A.A.A. a seguito dell'ultimo DPCM Jimiz rimane aperto tutto il giorno come rivendita di tabacchi, non si può consumare al bancone ma i prodotti da forno possono essere presi d'asporto o ordinati per la consegna a domicilio.

A Bisceglie c'è un locale che ha eretto la colazione a religione: caffè e cornetti (dolci e salati) sono unici. Ecco perché prendere la macchina e fare un salto al Jimiz Coffee.
Uno spazio ampio, in cui sedersi e rilassarsi, ricaricare il proprio cellulare, ma soprattutto bere un caffè Espresso unico. E non è un modo di dire. La miscela creata da Saicaf per il Jimiz Coffee la si beve solo qui, condensata in un espresso che porta lontani. Ecco perché prendere la macchina e guidare verso Bisceglie per una colazione speciale e non solo.

Il tempio della colazione

Nato negli anni Settanta come bar tabacchi e tavola calda, aperto 24 ore su 24, il Jimiz Coffee è diventato il tempio del caffè. Grazie alla partnership con Saicaf, Jimmy Papagni ha deciso di cambiare la storia di gestioni e progetti individuali incollati sul locale di via Giovanni Bovio 258 e di provare a creare una nuova identità. Al Jimiz Coffee si fa di tutto per far sentire il cliente a casa, dalla colazione all'aperitivo. La tabaccheria, aperta h24, è uno punto servizi diventato riferimento della città. In alcuni momenti della giornata è il fulcro del locale. Qui è possibile acquistare oltre al tabacco, sigarette elettroniche, accendini da collezione e altri servizi come ricariche telefoniche. È possibile pagare bollette e acquistare marche da bollo, biglietti stp, schede prepagate per acquisti online e molto altro. Si può tentare la fortuna al Gratta&Vinci o al superEnalotto. La rivendita si conferma fortunata con ben 3 vincite di 500.000 euro negli ultimi anni. 

L’ambiente

Elegante, spazioso, con elementi di design ricercato. Dai lampadari all’orologio gigante che campeggia sul grande divano che giganteggia nella saletta alle spalle del bancone, tutto sembra essere pensato per ricavare un luogo tranquillo in cui trascorrere una golosa pausa pomeridiana o uno di quegli aperitivi in cui le cose belle stanno per succedere. Il tavolo migliore? Quelli sotto il grande orologio, dove ci si può accomodare sotto gli spaziosi divanetti di velluto verde.

Caffè, cornetti, ma non solo


A dominare il menu sono il caffè e i cornetti. L'idea dietro questa pasta è quella di creare un esterno sfogliato e fragrante, combinato con un morbido interno. Anche questo prodotto – punto d'incontro tra il croissant francese e la brioscia italiana – è un segno distintivo del Jimiz Coffee a Bisceglie e dintorni. Solo il cornetto vale il viaggio, anche nella sua versione salata. Non manca la pasticceria espressa quotidiana, le crostatine di frutta, le monachelle (sospiri senza glassa): tutto fatto nel laboratorio a vista del Jimiz. A pranzo si va sul semplice, ma freschissimo: panini, piadine, pucce per una pausa veloce e salutare. 

Cosa si beve da Jimiz Coffee

Al Jimiz Coffee si servono soft drink e bevande analcoliche. Per chi ama l'aperitivo alcolico, largo alla birra Ichnusa, ai cocktail tradizionali e ai distillati come Gin Mare ed Hendrick's.

Il popolo del Jimiz

Jimmy Papagni osserva e guida attentamente il suo locale. Ogni movimento è studiato di concerto con Pasquale Montaruli, manager e uomo Saicaf nel progetto Jimiz Coffee. Qui la colazione è religione e i cornetti hanno un loro personale sacerdote: il pastry chef Domenico Ferrucci. Al bancone c'è Francesco Gramegna e fra sala e servizio si destreggia Marilisa Maffei.

Tre cose da non perdere da Jimiz Coffee.

I cornetti, il caffè e le magiche crostate di frutta.

  • RECENSIONE
IN QUESTO ARTICOLO
POTREBBE INTERESSARTI:

Il poke delle Hawaii è diverso da quello italiano?

Il piatto di tendenza in Italia negli ultimi tempi: non passa giorno senza che sia annunciata una nuova apertura ad esso dedicata. Ma come si mangia nel paese dove lo hanno inventato?

LEGGI.
×