Un locale che metta sempre tutti d’accordo per una serata 100% conviviale? C’è e si trova a Bisceglie, nell’elegante zona Crosta della città. Qui si trova una buona idea, anzi santa, diventata realtà giorno dopo giorno grazie all’impegno e alla ricerca in fatto di tendenze foodies. Santacrosta è tutto questo ma anche molto di più, per cui non chiamatela solo braceria o pinseria.

Industrial di Puglia



Santacrosta coniuga la piacevolezza del moderno a dei dettagli che richiamano la nostra Puglia. Ne viene fuori un mix per niente eccessivo, anzi, ben equilibrato in cui l’industrial si sposa bene con attrezzi della vita contadina come botti e accessori che sanno arricchire le pareti in pietra. A coordinare il tutto ci sono lavagnette a parete che ci ricordano cosa potremo mangiare una volta seduti sul nostro divanetto o al tavolo. Pinse, bistecche alla brace o prelibati finger food diversi dal solito sono solo alcune delle proposte golose, ma ne parleremo tra poco. Ma il tavolo perfetto per gustarsi il menu? Tutti diremmo, dalla zona esterna per chi ama essere sempre in vetrina, fino a un’atmosfera più ricercata per una cenetta romantica che solo una botte può dare. E per tutta la famiglia? Certamente i divanetti rossi che completano il design ricercato della sala.

Tutti d’accordo a tavola sin dall’aperitivo


Santacrosta è la location perfetta per tutti quelli che non sanno mai mettersi d’accordo su cosa mangiare fuori a cena. C’è il carnivoro di turno, il pizza lover e chi, invece, sta bene solo con un burger e una birra. Bene, da Santacrosta tutti possono essere sempre accontentati poiché la forza del locale sta tutta qui: fornire tutto ciò che serve per una serata indimenticabile. Ma partiamo con ordine.

L’aperitivo serale? Certo che si, ma saremo noi a costruircelo solo consultando il menu. Possiamo ordinare finger food classici come chips, oppure concederci un classico tagliere di salumi e formaggi altamente selezionati tra le migliori eccellenze italiane. Un occhio particolare alle golosità campane come il filetto di maialino affumicato e le culatte, senza dimenticare quelle della nostra terra tra formaggi e salumi saporiti, prodotti sempre finemente selezionati. Tutto da gustarsi con una bionda bella fresca.

E per chi resta a cena?


Santacrosta è il regno della buona carne e qui si fa tutto per bene. Grazie al sistema Pira che garantisce una brace assolutamente sicura anche per celiaci e intolleranti al glutine, si assicura una carne cotta davvero a puntino e senza alcun odore sgradevole. Sedersi per concedersi una cena tutta carnivora è un imperativo categorico perché qui, tra tagli eccezionali provenienti da tutto il mondo, sempre certificati e tracciati, c’è proprio da divertirsi. Basta fermarsi qualche minuto a visionare la cella di frollatura, oppure concentrarsi sull’apposita sezione del menu Brace Top Quality per avere già l’acquolina in bocca immaginando una succulenta T-Bone da condividere o da tenere tutta per noi.

Qualcuno ha detto pinsa?


Pizza lovers, anzi pinsa lovers, qui si parla di voi. Da Santacrosta c’è la pinsa romana fatta davvero “a mestiere” con la ricetta originale e il 90% di idratazione che garantisce un alto tasso di digeribilità. Il risultato è una basenuvola da farcire con ingredienti di altissima qualità, gli stessi utilizzati per i famosi taglieri, come la bufala di Puglia, tutta particolare, o salumi ricercati tra le eccellenze italiane. Tra pinse special e granitiche certezze gourmet, tutto l’anno si assicura il sapore morso dopo morso. Occhio perché questa pinsa è possibile averla anche per i nostri amici celiaci al tavolo, infatti una sezione della cucina dedicata e senza alcuna contaminazione prenderà in carico l’ordine speciale.

I must have di Santacrosta


Il menu di Santacrosta è strutturato in modo da garantire sempre il gusto in tutte le stagioni. A cambiare è il menu è sempre il team di pizzaioli e cucina che, lavorando in sinergia, forniscono pairing sempre in linea con i tempi partendo dalle più semplici polpette fino a piatti elaborati. Almeno due volte all’anno si rivedono farciture dei burger e pinse, senza dimenticare le ricette must del menu, migliorandole e consegnando a noi nuove combo pronte a conquistarci. A perfezionarsi anno dopo anno c’è la formula del galletto cotto a bassa temperatura o delle ribs di maiale lasciate cuocere per 24 ore sulla brace con deliziosa salsa bbq, una goduria per gli occhi e per il palato da non perdersi. Occhio anche al rapporto qualità prezzo davvero interessante.

Brindiamo!


Da Santacrosta le eccellenze vengono premiate a tavola e lo stesso vale al calice. Ecco perché non mancano etichette di riferimento della cultura pugliese e e italiana. Il tutto studiato per accompagnare perfettamente una serata romantica o una conviviale braciata da condividere con gli amici. Dal Nero di Troia del Castel del Monte fino al Primitivo di Manduria, non mancano mai i grandi nomi della tradizione. Andando fuori regione non si dimenticano le eccellenze toscane e piemontesi in grado di supportare per eleganza e struttura i preziosi tagli di carne, come una succulenta picanha.
E per chi ama la birra a tutti i costi Santacrosta ha ottime alternative. Anche in questo caso si punta solo al massimo con la Lowenbrau, Leffe Rouge o l’italianissima Birra Baladin. Insieme ad altre etichette di nicchia completano il beer book del locale.

E alla fine arriva il dolce


Che non ci venga in mente di negarci il dolce da Santacrosta perché faremmo un grandissimo errore. Tra i must ci sono i prodotti di I Marigliano che direttamente dalla Campania ci porta sul tavolo le migliori declinazioni tra tiramisù e mousse, senza dimenticare i mitici babà. Occhio anche a qualche chicca del territorio che tra Gargano e casa nostra, ci porta in tavola semifreddi e profitteroles di prima categoria. Da gustarseli con la selezione di amari e distillati di cui il locale è davvero fornito. Lasciate perdere l’amaro della casa perché qui si fa sul serio, anche con un buon rum per completare una serata riuscita.

Santacrosta - Via Giovanni Bovio 381, Bisceglie (BT). T: 3491954868

  • RECENSIONE
  • BRACERIA
IN QUESTO ARTICOLO
POTREBBE INTERESSARTI:

Carne alla brace mon amour: i consigli di uno chef per farla "al bacio"

Perché il freddo non arresterà la nostra voglia di grigliare.

LEGGI.
×