le tagliatelle di farina integrale con finferli e crema di formaggio l’Opera. Se c'è ancora un posticino prova il tiramisù "scomposto" .
Locanda Buglioni, Via Cariano, 24/A, 37029 San Pietro in Cariano (Vr). Telefono: 0456801725

La cantina moderna piena di charm


Incorniciata nella valle di Mezzane dal 1883, immersa nella natura, Massimago è una cantina, un ristorante gourmet e anche una dimora antica con alcune canere eleganti. Lontano dalla baraonda cittadina, immersa tra i vigneti lontano da tutto e da tutti Massimago è una cantina moderna piena di fascino. Dal 2008 producono vini biologici, che puoi degustare direttamente nel ristorante. Lo Chef propone un viaggio sensoriale con il suo menù gourmet, è un tipo che sa il fatto suo. I prodotti sono tutti locali e le erbe aromatiche le coltiva lui nell'orto fuori dalla cucina. Il menu è un mix di sapori e profumi azzardati, ma sempre azzeccati. Ogni piatto è un'opera d'arte. Si mangia il carpaccio di manzo marinato al pino mugo con una salsa al Garganega e una riduzione di mele e rosmarino, il flan agli asparagi verdi con cuore di Padano, uovo di quaglia all'occhio di bue, zabaione al vino Magò e granella di mandorla. Se la scelta per primi e secondi è particolare, aspetta di provare i dolci. Il mio preferito è l'Amaronamisù, dove il classico tiramisù si mescola al rosso dell'Amarone. Si cena nel salone con luci soffuse al calore del caminetto acceso. Il panorama è vista vallata. Da Massimago non è la solita si cena, si vive una favola.
Massimago, Via Giare, 11, 37030 Mezzane di sotto (Vr). Telefono: 3426604566

La cantina con la vista sulla città

 


Sulle colline delle Torricelle, poco lontano dal centro di Verona, sorge Corte San Mattia, un agriturismo, una cantina e un B&b gestito da una famiglia. Agli inizi del '900 l'azienda agricola del nonno produceva frutta, vino, olio e verdura per il mercato di Piazza delle Erbe. Si scendeva in città, lungo le vecchie mulattiere per la vendita dei prodotti. Nel 1985 grazie all'apertura di una scuderia e con la necessità di avere alloggi, nacque il primo agriturismo a Verona: Corte San Mattia. Qui si produce gran parte dei prodotti serviti a tavola e le ricette te le puoi portare anche a casa. In azienda oltre ai vini tradizionali della Valpolicella, si producono anche olio extra vergine d’oliva DOP, grappa, miele, frutta, verdura e uova. Non è facile scegliere il piatto giusto. Si può partire con tortino di patate e porri con fonduta al formaggio, oppure con la millefoglie di lesso con pearà e fonduta di Monte Veronese, per proseguire con i bigoli con pesto di cavolo nero, dadolata di zucca al timo e granella di salsiccia. Oppure potresti provare gli gnocchi di rapa rossa con porcini, castagne e guanciale croccante. Si cena e si pranaza con una vista assicurata, da togliere il fiato su Verona. 
Corte San Mattia, Via Santa Giuliana, 2/a, 37128 Verona (Vr). Telefono: 0456760676

La cantina per un super pranzo


L'amore dei nonni, tramandato ai figli, il legame dei valori per la terra, la passione per la buona cucina, nasce così Corte Merci, cantina e agriturismo a Negrar in Valpolicella. Si visita la cantina e poi ci si ferma per pranzo o per cena, come se ci cenasse da nonna. Il vino? Ovviamente è quello di produzione di Corte Merci. Tutto è fatto a mano e i prodotti arrivano dalla fattoria dell'agriturismo, i vini sono sempre abbinati e si finisce con un’ottima grappa di amarone ai frutti di bosco. A Corte Merci tira aria di casa, con il caminetto acceso e un buon vino rosso nel bicchiere. Ti consiglio di partire dai salumi e di provare le tagliatelle al tartufo, continuando con il capretto saltato in padella, o la grigliata di carne o il lesso con la Pearà, il piatto tipico di Verona. Corte Merci non delude mai. Si torna a casa con la pancia piena e si prenota già per la prossima volta, perchè i tavoli non sono molti. Non fermarsi dopo la degustazione, sarebbe un peccato. 
Corte Merci, Via Iago Di Sopra, 5, 37024 Negrar (Vr). Telefono: 0457501046

La cantina sulla collina del Risorgimento 


Il Tamburino Sardo è da tutti noto come il personaggio del Risorgimento italiano raccontato in un romanzo da Edmondo De Amicis, che il 24 luglio 1848 salvò la truppa italiana dagli austriaci. A Custoza in provincia di Verona, si ricorda certamente l'eroe, ma il Tamburino Sardo, è soprattutto una cantina e un ristorante, sull'omonimo colle. In questa azienda si producono vini di qualità, dal Custoza al Bardolino, dal Valpolicella Superiore, al Ripasso e all'Amarone e si rivivono i vecchi sapori della tradizione culinaria veronese. Dalla crema di mais con funghi misto bosco, alle fettuccine condite con ragù di selvaggina, alle carni alla brace. Non si può non provare la torta della Nonna e il tiramisù. Il panorama è mozzafiato e la vista sulle colline di Custoza è pazzesca. 
Il Tamburino Sardo, Stradella del Tamburino Sardo, 18, 37066 Sommacampagna (Vr). Telefono: 045516217

La cantina con l'agriturismo vista Lago 


Sulle colline di Bardolino con la vista sul Lago di Garda, l'Agriturismo la Rocca, è stato ricavato da una vecchia fattoria ristrutturata e modernizzata. Dove oggi c'è il ristorante e il B&b, un tempo c'erano le stalle. L'accoglienza è di casa, l'ambiente è familiare e il vino lo producono loro. Sono state rivisitate le ricette ereditate dai nonni, tutto è tradizionale, ma con un tocco di modernità nella preparazione dei piatti. Si nota fin da subito una certa ricerca nei dettagli delle proposte culinarie. Il menù segue la stagionalità, i prodotti sono locali e le verdue quelle dell'orto. Ti suggerisco di assaggiare il passato di zucca porcino scottato con yogurt al rosmarino, o gli gnocchi di patate tarassaco erborinato e fichi oppure i ravioli ripieni di Lavarello, il pesce tipico del Garda, con cipolle caramellate. Il locale è un'oasi di pace e tranquillità con vista sul Lago di Garda. Si possono acquistare anche i prodotti di loro produzione, vino compreso.
Agriturismo la Rocca, Via Strada di Sem, 4, 37011 Bardolino (Vr).Telefono: 0457210964 

La cantina chic nel borgo antico


Tra le mura antiche del Castello di Soave, sotto la torre, sorge la Locanda del Borgo, proprietà della cantina Rocca Sveva, un ambiente raffinato ed elegante. All'interno del locale sono presenti grandi saloni e un bellissimo dehor, ma anche delle salette più intime per ogni occasione. Il vino è quello di Rocca Sveva ed è sempre il sommelier a consigliarti quello giusto. Lo Chef ha creato un menu con portate che mescolano tradizione a scelte più moderne. Dopo la visita in cantina si può cenare con la vista sul Borgo di Soave, Bandiera Arancione del Touring Club. Qui tutto è un'esperienza, dal tour tra le botti a la mes en place del tavolo. Durante l'anno organizzano numerosi eventi. Si possono trovare primi piatti con pasta fresca fatta a mano, oppure risotti rivisitati come quello all'Amarone con mirtillo, secondi di selvaggina, oppure sufflè di verdure. Anche nei dolci lo chef sperimenta alternative, come al muffin caldo al cioccolato con panna. Tutto è curato con attenzione.
Locanda del Borgo, Via Covergnino, 11, 37038 Soave (Vr). Telefono: 0457680092

La cantina nella villa del '600


Non lontano da Verona e dal Lago di Garda, puoi trovare il Ristorante Borgo Antico, all'interno del quattro stelle, Villa Quaranta Tommasi Wine Hotel & SPA, di proprietà della famiglia Tommasi, tra le storiche dell'Amarone. Le mura sono quelle antiche di una Villa del '600, l'aria è decisamente raffinata, non serve che lo dica. Lo Chef è un creativo e grazie al suo estro, tutto si trasforma in un'esperienza enogastronomica. Non è facile scegliere cosa assaggiare. Consiglio di iniziare con un involtino di crudo di Parma 24 mesi DOP, con cuore di radicchio rosso brasato al vino rosso, miele di castagno e grana fondente, oppure i tacos di grana Padano 20 mesi, fragole, basilico e gelatina di birra chiara. Per i primi sono da provare gli gnocchetti di patate fatti in casa con fonduta di formaggi e tartufo nero scorzone della Lessinia. Se preferisci il pesce dovresti provare il luccio, pesce di acqua dolce, con crema di mais. Tutti i dolci sono accompagnati prima da un pre-dessert dello chef: la granita al Prosecco su coulis di marmellata di arance. Se però ti resta posto, non farti mancare la millefoglie della casa con crema chantilly e cioccolato fondente. 
Ristorante Borgo Antico - Villa Quaranta, Via Ospedaletto, 57, 37026 Pescantina (Vr). Telefono: 0456767300

Foto di copertina di Masi Tenuta Canova da Facebook

  • RISTORANTI E PIATTI TIPICI

scritto da:

Nicole Rossignoli

Viaggio sempre, per passione, per lavoro e con la mente. Nel turismo da una una vita, magistrale in Promozione e Comunicazione Turistica, quasi sommelier, aspirante UNinfluencer. Assaggio, scrivo e promuovo mete di gusto e viaggi diVini. Annuso le pagine dei libri, mi perdo nei mercati, compro spezie, guardo le stelle, mi lascio spettinare dal vento e mando cartoline. Ho vissuto un po' di qua e un po' di là, ma poi torno sempre nella mia amata Verona. Adoro il gelato al pistacchio e non posso vivere senza caffè.

IN QUESTO ARTICOLO
POTREBBE INTERESSARTI:

Dimmi cosa ascolti e ti dirò cosa mangi

Il cibo è musica: cosa ascoltano gli italiani a tavola

LEGGI.
×