Pensa al tuo concetto di "osteria" e anche a quello di "birreria". Fatto? Dopo aver conosciuto Osteria Birreria La Torre rivaluterai tutto e non sarai più capace di accontentarti di qualcosa in meno. Perché la filosofia che sottende la nuova apertura mestrina è tanto lineare quanto innovativa: offrire momenti conviviali e rilassati puntando sulla qualità assoluta della materia prima, metodi di cottura all’avanguardia e una cornice invidiabile, quella di Piazzetta Pellicani, il cuore di Mestre, sotto la Torre Civica, tra Piazza Ferretto e Via Palazzo. Le specialità? Birra artigianale non filtrata e carne dry aged. Ma non solo, ci sono anche vini bio e piatti vegetariani e vegani. Perché qui soddisfare il cliente senza improvvisarsi è un mantra imprescindibile.

Una posizione destinata entrare nel cuore dei mestrini

Osteria Birreria La Torre si riconosce subito: una serie di tavoli ben disposti e distanziati in Piazzetta Pellicani (dove si prende l'aperitivo e si cena!) conducono fino all'entrata nei locali sotto la Torre Civica che i mestrini conoscono come l'ex Borsino, ufficio della Cassa di Risparmio. Ad accogliere gli ospiti ci pensa il grande bancone, fulcro dell'aperitivo che conduce nella sala vera e propria, il palcoscenico della cucina, il nucleo pulsante di La Torre. L'atmosfera è moderna, cosmopolita ma calda e rustica allo stesso tempo grazie all'utilizzo dei materiali: ferro e legno lavorati per richiamare lo stile medievale. Un assist perfetto per le specialità fondanti di La Torre: carne e birra.

La carne al centro: molto più della classica grigliata

La vetrina delle carni esposta in sala non è solo un complemento d'arredo apprezzato dai carnivori. Si tratta, invece, di una cella di mantenimento ad umidità controllata che preserva intatti i sapori dei tagli di carne pregiati a frollatura lunga (dai 30 ai 60 giorni) e dry aged. Se non lo conosci, è un processo di essicazione e ammorbidimento della carne che provoca la penetrazione del grasso sottocutaneo all'interno  per renderla estramente "burrosa". La scelta verte soprattutto su carni italiane e biologiche (la Fiorentina di bue nero) con qualche ospitata estera d'eccellenza come El Capricho galiziano. Ma le opzioni legate alla carne sono molte e difficili da trovare altrove, ad esempio la grigliata viene cotta a bassa temperatura e comprende costicine, polletto, pancia di maiale e coppa.

L'hamburger e i sandwich che nobilitano l'idea di birreria

In birreria ci si rilassa, di beve e si mangia "ghiotto". Ed è proprio ciò che succede a La Torre con una differenza: hamburger e sandwich sono studiati, pensati e amati da chi li crea. Li adorerai anche tu perché il pane è prodotto artigianalmente dal forno Bernardi di Manuel Corneli con lievito madre e farine speciali, mentre il companatico crea combinazioni sorprendenti partendo da materie prime di stagione, ricercate e lavorate in casa. Gli hamburger sono di Marchigiana, Wagyu e Patanegra, mentre nei sandwich si trovano prodotti come la spalla di vitello cotta a bassa temperatura dalla cucina de La Torre. Il contorno? È compreso: patate fritte per il burger; pannocchiette e verdure alla griglia per il sandwich.

La birra artigianale e non filtrata d'avanguardia

Il boom della birra artigianale è esploso qualche anno fa. Per questo non ci troviamo più in quei tempi dove basta dire "birra artigianale" per soddisfare i gusti sempre più fini dei birrofili convinti. A La Torre la selezione è accurata e incentrata sulle avanguardie del mondo brassicolo artigianale italiano: Canediguerra e Birra dell'Eremo Fiera. Poi, delle mai-senza estere come le Lupulus, in stile blanche e triple dal Belgio. Oltre alle sei spine totali, si può contare su una piccola cantina di bottiglie, sempre rigorosamente artigianali e non filtrate. Vuoi abbinarle ai piatti? Ottima idea, chiedi allo staff!

Il vino che trasforma l'aperitivo in un'ora felice

L'aperitivo con la birra è sdoganato (e interessante!) ma in terraferma veneziana non si può prescindere da un calice di vino, soprattutto in orario aperitivo. La cantina vinicola di La Torre accoglie un centinaio di referenze con un bel repertorio di cantine biologiche e biodinamiche del Nordest, dell'Italia tutta e con qualche incursione oltreconfine. Caposaldo: si tratta di vini provenienti da piccole realtà, lontani dall'industriale. Assolutamente da valutare anche a cena oppure a pranzo e consigliati in base alle pietanze, sia al caliche che alla bottiglia. Alla mescita, una raccolta di bollicine, bianchi e rossi di pregio che non superano i 5 € al calice. Cin cin!

L'happy hour è "happy" solo se fai la cicchettata

Il bancone di La Torre è una vetrina di cicchetti goduriosi in stile veneziano ma con la firma creativa del locale. Le polpette di carne sono fatte in casa così come le vegetariane con pere, formaggio e patate. Il tramezzino è con la crosta, preparato con il pane artigianale di Bernardi e in quattro varianti, una delle quali con il pastrami fatto in casa. Come scegliere? Ti aiutano le proposte di chicchetteria pensate per creare mix creativi da condividere con gli amici a piccoli prezzi. Ad esempio, una polpetta costa 2 € ma il misto da 3 polpette è proposto a 5. Lo stesso vale per il misto di cicchetti, le frittatine farcite e i tramezzini. E se vuoi continuare con l'aperitivo lungo in compagnia: piattino di crostini con Serrano oppure con prosciutto crudo fanno al caso tuo.

Il mattino ha l'oro in bocca fino a pranzo

L'atmosfera unica e serena di questo angolo privilegiato di Mestre si può sperimentare fin dal mattino con la classica colazione all'italiana: caffè, cappuccino e brioche artigianali. Si scivola veloci verso il pranzo che non ha niente da invidiare alla cena, anzi: la carta è la stessa della cena e a questa (che comprende primi piatti e insalate, perfette per restare leggeri) si aggiungono le proposte del giorno pensate per valorizzare le primizie di stagione e non annoiare mai i clienti affezionati. Puoi trattarti bene anche se hai solamente un'ora di tempo.

E la sera, un romantico cocktail

Il barman Salvo ha dato il suo twist ai grandi classici più amati della miscelazione. Puoi sorseggiarli dopo cena ammirando la tua città preferita (scommettiamo che lo è!) ma anche prima di cena: c'è anche una linea di miscelati pre-dinner. Potevano non pensarci? Ci hanno pensato, sono "quelli de La Torre"!

  • RECENSIONE
IN QUESTO ARTICOLO
×