#TURISTAPERCASA: facciamo un giretto a Mesagne?

Pubblicato il 19 novembre 2021

#TURISTAPERCASA: facciamo un giretto a Mesagne?

#TURISTAPERCASA: il nome nasce dall'idea che si può essere turisti anche a "casa" propria, raccontando il proprio territorio come farebbe un turista ma con consigli da insider. 
Inauguriamo questo format con una delle città più belle del Salento.

“Un cuore di pietra”, è così che descriverei Mesagne. Provate a vederla dall’alto e vi sfido a non darmi ragione. Il centro storico di questa cittadina nata lungo la Via Appia, infatti ha una romantica e caratteristica pianta a forma di cuore.
Fondata dai Messapi, di cui oggi restano numerose tracce, e successivamente abbellita dai Romani, è una della città più popolose e belle della Puglia. Si resta letteralmente ammaliati volgendo lo sguardo ai bellissimi palazzi e alle chiese barocche che punteggiano le viuzze del centro storico, non a caso spesso scelte come location da famosi registi cinematografici.

Il giardino dell'amore

Per poter cominciare al meglio il mio itinerario turistico ho bisogno assolutamente di un buon caffè e la storica Villetta degli Innamorati (oggi grazioso giardino con prato all’inglese, con al centro una scultura raffigurante un abbraccio che inneggia all’amore), ha il posto che fa al caso mio. Al centro di quest’oasi romantica con alberi e fiori c’è Love Garden Cafè, delizioso chioschetto con tavoli all’esterno che si prestano bene a colazioni e pranzi al fresco e a magiche serate in compagnia, tra musica e gusto.
Per la caffetteria affidarsi a Luca è una garanzia; non a caso è stato “Best barman Vergnano” in Italia e terzo a livello mondiale, oltre che trainer di “Latte Art”. Qui il caffè non è solo una pausa relax, bensì un gustoso rito rigenerante. Ovviamente una fragrante brioche in abbinamento è d’obbligo.
Love Garden Cafè – Via Edmondo De Amicis, 82 - Mesagne - Tel. 388.8623070

La cultura soprattutto

Ora che il caffè è entrato in circolo sono pronta per portarvi a conoscere i gioielli di questa città. Il nostro itinerario non può che cominciare dal maestoso Castello Normanno Svevo, il monumento più importante e più alto della città (ben 22 metri d’altezza per l’antico torrione normanno).
Al suo interno si può visitare un pittoresco cortile su cui si affaccia un elegante loggione ed il Museo Archeologico Ugo Granafei, che raccoglie i reperti di età messapica e romana provenienti dai siti archeologici della necropoli, ritrovata solo poco tempo fa nel centro della città.
Molto interessanti anche gli ambienti sotterranei e, come ogni castello che si rispetti, non mancano le leggende. Gli abitanti più anziani affermano che il castello avesse un sotterraneo in grado di collegare la città a San Vito dei Normanni, Latiano e Oria, ramificandosi in tutto il paese. Si dice anche che il passaggio, probabilmente utilizzato per fughe e incontri segreti, fosse talmente grande da far passare anche una carrozza e che fosse illuminato con torce. Tuttavia, nonostante numerosi scavi e ricerche, il passaggio segreto non è stato mai ritrovato.
Il primo piano del Castello è costituito da ampie ed eleganti sale che sono spesso arricchite da importanti mostre pittoriche o fotografiche. Le stanze si susseguono su lunghi corridoi, dalle cui finestre si ha una bellissima vista sul centro storico circostante e sulla Villa Comunale, il più grande e antico spazio verde nella città.

La pizza "maestrale"

Proprio a pochi passi da questo bellissimo giardino all’italiana non potete assolutamente farvi sfuggire Antica Pizzelleria 1973, nata dalla passione di Adriano e Roberto e dalla bravura e creatività del Maestro Pizzaiolo Gianmarco Serratì.
Location curata nei minimi dettagli e cortesia del giovane personale fanno da cornice a una pizza da leccarsi i baffi! Impasto super digeribile grazie all’utilizzo di farine selezionate macinate a pietra e lievitazione di ben 48 ore.
Da provare l’impasto black al carbone vegetale (il mio preferito) e, per chi vuole concedersi uno sfizio gustoso ma mantenere la linea, la “Special pizza light” con bresaola punta d’anca IGP, grana 18 mesi a scaglie e pomodorini ciliegini a crudo.
Antica Pizzelleria 1973 – Via Guglielmo Marconi, 36 – Mesagne – Tel. 0831608098

Il barocco salentino

Adiacente al castello poi, troviamo la meravigliosa Piazza Orsini del Balzo (anticamente chiamata Piazza del Principe), abbellita da Palazzo Cavaliere e dalla Chiesa di Sant’Anna, delizioso piccolo capolavoro barocco. Qui in estate è tutto un brulicare di gente, grazie agli innumerevoli eventi culturali che vi si svolgono: teatro, cinema all’aperto, concerti, sagre e chi più ne ha più ne metta. Con una scenografia del genere il successo è assicurato!

La cucina del territorio


Prima di perdervi nei deliziosi vicoletti circostanti, una tappa da Osteria del Vicoletto non può mancare. Volte a botte sapientemente restaurate vi daranno il benvenuto in questo tempio di gusto e accoglienza, dove assaporare piatti in un perfetto equilibrio tra tradizione ed estro creativo dello chef Giovanni Dell’Atti. Grande attenzione per i dettagli e soprattutto per la materia prima, che cambia in base alle stagioni. Da provare assolutamente il super antipasto misto mare/terra con 12 portate da paura e il filetto di rombo arrostito con salsa leggera ai tre pepi. 
Osteria del Vicoletto – Vicolo Quercia, 1 – Mesagne – Tel. 08311720678

La passerella di cristallo

Proseguendo il nostro giretto in centro, arriviamo nell’ottocentesca Piazza IV Novembre, anticamente luogo d’incontro della nobiltà cittadina dove sorge la maestosa Chiesa Matrice, elegante scrigno barocco di origine cinquecentesca, e l’antico Orologio Municipale.
Proprio accanto alla Chiesa, grazie ad una passerella di cristallo, sarà possibile ammirare la necropoli messapica, con tombe risalenti all’età del ferro. Una vera chicca per noi moderni Indiana Jones.

L'hamburger geniale


E se, oltre ai reperti, siete alla ricerca di un buon hamburger, proprio in questa piazza c’è il posto adatto a voi: Burger Eat Gourmet.
Nato nel 2016 da un’idea geniale dei due giovani imprenditori Giovanni e Carmelo, incarna in pieno lo stile USA, ma in salsa italiana.
Qui la degustazione dell’hamburger diviene un viaggio artistico, innovativo e multiculturale. Il menù è adatto ad accontentare tutti i gusti: baguette gourmet farcite con i migliori salumi, formaggi e ortaggi a km 0, hamburger rigorosamente di fassona piemontese, angus scozzese e pesce come polpo, astice, tonno e salmone, il tutto accompagnato da una ricercata selezione di birre artigianali e vini del territorio.
Non siete ancora convinti? E se vi dicessi che Giovanni è stato il 2º classificato alla BURGER BATTLE ITALIA 2020 e il 1° classificato alla tappa di Frosinone BURGER BATTLE 2019 come miglior panino del Sud Italia?
Burger Eat Gourmet – Piazza IV Novembre – Mesagne – Tel. 329.4154870

Il frantoio imprescindibile

Un altro punto di interesse molto importante del centro storico di Mesagne è sicuramente il Frantoio semi-ipogeo risalente al XI secolo, al di sotto del Palazzo dei Gaza, tipico esempio di architettura nobiliare barocca salentina.
Il “trappeto” attivo fino al 1800, è un’importante testimonianza della grande importanza della trasformazione dell’olio e della tradizione contadina della lavorazione delle olive.

Il drink della staffa


Per chi avesse voglia di un drink con la D maiuscola, a pochi passi dal frantoio troviamo Sottospirito, un cocktail bar dove la particolarità è quella di recuperare ricette antiche in cui si lavorava la frutta sotto spirito per rivisitarla e utilizzarla nei cocktail. Un’occasione per imparare a bere responsabilmente prodotti originali e di qualità. I miei preferiti? Il forte ma angelico “Anghelina” (Havana 3, Blu fava tonka, succo di lime e zucchero rosso perlato) e il morbido e piacevole “Kim Bill” (cognac, sciroppo di banana, limone e aria all’assenzio).
Sottospirito - Via Eugenio Santacesaria, 1 – Mesagne – Tel. 347.5456765

La patata fusion

Finiamo il nostro tour nel cuore pulsante del centro storico, luogo di ritrovo per eccellenza dei giovani mesagnesi, Piazza Commestibili. Recentemente riqualificata, questa piazza sorge sulle rovine dell’antico Monastero delle monache Clarisse e della Chiesa di Santa Maria della Luce. Utilizzata spesso come sfondo per eventi musicali ed enogastronomici, è ricca di graziosi localini dove passare una piacevole serata.


Tra questi spicca per originalità Terracotta Food Space, che unisce la tradizione anglosassone alla qualità italiana, realizzando un’innovativa “Patata Ripiena” dal sapore eccezionale. Qui la patata viene inserita in uno speciale forno in ghisa realizzato in Inghilterra, che permette di ottenere un prodotto morbido all’interno e con la buccia croccante, condita con olio e i migliori prodotti pugliesi, dalla burrata, al capocollo di Martina Franca, alla stracciatella.
Terracotta Food Space – Piazza Commestibili – Mesagne – Tel. 3407821521




Immagine di copertina dalla Pagnina Facebook di Osteria del Vicoletto
Immagini interne tratte dalle pagine Fb dei relativi locali

  • ANDARE PER BORGHI
  • TURISMO

scritto da:

Samantha Centonze

Appassionata di viaggi, sommelier e affamata di avventura. Coniuga la passione per i viaggi e per la scrittura su destinazioneavventura.it, progetto di comunicazione che promuove itinerari creativi e location imperdibili in giro per il mondo.

POTREBBE INTERESSARTI:

Premio Vivere a Spreco Zero 2021. Chi ha vinto gli Oscar della sostenibilità

Al centro del premio, ancora una volta, le Buone Pratiche, via maestra verso il traguardo degli Obiettivi di Sostenibilità fissati dall’Agenda ONU 2030.

LEGGI.
×