C'è della filosofia nel centro storico della bella Gioia del Colle (BA), un posto in cui scorre tutto: le preoccupazioni, il fluire incessante del tempo e quel vino che sa tanto di vita e di terra. Si chiama Panta Rei. Il nome richiama Eraclito e l'antico greco, in un'atmosfera creata e voluta per essere una nicchia in cui rifugiarsi a fine di giornata. Un elegante wine bar e ristopub che incanta per eleganza e accoglienza, rendendo quasi impossibile resistere a quello che doveva essere il suono dello scrosciare dell'acqua dall'antica anfora fatta costruire appositamente per essere il simbolo del locale. Non c'è che da accomodarsi, dunque, e aspettare il proprio calice di vino cullati dal profumo dell'antica pietra.
 

Un menù che sa di antiche origini

 



Il Panta Rei si adatta perfettamente alle necessità classiche richieste da ogni momento della giornata. Al mattino è un bar, che apre le sue porte accoglienti nel pieno centro storico di Gioia del Colle, col tipico odore di caffè e colazione all'italiana. E poi, lentamente, le luci si abbassano e il cappuccino lascia il posto al vino, ai cocktail, trasformando il locale in un elegante ed esclusivo wine bar alla sera. Questo diventa anche il momento più bello da passare al Panta Rei, per gustarne al meglio gli odori, le luci soffuse, l'arredamento e la calda accoglienza. Il menù presenta specialità rustiche, che sanno della terra e delle antiche tradizioni del posto. Tra taglieri di formaggi, salumi, prosciutti, carpacci e specialità della casa, come la carne e la tartare di scottona piemontese, la cucina è rustica, senza mai perdere, allo stesso tempo, l'attenzione posta alla qualità delle materie prime. Nel menù, inoltre, è possibile trovare anche qualche piatto a base di pesce ma è chiaro che, al Panta Rei, l'anima del locale profuma di griglia, vino e birra.
 

L'infinita bellezza della cantina

 



Chi ama il buon vino non può, di certo, perdersi la bellezza di questo locale. Si parla di una scelta che spazia fra più di 800 etichette! A pochissimi passi dal Panta Rei, la cantina nasconde un autentico tesoro, tra rossi, rosati e bianchi che provengono da tutto il mondo, oltre che birre artigianali, rum, distillati e champagne. Non si tratta solo di un poste dove vengono conservate bottiglie di valore, quanto, piuttosto, di una nicchia che sa di esperienza, dedizione e amore per il territorio. Lì, infatti, vengono organizzate anche cene intime, degustazioni a tema, in cui il protagonista è e sarà sempre quell'oro rosso liquido che al Panta Rei scorre in abbondanza. Inoltre, come se tutto ciò non bastasse a testimoniare la qualità del locale, è bene ricordare che, nel 2010, il Panta Rei è salito sull'Olimpo dei migliori wine bar d'Italia! Inutile ribadire, quindi, quanto il vino sia fondamentale per l'anima di questo ristopub: lo caratterizza, l'ha reso famoso e ne costituisce la vera istituzione.
 

L'attenzione per i particolari è ovunque

 

Il nome del locale richiama l'antico "scorrere" di Eraclito e, a pochi scalini verso il basso, l'occhio viene sbalordito da una saletta arredata con gusto, il cui unico obiettivo è quello di far sentire a proprio agio il cliente, accolto in una nicchia in cui sembra ancora di poter sentire l'acqua rossa che sgorgava dall'antica anfora posta alle spalle dei tavoli. Le luci sono soffuse, l'odore della pietra viva e del vino nei calici crea un bouquet di aromi che fa socchiudere gli occhi e sorridere le labbra, con un sottofondo di musica jazz e blues mai troppo alto. Negli angoli, disposti con gusto, ci sono particolari che richiamano, infatti, l'amore per la musica e l'arte, un connubio che fa sentire il cliente accolto in un luogo dove la bellezza la fa da padrona. D'altronde, si è nel pieno centro storico di Gioia del Colle e il richiamo alla storia e alle tradizioni del posto è quanto mai fondamentale. Le eleganti bottiglie di vino sono state trasformate in luci e arredamento del locale, accompagnate da strumenti musicali e quadri, creando una location adatta, anche, a piccoli eventi, come compleanni e lauree, senza troppe pretese per numero di invitati.
 

Lo staff e l'amore per il proprio lavoro

 



Al Panta Rei, è evidente quanto lo staff, composto da circa 9 persone, ami il proprio lavoro. I clienti vengono accolti col sorriso e guidati nella scelta del piatto e, soprattutto, del vino più adatto ai loro gusti. C'è tanta serenità in questo locale. L'ambiente intimo e riservato attira soprattutto le donne, che, forse, avvertono un senso di calore e di protezione . Viene in evidenza, quindi, la preparazione e la professionalità di chi porta avanti il Panta Rei e i clienti, col tempo, hanno imparato ad apprezzarne la qualità e la ricercatezza delle materie prime, senza mai rimanerne delusi.
 

Al Panta Rei tutto scorre per davvero...

 



Secondo la mitologia, il vino nacque quando il dio Bacco pianse sul corpo del proprio innamorato. Le lacrime del dio si unirono al sangue dell'uomo e, da quel connubio di dolore e amore, nacque quell'oro rosso che oggi viene tanto amato e che scorre dolcemente nel cuore del Panta Rei. Qui ci si siede attorno ad un tavolo e sembra quasi di percepire fisicamente l'esistenza del fluire incessante del tempo, che scivola come il vento e non aspetta nessuno. Lasciatelo andare pure via e rilassatevi su una di quelle sedie accomodanti, tra la pietra viva, un calice di vino e un buon tagliere sul tavolo davanti a voi. Perché, al Panta Rei, si respira l'aria di quell'antico e profondo amore e del coraggio che gli uomini hanno ancora nel lavorare la terra. Si respira passione e professionalità e, sicuramente, non ne rimarrete delusi.

  • RECENSIONE
IN QUESTO ARTICOLO
POTREBBE INTERESSARTI:

Il poke delle Hawaii è diverso da quello italiano?

Il piatto di tendenza in Italia negli ultimi tempi: non passa giorno senza che sia annunciata una nuova apertura ad esso dedicata. Ma come si mangia nel paese dove lo hanno inventato?

LEGGI.
×