Nuovissimo, ma già ricco di esperienze, La Barrique Wine Bar cattura l’attenzione in uno sguardo, ma conquista stimolando tutti i sensi. Il calore del legno, i portabottiglie in metallo e la cura nel design degli interni sono solo il preludio alla variopinta attrazione che emerge dal lungo bancone in rovere massello: una colorata, profumata e invitante selezione di cicchetti sempre diversi, di carne e di pesce.

Difficile resistere (per fortuna c’è una conveniente proposta di degustazioni, da sei o dieci cicchetti) a una tentazione così evidente e all’inevitabile conseguenza di abbinare il vino giusto al giusto piattino. Per fortuna Marco, l’oste, e tutta la squadra di La Barrique Wine Bar, sono pronti a consigliarci per il meglio, di certo senza banalità.

Garibaldi is the new Misericordia

Nell’area più vivace del Sestiere di Castello, la movimentata Via Garibaldi, La Barrique unisce l’aspetto conviviale di un bàcaro alla qualità della selezione enogastronomica di un wine bar. È questa la ricetta di un locale che scommette fortemente su un ulteriore rilancio di questa zona ancora popolata da molti veneziani e strategicamente inserita tra le due sedi de la Biennale. Quello che è indubitabile è che dopo i successi di Santa Margherita, dell’Erbaria e di Fondamenta della Misericordia, Via Garibaldi si candida fortemente a essere il nuovo centro della movida in laguna. E La Barrique Wine Bar c’è.

L’oste che fa la differenza

La qualità, prima di tutto; la materia prima, ovviamente; e l’oste? Dove si posiziona, tra le cose di cui tener conto quando si entra in un locale, l’oste? Nessuno si farà più questa domanda una volta incontrato Marco “Cemut” Simonetti, l’artista dietro le succulente creazioni di La Barrique Wine Bar. Con piglio affabile e una pacatezza non convenzionale, un attimo dopo averlo incontrato si sa già di essere in buone mani. Provare per credere.

In vino veritas

La verità è che i vini non sono tutti uguali. Per questo, anche per chi di solito difficilmente esce dalla comfort zone di “bianco” e “rosso” - o al massimo si spinge nell’insidioso territorio delle “bollicine” - scoprire cose nuove, e buone, fa sempre bene. Con una carta dei vini profonda e sempre aggiornata, a La Barrique Wine Bar non sarà difficile trovare il vino giusto per il momento (e il cicchetto) giusto. Per tutti gli altri, la varia selezione di birre artigianali agricole non mancherà di regalare sicure soddisfazioni.

Il cicchetto è buono, se non è buono che cicchetto è?

Molti dei caratteristici cicchetti veneziani, almeno quelli in versione “crostino”, hanno subito un certo grado di omologazione. L’idea di La Barrique Wine Bar è quella di conferire piena dignità al cicchetto che, per cura, qualità e creatività, si differenzia da piatti più elaborati solo per le dimensioni. È per questo che la varietà di cicchetti proposti qui spazia da quelli immancabili della tradizione a nuove composizioni semplici ma originali basate su materie prime scelte con attenzione e competenza, stagionalità degli ingredienti e un raffinato senso estetico della presentazione. Infatti, come sempre, anche l’occhio vuole la sua parte e i piattini quadrati e colorati in ceramica sui quali vengono serviti i cicchetti si integrano perfettamente con lo stile sfizioso del locale.

Non solo pesce & degustazioni

Anche a Venezia, potremmo dire, oltre al pesce c’è di più. E allora ecco che accanto al buonissimo baccalà mantecato - rigorosamente accompagnato da chips si mais - o al classico saòr, trovano spazio selezionati salumi, ma anche tartare, carpacci di angus e manzetta, abbinate ai migliori condimenti e alle salse fatte in casa. Una varietà che va assaggiata di volta in volta, ripetendo l’operazione fino a sazietà, magari approfittando dei taglieri di degustazione, ideali anche da condividere.

Barricato, anche nello stile

Come per le piccole botti di rovere - a cui è ispirato non solo il nome del locale, ma anche il design e i materiali con cui è arredato - La Barrique Wine Bar racchiude un progetto elegante e corposo dove la qualità è al primo posto e la passione non si esaurisce mai. Per questo ogni momento diventa la scusa per lasciarsi coccolare dal perfetto aperitivo in compagnia, o per una una pausa gustosa, un dopocena conviviale (il locale è aperto fino a tarda sera) o ancora per partecipare a uno dei tanti eventi e degustazioni organizzati con le migliori cantine e aziende agricole italiane.

  • RECENSIONE
  • BACARO
IN QUESTO ARTICOLO
×