Su una botte sono sistemate alcune pietre. Simbolo di una delle zone più importanti e più prestigiose al mondo per la viticultura, la Valpolicella. «Queste pietre provengono da varie località, caratterizzano la stratificazione del terreno e identificano i territori da una valle all’altra. Ogni valle con il suo sentore diverso.»

La passione per il vino di Michele Graziani, proprietario dell’Enoteca SantaMaria, è la protagonista di questo wine bar a Negrar e non si ferma nemmeno in questi giorni così particolari: il vino lui te lo fa arrivare anche a casa, così come una serie di prodotti d'eccellenza che ha raccolto in un e-commerce attivato in pochissimo tempo per far fronte all'emergenza in atto. La mossa in più: la consegna copre tutta la zona della Valpolicella ed è gratuita.
Enoteca SantaMaria, il negozio online
Val la pena scoprire di più del mondo Enoteca SantaMaria.

Ricerca e professionalità

L’enoteca, nata dieci anni fa, da due è stata rilevata da Michele che ha mantenuto la struttura originale, con gli scaffali per vini, distillati, birre e prodotti gastronomici, con le botti, con il bancone dove è spiccano una lavagna con le specialità del giorno e i vini alla mescita.
Un luogo ideale per scoprire le proposte, frutto di una ricerca tra le etichette nazionali e internazionali, scambiando quattro chiacchiere. Seduti intorno a un tavolo, certamente la degustazione assume anche un sapore diverso, di convivialità.
Il core business della proprietà è di mantenere un target di ricerca di aziende vinicole di piccoli produttore artigianali, senza dimenticare alcuni grandi brand, ma che corrispondono a prodotti di un certo tipo. L’intento è di proporre un’etichetta non fine a se stessa, ma che racconti la storia di un vignaiolo, riconosciuto come produttore.

400 etichette, tra vini, distillati e birre

In mescita ogni giorno si possono trovare una ventina di vini, con bollicine nazionali e internazionali, bianchi francesi e australiani, rossi di Spagna, Austria e Germania, per fare qualche esempio. Lo zoccolo duro, comunque, e non potrebbe essere diversamente, è la Valpolicella, con una proposta legata alla ricerca del piccolo e medio produttore. A scaffale la scelta oltre confine spazia dai vini statunitensi a quelli georgiani e neozelandesi.
La selezione di Champagne è di una certa importanza: 30 sono le bollicine francesi, con un focus sui territori della Borgogna. Completano l’offerta un’ottima scelta tra birre e soprattutto internazionali, di produttori artigianali di alto livello e i distillati. In totale le etichette sono 400.
Una selezione anche di food artigianale di aziende veronesi di nicchia – quindi pasta, sottaceti, conserve e dolci – e anche i prestigiosi aceti di Modena.

Un aperitivo con i cicchetti

All’Enoteca l’ideale è fare un aperitivo, accompagnato da una selezione di taglieri con prodotti artigianali del luogo: formaggi e salumi di alta qualità a chilometro zero. Durante il weekend, venerdì e sabato sera, l’aperitivo si arricchisce anche dei cicchetti alla veneziana, piccole porzioni di sfiziosità salate. Nella lavagna si può scegliere tra le golose proposte, frutto di un lavoro mirato per abbinare i sapori ai vini. Michele e il suo staff ­– composto da  Gaia, terzo livello di WSET, uno degli istituti di formazione sul vino più autorevoli al mondo, e Stefano sommelier  – sapranno consigliare il cliente e spingerlo a sperimentazioni olfattive e gustative.

Serate a tema

La passione per il “nettare degli dei” porta il titolare a organizzare serate a tema con degustazione di vini scelti di volta in volta, come l’evento con lo Champagne o con il Barolo contro Brunello. Le formule cambiano: un produttore presenta vari prodotti oppure un distributore racconta le differenze della stessa tipologia di vino. I prezzi sono davvero accessibili e il risultato in termini di conoscenza è impagabile. La scoperta del vino, la sua storia, i suoi sentori è a tutti gli effetti un modo per trasmettere cultura.
Il locale, ampio e accogliente, si presta per eventi privati, come compleanni e feste di laurea e fornisce, di volta in volta, in base alle esigenze del cliente, pacchetti su misura di food e beverage. L’ultima domenica del mese, soprattutto nella stagione estiva, in orario aperitivo, dalle 18.30 alle 21, non sarà difficile sorseggiare un calice del vino preferito ascoltando musica dal vivo.

  • RECENSIONE
  • GOURMET IN PANTOFOLE
IN QUESTO ARTICOLO
POTREBBE INTERESSARTI:

Carne alla brace mon amour: i consigli di uno chef per farla "al bacio"

Perché il freddo non arresterà la nostra voglia di grigliare.

LEGGI.
×