I brunch open-air dell'estate 2023 a Milano: quartiere per quartiere

Pubblicato il 12 giugno 2023

I brunch open-air dell'estate 2023 a Milano: quartiere per quartiere

Quest’anno l’estate fa un po’ la preziosa. Si fa desiderare. Finora non ha ancora fatto davvero caldo, ma ci siamo. Siamo praticamente all’inizio formale della stagione estiva, il 21 giugno, e non vogliamo farci cogliere impreparati. L’idea è quella di andare a scoprire locali perfetti per godersi un buon brunch all’aperto. Dehors, giardino, terrazza: insomma, basta che sia “en plein air”. Sì perché la voglia di stare fuori è tanta e non bisogna fare altro che soddisfarla. La domencia è un must, ma va bene anche di sabato. Ecco i locali di Milano da provare per un brunch all’aperto quest’estate.  

Sui Navigli

La mission è quella di recuperare edifici storici abbandonati e farli tornare a pulsare di vita. Combo Milano, iniziamo da Ripa di Porta Ticinese, era una vecchia casa di ringhiera prima di diventare un ostello. Anzi, “more than a hostel”, come ama definirsi. Ci si può fermare per pranzo o per un aperitivo. Ovviamente anche per un brunch nel bellissimo e verdeggiante cortile interno. Piacerà a chi ha il giusto tocco artistico perché qui c’è pure una galleria d’arte con mostre e serate musicali con proiezioni di film. La proposta brunch include uova strapazzate o avocado toast ma anche bagel e pancake. 
Combo Milano - Ripa di Porta Ticinese 83, Milano - tel. 0236680930 

A Romolo

Proseguiamo il giro seguendo un immaginario “fil rouge” culturale. E finiamo da Arca Milano, in zona Romolo, in linea d’aria mica così distante dai Navigli, nella sede di Cap, il consorzio che gestisce il servizio idrico integrato milanese. Proprio nello stesso edificio, c’è spazio anche per un locale che è prima di tutto un progetto, nato da alcuni soci del Circolo Magnolia dell’Idroscalo, e che ha un po’ quell’aria così. Musica, cultura, bistrot e film. Tutto insieme. C’è il dehors e un bel giardino, dentro la gallery ospita mostre d’arte e lo spazio del club. La figata è che il brunch può diventare anche un pic-nic, tra scivoli e altalene, in 600 metri quadrati di spazio, in mezzo al rosa che colora praticamente tutto. 
Arca Milano - via Rimini 38, Milano - tel. 3515310175 

In Bicocca

Tanto spazio all’aperto, c’è pure una piscina. Fuorimano OTBP è una location che non sta proprio in centro, e lo si capisce subito anche dal nome, ma che merita assolutamente una visita. Perfetto per colazione, pranzo, cena e dopocena. Una scelta azzeccata anche per il brunch, che qui viene proposto in cinque varianti, compresa la versione gluten free ma anche quella vegana e per bambini. Chicca delle chicche, per chi ama giocare ai videogame anni 90, ci sono i cabinati con i classici giochi da bar, tipo Tetris per capirci, ma anche giochi in scatola e mazzi di carte. Abbondano i tavoli all’aperto per festeggiare finalmente l’arrivo dell’estate. 
Fuorimano OTBP - via Roberto Cozzi 3, Milano - tel. 0236523460 

In Città Studi

Se penso al brunch, mi salta in mente anche quello della Santeria, in via Paladini, tra Lambrate e Città Studi. Qui c’è un cortile più che un guardino, ma molto verde, con il brunch della domenica si può sempre fare all’aperto, sui tavoli che stanno proprio di fianco al negozio di vinili. Ci sono più ambienti e pure uno spazio per il coworking. Non manca neanche qui il discorso culturale, con eventi artistici in programma, insieme a serate musicali oppure di presentazioni di libri e proiezioni di film. Meglio prenotare per il brunch. È da un po’ che non passo, ma ricordo che ci sono quattro proposte, compresa quella vegana. Ottimo il salmon bagel, con uova, bagel al sesamo, salmone marinato alla barbabietola dolce e agrumi, crema di avocado, cream cheese, insalata, carote e patate al forno. Il tutto arriva con succo d’arancia, caffè americano, cheesecake al bicchiere con granella di frutta secca. 
Santeria Paladini 8 - via privata Ettore Paladini 8, Milano - tel. 0236798121 

In Bocconi

Un giardino quasi nascosto, come tutto quello che di bello c’è in via Giovenale, ci spostiamo tra la Bocconi e la Darsena, alle Fonderie Milanesi. Stile assolutamente industrial, atmosfera vintage e suggestiva, tra edere e particolari di design. Qui il brunch prevede un piatto con diversi assaggi, come hummus e uova, e un altro a scelta in una lista tra cui scegliere tra carne, pesce, formaggio e, per finire, un dolce. La parte esterna dona quel tocco di classe che rende la location assolutamente perfetta per guastarsi un brunch all’aria aperta quest’estate a Milano.
Fonderie Milanesi - via Giovenale 7, Milano - tel. 0236527913 

In Ripamonti

Un giardino immenso, ai confini tra città e campagna. Il brunch da 4Cento è un viaggio verso una dimensione diversa, indietro nel tempo. L’edificio è del Quattrocento, ecco spiegato il nome, il ristorante si adatta a tutti i momenti della giornata, lontano dal baccano della metropoli, in fondo a via Ripamonti. Si inizia dall’aperitivo, con due formule, in base a quanto si vuole mangiare. Poi c’è la cena, impagabile quella sotto il pergolato. E poi c’è spazio anche per il dopo cena, con drink da bare nell’ampio prato verde. Il brunch viene servito direttamente al tavolo. Nel weekend serve prenotare. 
4Cento - via Campazzino 14, Milano - tel. 0289517771 

In Brera 

A Milano di God Save the Food ce ne sono diversi, a maggio ha aperto il nuovo ristorante in Porta Venezia, in piazza Lavater, ma il mio preferito è quello di Piazza del Carmine, a Brera. Sarà per lo spazio di fronte alla chiesa che, nonostante sia davvero ampio, regala un senso tranquillità avvolgente. Il brunch è proposto à la carte con soluzioni che abbracciano specialità americane ma anche europee. Il brunch c’è il sabato e la domenica, da assaggiare la variante del club sandwich all’italiana, con tacchino arrosto, uovo sodo, bacon, pomodoro e lattuga. 
God Save the Food - piazza del Carmine 1, Milano - tel. 0222229440 

In Porta Venezia

I giardini dello Sheraton Diana Majestic sono sempre una piacevole sicurezza, dove rifugiarsi anche all’aperitivo. La regola vale anche per il brunch, proposto a buffet, con il meglio della tradizione americana, tra uova e bacon e pancakes, che si affianca a specialità nostrane tra primi, secondi e dolci, e qualche proposta senza glutine. Il giardino è uno spettacolo lussureggiante da godersi appieno con la bella stagione, seduti comodamente in uno dei divanetti, facendosi cullare dal suono delle cascate d’acqua che scendono dalla fontana. 
Sheraton Diana Majestic - viale Piave 42, Milano - tel. 0220582081 

In Isola

Altro classicone, in Isola, ci fermiamo da Deus Cafè. Ampio il cortile interno dove comporre il brunch nel weekend, scegliendo un piatto dalla lista. Impossibile non trovare qualcosa che piace da mangiare perché la scelta è ampia, dai club sandwich fino ai bagel, passando per hot dog di polpo croccante e pancake con dolci a scelta. Tra le uova, le Norway sono servite in camicia su crostone di pane con salmone affumicato e salsa olandese, servite con patate al forno e pannocchia. Tra i sandwich, merita anche il Deus burger, con carne di manzo, lattuga, pomodoro, cheddar, cipolla caramellata, uovo all’occhio di bue, guacamole piccante e bacon, servito con patate al forno. Da bere? Birra, vino o un succo di frutta.
Deus Café - via Thaon di Ravel 3, Milano - tel. 0283439230 

Foto di copertina dalla pagina Fb di Santeria Paladini 8

  • BRUNCH
  • MANGIARE ALL'APERTO
  • TENDENZE FOODIES

scritto da:

Fabrizio Arnhold

Il trucco per un buon aperitivo o una cena perfetta? Scegliere il posto giusto. Vi racconterò i miei locali preferiti, ma sempre con spirito critico, senza mai dimenticare che a Milano c’è tutto quello di cui si ha bisogno. Basta saper scegliere.

POTREBBE INTERESSARTI:

​È ora di comprare l’olio! Ecco i migliori premiati dalla Guida agli Extravergini 2024 di Slow Food

Che il nostro olio fosse uno dei migliori al mondo, se non il migliore, è cosa nota.

LEGGI.
×