La vera sfida è quella della qualità. Il presente e il futuro della ristorazione si basano sulla scelta delle migliori materie prime, su una cucina - e una mano - che sappia valorizzarle, su un’accoglienza impeccabile e sulla cura del dettaglio, in ogni momento. Aromi, elegante ristorante all’interno dell’Hotel Hilton Molino Stucky della Giudecca a Venezia, e Chef Ivan Catenacci raccolgono la sfida e propongono un progetto enogastronomico che è un vero viaggio tra i profumi e i sapori del Bel Paese.

Con un nuovo concept, Aromi alza ancora l’asticella della qualità e diviene sempre di più vero portavoce delle eccellenze italiane, dei migliori prodotti della nostra penisola, araldo del made in Italy così amato nel mondo. Tra degustazioni di olii e di vini, tra pani fatti in casa e ricette rivisitate, ogni piatto viene abbinato a un’erba aromatica per sprigionare tutto il suo potenziale di profumi e sapori. Un viaggio straordinario che coinvolge tutti i sensi.

Una finestra su Venezia

Un design ricercato, un panorama senza pari. Non capita spesso di poter offrire entrambe le cose ai massimi livelli. La vista senza impedimenti sullo skyline meridionale del Sestiere di Dorsoduro, così come l’ariosa disponibilità di tavoli affacciati sul Canale della Giudecca è un plus che Aromi sa valorizzare nel migliore dei modi. Un ristorante elegante, immerso in un’atmosfera in stile yacht club sia negli arredi che nei colori, moltiplica il proprio valore grazie a viste mozzafiato perfette per una cena romantica a lume di candela sotto le stelle.
All’interno, le pareti originali in mattoni a vista e la pavimentazione in resina cementizia restituiscono la testimonianza degli spazi storici del Molino.

La qualità paga sempre

Il ristorante è stato premiato come Destination Restaurant of the Year 2018, Italy ai Luxury Travel Guide Food & Drink Awards e come Fine Dining Experience of the Year 2018, Veneto ai Travel & Hospitality Awards. Recentemente, inoltre, ha ricevuto il premio come Luxury Hotel Restaurant ai World Luxury Restaurant Awards 2019.

Le erbe aromatiche di Aromi

La raffinata selezione di carne e di pesce perfezionata sotto l’attenta regia dell’Executive Chef Ivan Catenacci ha sempre contraddistinto l’eccellenza di Aromi. La varietà del menù offre un’esperienza completa per deliziare anche i palati più esigenti tra immaginazione e creatività. Per rendere il viaggio ancora più immersivo tra sentori mediterranei e specificità dell’entroterra italiano, il percorso dei sapori viene sviluppato attraverso un continuo gioco di rimandi, di abbinamenti, di affinità con le più evocative erbe aromatiche del nostro territorio.

Una cucina sempre all’altezza

I migliori ristoranti hanno carattere. Di certo ad Aromi non mancano la competenza e un progetto ben definito che si è affinato sempre più nel tempo. Chef Ivan Catenacci e il maître Giovanni Burrafato sono l’asse portante che garantisce un’esperienza sempre all’altezza della aspettative più esigenti. E quando parliamo di personalità al servizio della buona cucina non possiamo non citare i “Catenacci”, la gustosa creazione omonima dello Chef declinata in diverse forme per rappresentare simbolicamente l’offerta di qualità di Aromi.
Inoltre, il ristorante fa parte de la Chaine des Rotisseurs, una delle più antiche Associazioni Gastronomiche al mondo, presente in Italia dal 1960 e che opera per la diffusione della cultura della gastronomia attraverso i suoi Bailliages territoriali.

Una scelta di stile

Nulla è lasciato al caso e l’atmosfera accogliente e il design ricercato sono due facce della stessa, appagante medaglia. All’aperto, sulla terrazza intima e tranquilla, o all’interno tra arredi studiati nei dettagli, tutto concorre a rendere ogni esperienza nel locale unica. Si può anche scegliere di cenare al “Tavolo dello Chef”, la soluzione prenotabile per vivere un'esperienza gastronomica su misura in uno spazio che unisce Aromi e Bacaromi proprio davanti alla cucina a vista dove godersi le evoluzioni dello Chef e della sua brigata.

La Wine Library

La Wine Library non può che rappresentare un valore aggiunto: una biblioteca di etichette e di vini da leggere e da degustare. Per gli appassionati, la degustazione avviene attorno un tavolo davvero speciale, della produzione Riva 1920, realizzato riutilizzando le bricole in disuso della laguna di Venezia. Parte della Wine Library è dedicata alla vendita delle migliori etichette di Prosecchi della regione.

  • RECENSIONE
IN QUESTO ARTICOLO
×