Francesco Petruzzelli e il suo team sono pronti a sfoggiare tutta la propria competenza su pinte, bottiglie e lattine in uno spazio pensato per tornare a sorridere

Se non sapessimo di essere nel pieno centro di Barletta, i brick rossi alle pareti potrebbero darci l'illusione di aver fatto un salto spazio temporale e di essere finiti nella fumosa Inghilterra dei pub, delle pinte e degli sgabelli alti. Invece siamo al Saint Patrick Beer Shop, un locale in cui si può degustare e acquistare della birra da portare a casa, si può cenare o fare aperitivo da soli o con amici, magari guardando una partita di calcio. Perché venire qui “solo” per una birra? Per al Saint Patrick Beer Shop il boccale non è mai banale.

Un angolo di New York a Barletta


Il Saint Patrick Beer Shop si ispira allo stile dei locali newyorkesi, quello che abbiamo molto amato nelle serie tv e che oggi torna a vivere nel cuore di Barletta attraverso mattoncini rossi installati sulle pareti di un palazzo storico del 1200, il ferro battuto, gli sgabelli alti e un divano Chesterfield su cui socializzare tra una birra e l'altra. 

Affidati allo staff!

Al Saint Patrick Beer Shop si arriva se si ha voglia di socializzare, degustando una birra. Il posto migliore per farlo? Il bancone, ovviamente! È anche il luogo perfetto dove scegliere la propria pinta alla spina. Qui ci sono sei vie: cinque fisse e una che cambia a rotazione con un fusto one shot. 


È possibile anche acquistare una bottiglia o una lattina: il personale è lì per spiegarti gli abbinamenti migliori e le tecniche di produzione tra le 240 referenze in negozio. Come accade nella Grande Mela, questo locale è un po' un crogiolo di culture brassicole in pinta, bottiglia e lattina.


Sai perché si viene al Saint Patrick Beer Shop? Perché la vita è troppo breve per bere birra cattiva. Grazie alla competenza dello staff del locale, ogni boccale è quello giusto.

Spazio al poke!

Riaprendo le porte ai suoi clienti, il Saint Patrick Beer Shop ha pensato a tante novità per la sua carta. La più importante? Il poke! Il mondo anglosassone è impazzito per questo piatto di origini hawaiane, fresco, salutare, capace di coniugare gli ingredienti della cucina mediterranea con le forme e i colori più amati su Instagram. Ma non è finita qui.


Gli amanti degli hamburger avranno nuovi mondi da esplorare, grazie alla carne di cinghiale, bufalo e chianina scelta per rendere speciali i panini del locale. Da non perdere l'Hamburger di cinghiale preparato con il bacon arrostito, peperoncino, insalata e salsa alla birra. 

Ma il menu del Saint Patrick Beer Shop è molto più di questo. Tra le portate da non perdere ci sono il carpaccio di pesce fresco e la tartare di carne di Chianina, che qui vengono preparate dal filetto. Occhio al Pulled Pork: questa preparazione, realizzata usando la spalla del maiale messa a marinare in un mix di spezie, viene servito in panino o al piatto, con patate arrostite o altri contorni. Qui è un must. E poi spazio a un dolce a tema, il famoso Birramisù.

Largo allo "spirito"

Il Saint Patrick Beer Shop ha pensato anche a chi ama il bicchierino della staffa. Oltre a una serie di liquori al luppolo e al malto, impreziositi da particolari affumicature, sul bancone fioriscono tumbler di gin del territorio, come il Roach Gin, prodotto a Monopoli e  miglior gin italiano al World Liquer Awards 2019.

  • RECENSIONE
  • PUB
IN QUESTO ARTICOLO
POTREBBE INTERESSARTI:

Il poke delle Hawaii è diverso da quello italiano?

Il piatto di tendenza in Italia negli ultimi tempi: non passa giorno senza che sia annunciata una nuova apertura ad esso dedicata. Ma come si mangia nel paese dove lo hanno inventato?

LEGGI.
×