Matteo, Ketti e Giuliano: lo 'strano trio' che ha creato il Goorilla!

Pubblicato il: 6 marzo 2020

Matteo, Ketti e Giuliano: lo 'strano trio' che ha creato il Goorilla!

“Il nuovo punto di riferimento a Quarto d’Altino per tutti coloro che vogliano divertirsi”. Vanno dritti, anzi drittissimi al punto Matteo, Ketti e Giuliano, il team che sta lanciando in questi mesi il Goorilla. Loro si definiscono “uno strano trio”, e in effetti sono entrati in società in modo inizialmente quasi casuale; ma spesso le squadre più vincenti nascono proprio da un lancio di dadi. E se la fortuna aiuta davvero gli audaci, allora è giusto che questo grande, moderno e lussureggiante locale sia in pochissimi mesi diventato già quel che si proponeva di essere. Ho incontrato Matteo, Ketti e Giuliano, e ho chiesto loro come diavolo ci siano riusciti…

Allora ragazzi, mi svelate il segreto del successo immediato del Goorilla?

Matteo - Calma, calma, c’è ancora molto da lavorare. Ma a Quarto d’Altino e nei paesi vicini non c’è mai stato niente del genere: è un fatto.
Giuliano – Beh, qui trovi musica, ottimo cibo, birra, premium cocktail, il calcio balilla, i tavoli da biliardo. E trovi tutto ciò in un locale ampio, incredibilmente moderno e scenograficamente notevole. Direi che sia già un bel punto di partenza.
Ketti – Ci teniamo a sottolineare che qui tutto quanto è stato fatto in casa, ogni singolo elemento d’arredamento. Persino i divanetti etnici, confortevoli e integrati con magia nell’ambiente. Ecco perché vedi un locale così particolare e unico nel suo genere.

Un posto del genere non c’è effetivamente mai stato a Quarto d’Altino. Come vi è nata quest’idea?

Matteo - L’idea del Goorilla nasce dal fatto che volevamo qualcosa di più grande e importante rispetto al Boomerang, l’altro nostro locale qui in paese.
Giuliano - Abbiamo trovato questo postoe l’abbiamo riarredato, ammodernato, rinnovato. Lo stile è naturalistico, a tema foresta, a tema giungla… Per questo motivo vedi tante tinte verdi, il ferro battuto e il legno.
Ketti - Da qui il nome del locale: dove vive il gorilla?
 
E allora toglietemi una curiosità: perché Goorilla con due “O”?

Matteo - Per richiamare il Boomerang, l’altro nostro locale, ovviamente!
 

In effetti! Ora cambiamo argomento, anzi, andiamo alle cose per me più importanti: cosa proponete di buono?

Giuliano - Hamburger gourmet innanzitutto. Ne abbiamo davvero un’ampia scelta. E poi club sandwich, piadine, tartare di manzo, carne alla griglia…
 
Se doveste consigliarmi un hamburger-bandiera dal menù?


Matteo – Direi il “Fumoso”: a base di patate al forno leggermente piccanti, cipolla caramellata alla salsa bbq, hamburger di Scottona 200 grammi, burratina affumicata, bacon croccante
Ketti – Delizioso!

Ok, mi avete convinto… E da bere?

Giuliano – Birra e cocktail, ma non qualsiasi. La scelta va di pari passo col bancone che vedi… è bella ampia!
Matteo – A livello birra, in particolare, siamo un punto di riferimento importante per l’Ichnusa. La gente qui viene e sa che mangia ottimi hamburger bevendo Ichnusa. E poi abbiamo altre referenze anglo-americane, più birre mitiche come la Slalom Lager e l’IPA Lagunitas.
 
Dopo cena invece salgono in cattedra i cocktail e i lounge drink…

Ketti - Abbiamo una vastissima scelta di bottiglie, rigorosamente premium, per ogni genere di cocktail, dai long drink che han fatto la storia alle proposte più innovative, fresche e fantasiose. soprattutto. Siamo fortissimi, anzitutto, sui gin, sui rhum e su qualunque miscela che ne preveda l'impiego; ma naturalmente lunga vita anche a molti americani con vermouth d'ogni genere, e all'intera lista dei drink IBA.



 

  • GLI ADDETTI AI LAVORI

scritto da:

Alvise Salice

Con lo pseudonimo di Kintor racconto da anni i miei intrattenimenti. Sport e hi-tech gli amori di gioventù; mentre oggi trovo che viaggiare alla ricerca di culture, gusti e sapori della terra sia la cosa più bella che c'è. O magari la seconda, via.

IN QUESTO ARTICOLO
  • Goorilla

    Via L. Volpato 5, Quarto D'Altino (VE)

×