Il locale (e la sua offerta) è giovane, fresco, tanto ambizioso quanto semplice, buono e con una grandissima ricerca dietro. Insomma, Fatti di Luppolo è un po’ come i suoi due proprietari – Giorgia Zanellato e Fabio Pinton – che con competenza, un pizzico di fantasia e molta volontà, promuovono un modo di mangiare che è quello di ogni giorno, ma con degli abbinamenti che non ti aspetti assolutamente.
 
Fatti di Luppolo: l’oasi per gli amanti della combo panino birretta


Qui scordatevi il “solito” cheeseburger e preparatevi a panini diversi, ingredienti innovativi e ad un altissimo tasso di salivazione. Consigliare o suggerire è veramente complicato perché come ci racconta Giorgia “i gusti vanno moltissimo in base alla stagione, al momento, a come uno si sente quella particolare sera”. Una cosa però va detta, capisaldi come il “Columbus” con hamburger, asiago, pancetta arrotolata in crosta al pepe nero, anelli di cipolla con pastella alla birra, pomodorini, misticanza e mayonese affumicata o “Pulled” non passano proprio mai di moda.

Il menù è annuale ma ogni due settimane circa vi sono sempre dei fuori menù che permettono così di provare (e trovare) sempre qualcosa di nuovo, diverso e sfizioso.
 
Non solo burger…


Ma anche un grande tripudio di fritti, dalle patate fritte alla paprika passando per patate dolci fritte, filetti di cipolla, verdure pastellate, anelli di cipolla in salsa bbq o pulled pork bites. Fame vera? Fritto misto servito per tre o per quattro persone. Completano l’offerta poi spianate, insaltatone e dolci spaziali che variano dal tiramisù con crema al Baileys e cucchiaino di cioccolato Lindt, tartufo al pistacchio o soufflè al cioccolato.
 
E ampio spazio a intolleranze o differenti regimi alimentari
 

Quando capita di trovarla, l’attenzione e il rispetto per il prossimo dico, è bene porci l’accento perché è cosa importante. Da Fatti di Luppolo infatti, vegetariani, vegani ma anche intolleranti al glutine o al lattosio possono farsi una cena (completa) in tutta tranquillità. Dal formaggio vegano (senza lattosio) passando per il pane senza glutine e senza lattosio – compreso il dolce – tutto è pensato per venire incontro a ciascuna esigenza del cliente. E la birra? Ben cinque differenti opzioni di birra senza glutine.
 
Serata a tema? Presente
 
Un format che piace molto qui da Fatti di Luppolo è la “Tartare Burger Night”, realizzata una volta al mese indicativamente al mercoledì, dove l’unica costante è la presenza della tartare come ingrediente cardine del panino e tutto il resto varia. Unica raccomandazione? Ricordarsi di prenotare, pena il rimaner senza.
 
Pit-stop aperitivo?


Se dicessimo mini burger? Ben quattro diversi gusti sfiziosi per dei minu burger di 40gr (serviti senza patatine fritte) che accompagnano il momento dell’aperitivo traghettandoci degnamente verso la cena e aprendo lo stomaco. Possibile poi, anche la combo di 3 mini burger (al prezzo di 14€).
 
Bello tutto, ma cosa si beve?


Fatti di Luppolo, il nome lo preannuncia, è la “casa” della birra con una fornitissima spina e molteplici etichette di birrette in bottiglia che spaziano per gusto, colore, gradazione, prezzo e provenienza. Vi è una grandissima rotazione di birre, questo per permettere un sempre nuovo gusto o, perché no, di conoscere sempre diverse case di produzione.

La cosa bellissima? Le birre possono essere anche acquistate e portate a casa: ottimo modo per un salva serata o per fare un regalo all’amico amante del luppolo. A completare l’offerta poi, ben quattordici bottiglie di gin e diversi cocktail classici qui realizzati per aperitivo o anche cena.
 
Fatti di Luppolo, 
Via Stefano Breda, 26L - Limena (PD) 
Tel. 3925006937

  • RECENSIONE
  • APERITIVO
IN QUESTO ARTICOLO
POTREBBE INTERESSARTI:

Carne alla brace mon amour: i consigli di uno chef per farla "al bacio"

Perché il freddo non arresterà la nostra voglia di grigliare.

LEGGI.
×