A volte non ci pensiamo, ma tra le mille cose in cui Venezia ha avuto un ruolo importante, nella storia, c’è anche il caffè! Ebbene sì, le enormi reti commerciali della Serenissima furono una delle vie di comunicazione preferite per far arrivare questa nuova bevanda nera in Europa, rendendo così di fatto Venezia una delle capitali europee del caffè, tra il Sei e il Settecento. E se oggi, in una città sempre più venduta, c’è ancora qualcosa di quello spirito di “città del caffè”, in parte si trova in un posto assai preciso, lungo la bella Fondamenta degli Ormesini, in quel di Cannaregio, pochi passi fuori dal Ghetto ebraico.

Una torrefazione storica


Torrefazione Cannaregio ha sede nel sestiere dal 1930 e specialmente oggi è molto più di un bar. Magari dall’esterno non si nota moltissimo, tra i tanti locali uno dietro l’altro in fondamenta, ma certo è che quando si entra ci si trova subito avvolti da un’atmosfera decisamente inedita per Venezia. I muri sanno di antico, con mattoni e travi a vista, tanto legno, qualche pianta, un vecchio banco da lavoro usato a mò di tavolino e i sacchi di iuta, che sono proprio quelli in cui arriva il caffè alla Torrefazione. Un ambiente che rievoca le terre del caffè sudamericane, ma che più che altro si ispira a una concezione di locale più diffusa in Nord Europa, dove la caffetteria non è solo il posto dove si beve un caffè al volo ma soprattutto dove ci si ferma un momento, dove ci si ritrova come in un piccolo salotto.
Ma, soprattutto, come si entra si viene investiti dall’odore pieno della mescita, e ce n’è davvero per tutti i gusti.

La specialità della casa, ovviamente il caffè


Le miscele della casa sono diverse, e il pezzo forte, il simbolo della Torrefazione è il Remer, ottenuto miscelando ben otto tipologie di caffè differenti, con diversi aromi di frutta a guscio. Poi, come raccontano i preparatissimi ragazzi dietro al banco, si passa al Ghetto, che omaggia i recenti 500 anni del vicinissimo Ghetto ebraico, che è una versione evoluta e più acida rispetto al Remer. O ancora, il Bricola, con il 30% di robusta e con più corpo e crema, ed El Forte, che come si intuisce è il più legnoso e appunto forte. Oltre a questi si passa ai monorigine, accuratamente ricercati e selezionati personalmente dalla titolare Maela e dallo staff, quindi largo a caffè dall’Etiopia, dalla Colombia o dall’India. E ancora, c’è sempre anche un caffè “Specialty” che cambia continuamente, un caffè d’eccellenza che compare sempre come guest. Ogni volta che un caffè viene servito, è corredato di un piccolo cartoncino che ne indica il nome e le caratteristiche. E in tutto ciò, tutti questi caffè possono essere estratti in diversi modi, andando di fatto a creare un’infinità di combinazioni diverse per gustarli (e i filtri lì dietro al banco non fanno altro che testimoniarlo).

Molto più di un dolcetto per la colazione


E ad accompagnare la bevanda nera c’è una selezione di dolci e torte, per quella che deve essere una colazione completa. Dolci e crostate molto classiche, sia vegane che non, tutte preparate con ingredienti a km 0. Tra le tante possibilità, ci sono le brioches vuote da far farcire al momento con il pistacchio o con una delle diverse marmellate, la torta della nonna, i plum cake e le ciambelle.

Non solo caffè, ma anche tanto tè


Ma il caffè non è la sola bevanda di spicco della bottega, perché un po’ più in fondo, entrando, si può notare anche uno scaffale pieno di barattoli di tè di varia provenienza. Le tipologie di tè sono ben 45, provenienti un po’ da tutto il mondo, e il bello è che adesso nei mesi caldi c’è anche la possibilità di prenderlo freddo: viene infuso a temperatura d’ebollizione e poi raffreddato in pochi minuti con il ghiaccio. Un’alternativa vera e naturale al solito tè freddo iperzuccherato e confezionato.

Un posto che racconta qualcosa


Insomma, Torrefazione Cannaregio non solo è un posto con una storia, ma anche uno dei posti migliori per una colazione nella città lagunare. Qui tutti sono i benvenuti, ma non tanto per un caffè al volo: piuttosto, per la voglia e la curiosità di scoprire qualche cosa di nuovo. Vi si chiede solo di fermarvi un momento di più.

Torrefazione Cannaregio
Fondamenta dei Ormesini 2804, Cannaregio
Tel. 041 716371

  • BERE BENE
IN QUESTO ARTICOLO
×