Dove mangiare alla Vigilia, a Natale e a Santo Stefano a Pescara

Pubblicato il: 17 dicembre 2016

Dove mangiare alla Vigilia, a Natale e a Santo Stefano a Pescara

Dieta in modalità off o almeno in standby. Anche quest’anno è finalmente giunto il momento di piantarla con le rinunce (almeno per un po’) e godersi le meritate feste natalizie. Non vedevamo l’ora.

Rimane però un problema, anzi due, e non da poco. Ritrovarsi un plotone di parenti da sfamare la sera della Vigilia o per il pranzo di Natale (pulizie del giorno successivo annesse) è quasi peggio che andare al lavoro. Bene, allora facciamoci invitare da loro, magari proprio da quella zia che ci conosce da quando siamo nati ma non ha ancora capito che il cotechino non ci è mai piaciuto e imperterrita continua a ripresentarcelo nel piatto.

Ma sì, per una volta non preoccupiamoci di esibire le nostre abilità in cucina o la nostra soglia di sopportazione, il relax prima di tutto, usciamo e accomodiamoci al ristorante

Natale dell’abruzzese moderno



Nuovo nella Pescara vecchia, al posto della Cantina di Jozz, c’è Mastro, ristorantino di cucina abruzzese rivisitata e sperimentale. La sua carta vincente è un staff giovane con tanta voglia di stupire (pensate: lo chef Roberto ha solo 24 anni ma si è formato sotto l’ala del tristellato Niko Romito), non solo con l’estetica raffinata dei piatti ma soprattutto con i sapori delicati ma incisivi. Mastro chiude la Vigilia e il giorno di Natale, mentre è aperto a Santo Stefano con menù alla carta. Godetevi un pranzo o una cena secondo la migliore tradizione locale, ma senza troppe nostalgie per il passato.
Via delle Caserme, 61, 65125 Pescara. T: 3711160220

Natale dell’anticonformista



Negli ultimi anni il sushi è diventato un must have dei nostri weekend, tanto che fatichiamo a rinunciarci anche per una sola settimana. Perché non sceglierlo, allora, anche per la domenica della Vigilia? Prendi la tua famiglia e portala da Giappo, che per la serata del 24 dicembre (entro le 19.00) organizza il suo Sushi party. Al costo di 30 euro potrai avere un Giappo Combo (40 pz. misti) e una Birra Iki, (artigianale giapponese). Che sia la buona occasione per far apprezzare il cibo giapponese anche a qualche padre troppo scettico, o a nonne perennemente impegnate nella crociata della cucina tradizionale?
Corso Gabriele Manthone, 27, 65127 Pescara. T: 371 116 0220

Natale da intenditore



C’è un’altra novità in città: il ristorante Tamo. Ha aperto meno di un mese fa, ma si presenta già davvero bene. L’aspetto raffinato ma essenziale dell’ambiente riflette la ferrea politica dello chef, a cominciare dall’attenzione nella scelta degli ingredienti. Cucina gourmet che anche per le festività natalizie (pranzo del 25 dicembre, pranzo e cena del 26 dicembre) presenta un menù davvero ricercato, al costo di 60 euro: terrina di Foie Gras, uovo su crema di fracchiata aromatizzata alla liquirizia, anatra glassata ecc. Perché non possiamo concederci ogni tanto lo sfizio di sentirci un po’ posh? Estremamente posh.
Via del Mulino, 6, 65010 Spoltore PE.

Natale in grande



Andare a mangiare a Piazza Mercato è un po’ come quando da bambini ci portavano al luna-park, puntavamo ogni singola giostra ma alla fine, inebriati e un po’ frastornati, non sapevamo più dove girare la testa. Il locale infatti, di ben 1200 mq, è composto da una serie di aree ristorative e corner dedicati a una miriade di alternative enogastronomiche, tradizionali e non, accomunate dalla qualità delle materie prime (tutte ma proprio tutte, anche la legna utilizzata per la cottura su carbone carbone). Ogni volta la stessa storia: vorremmo provare tutto, ma abbiamo uno stomaco solo. Solleviamoci, allora, almeno durante le feste natalizie dall’indecisione e affidiamoci al menù a base di pesce previsto per la cena della Vigilia, o a quello di carne per il pranzo i Natale (45 euro adulto, 25 bambino). Vi svelo almeno un piatto di ciascuno: spaghetto quadro scampi e zucchine, gnocchetto al ragù bianco di anatra. 
Largo Filomena delli Castelli, 3, 65128 Pescara. T: 08553627

Natale easy

Non sempre abbiamo voglia di metterci in ghingheri e passare la giornata in ambienti chic, mangiando un piatto di cui non riusciamo bene a pronunciare il nome, composto magari da qualche ingrediente che non abbiamo mai sentito nominare. Sì, non sempre abbiamo voglia di tante formalità. Se la tua priorità è trascorrere il pranzo di Natale in un clima familiare e rilassato, non rinunciando comunque al buon cibo, Sanacore potrebbe fare al caso tuo. Si tratta di una trattoria - wine bar nel cuore della vecchia Pescara, recentemente rimodernato. Ecco cosa propone il menù per un totale di 35 euro
- Antipasti: Zucca grigliata, caprino e peperone secco, Tomino, miele, speck e cipolla caramellata, Polenta e funghi porcini, Bresaola, rucola e grana.
- Primi: Quadrucci in brodo di cardone e polpettine, Chitarra con ragù bianco alle tre carni al profumo di cannella.
- Secondo: Agnello al forno con verdure croccanti e frutta secca tostata su crema di patate e porri.
- Dolci: Panettone, Buffet di dolci della casa.
Il tutto è ovviamente accompagnato da una degna scelta di vini, cavallo di battaglia del locale: Montepulcino, Cerasuolo, Trebbiano dell’abruzzese Azienda agricola Valle Reale, ecc. E per finire: caffè e amaro.
Sanacore, Via Marco Polo, 13, 65128 Pescara, T: 3489252747  

Foto copertina dalla pagina facebook di Ristorante Piazza Mercato.

Vuoi conoscere tutti i migliori eventi della tua città? Iscriviti alla newsletter.

  • NATALE
  • EAT&DRINK

scritto da:

Martina Vascellari

La letteratura è il mio grande amore, la biblioteca il mio ambiente ideale, ma appena chiudo il mio libro mi piace immergermi tra la folla. Adoro andare a locali, provare nuovi piatti e soprattutto ballare in discoteca.

POTREBBE INTERESSARTI:

Ecco i premiati dalla Guida Espresso 2020 (la prima ad uscire e quella che anticipa i trend): i migliori ristoranti d'Italia

Oltre 2200 indirizzi da provare in tutta Italia tra alta cucina, trattorie, fast food, pizzerie.

LEGGI.
×