Se tu vuoi una vita grigia, io la voglio arcobaleno: 5 locali gay friendly del Bresciano

Pubblicato il: 24 agosto 2019

Se tu vuoi una vita grigia, io la voglio arcobaleno: 5 locali gay friendly del Bresciano

Una Brescia arcobaleno sta venendo lentamente allo scoperto tra le vie del centro città, con diversi locali autodefinitisi gay friendly, nei quali si rivendicano i sacrosanti diritti delle coppie omosessuali. Chiaro, non dovrebbe essercene bisogno, ma la mia città sta fortunatamente cambiando. Lo si percepisce anche perchè questi cocktail bar e discoteche arcobaleno stanno diventano meta sempre più battuta anche da eterosessuali. Non sono semplicemente glamour e audaci, hanno una marcia in più. Ecco che te li racconto.

A Brescia Centro

Giovane e colorato ma dall’atmosfera familiare: è il Living Room di via Ferri, da oltre dieci anni cardine della movida bresciana. Si tratta di un locale frizzante; se ci fai serata non aver paura di metterti in gioco, anzi. Dal 2008 è diventato punto di riferimento della popolazione gay della città e non solo. La spensieratezza che si percepisce entrando e la cortesia del proprietario, hanno certamente inciso nel suo successo. Ma a rendere il tutto più magico è la simpatia della drag di casa, "La Sovrana", presente tutti i venerdì sera e durante ogni evento. Aperto sette giorni su sette.
Via Ferri, 31 Brescia

A Brescia Due

Sulla scena da pochi anni, il Sonida di via Malta ha trovato la formula vincente, diventando così uno dei locali più frequentati del dopocena. L'ingresso è libero, nessuna selezione all’ingresso e prezzi popolari all'interno. Altro fatto positivo: si trova parcheggio con estrema facilità. Uno dei punti di forza del locale è di certo la ricca offerta di serate a tema, ma anche il quizzone, ogni martedì, con argomenti che vanno dalle serie televisive, ai cartoons, fino alla musica. Spesso ci trovi anche il karaoke o meglio il "karatrash". Nel fine settimana non manca poi la musica, con dj set ogni venerdì e sabato sera. Insomma, il Sonida è un locale dove stare in compagnia, lasciando i pensieri e pregiudizi fuori dalla porta.
Via Malta 10, Brescia

A Roncadelle

Trasgressive e decisamente hot sono le serate del Priscilla di Roncadelle. Trans, trav, bsx, gay, lsb, etero sono i benvenuti in pista e nella dark room del locale, da qualche anno al centro commerciale 2000 a pochi passi dall’autostrada. Ogni fine settimana trovi uno show diverso, ospiti di spicco del mondo gay, drag queen sul palco, musica e animazione. Non mancano ballerini, strip man e trans show. Risulta un ottimo posto anche per festeggiare compleanni, addio al nubilato o celibato un po’ sopra le righe. 
Via Vittorio Emanuele II, Roncadelle

A Desenzano

 Tra i locali che da anni sdoganano le differenze in nome del divertimento puro c’è sicuramente l’Art Club Disco di Desenzano del Garda. Con le sue serate super colorate e le immancabili drag queen che ne hanno fatto la fama - capitanate dalla storica Madame Sisì - l’Art è la discoteca più pazza sulla scena bresciana del momento. Qui non importa come sei vestito, come hai i capelli o con chi sei accompagnato, qui la parola d’ordine è trasgressione. Vivi e lascia vivere. 
Via Mella, 4 Desenzano del Garda

Sempre a Desenzano sorge lo Splash Club, centro benessere di giorno, club esclusivo la sera nel fine settimana. Molto conosciuto nel mondo omosessuale, comprende piscine, jacuzzi, sauna e bagno turco, nei quali si accede con una tessera, da fare tranquillamente al bancone. Una postazione bar e il giardino esterno completano la perfetta atmosfera dove rilassarsi senza problemi. Ma allo Splash non vince solo il divertimento: particolare attento al mondo gay anche a livello sociale e culturale, propone anche incontri. 
Via Faustinella 1, Desenzano del Garda
 
Fotografie dalle pagine facebook dei locali
Foto copertina di Dàniel Bagò da Flickr CC

  • TRIBÙ DELLA NOTTE

scritto da:

Arianna Soldi

Bionda ma solo per gli amici, mai senza un libro nella borsa da divorare in qualsiasi momento della giornata. Bresciana doc, al giro di boa dei 30, dalla Bassa alla scoperta della città leonessa d'Italia, tra vicoli del centro, banconi dei bar e vetrine.

IN QUESTO ARTICOLO
×