Si dice che le cose migliori nella vita accadano per caso. "Per caso" avvengono i nostri incontri fortuiti e, sempre "per caso", si può decidere di avviare una nuova attività, come è successo a Silvia Bruno e Francesca Cavalier. Le due carismatiche titolari di "Bacaro per caso" mi hanno raccontato come è iniziata la loro avventura e perché il loro bacaro è un posto tanto speciale da essere diventato casa sia per i veneziani che per i tanti turisti che si trovano a vagare per la Giudecca, le conoscono per caso e poi tornano per affetto.

Buon pomeriggio Francesca e buon pomeriggio Silvia! Allora, cosa mi raccontate?

Ti vorremmo raccontare delle mille sfaccettature del nostro bacaro. Si tratta di un classico bacaro veneziano, con tanto di cucina, in cui durante il fine settimana potrai trovare quei piatti tipici della tradizione come la trippa in umido e il fegato alla veneziana. L'idea ci è venuta perché proprio qui, in Giudecca, mancava un vero bacaro inteso nel senso originale del termine: un posto dove poter mangiare qualcosa, bere un'ombra di vino e soprattutto poter incontrare gli amici e chiacchierare liberamente senza che nessuno ti cacci via.

L'anima vera di Venezia e della venezianità, quindi! Ma perché bacaro “per caso”?

Perché la nostra avventura è iniziata proprio così: per caso. In realtà, noi ci conosciamo dal 2019 ma non c'era mai venuto in mente di metterci in società. Entrambe avevamo la nostra vita, i nostri impegni, il nostro lavoro, la nostra famiglia, ma un bel giorno, per caso, abbiamo incontrato il proprietario del posto. Il luogo di per sé non era nelle migliori condizioni ma la posizione era perfetta per noi. Per questo motivo, quando ci siamo incontrate qualche giorno dopo in vaporetto, Silvia mi ha chiesto “Allora, per caso, hai deciso cosa fare?”. Ti direi che è praticamente un nome che si è trovato da solo. Per caso, abbiamo iniziato questa avventura, Per caso, tantissimi amici sono venuti a trovarci e, sempre per caso, stiamo andando avanti nonostante le piccole difficoltà che questa professione richiede ma, del resto, non è proprio questo il bello?

In realtà avete aperto da pochissimo, ma avete già tantissime idee…

Sì, esatto. Abbiamo inaugurato il locale a novembre del 2023, dopo dei lavori di ristrutturazione lunghissimi e che ci hanno messo a dura prova. Per il momento, il bacaro si compone della sala principale, in cui si trova anche la vetrina con i cicchetti e l'angolo bar, e della sala interna in cui abbiamo i nostri tavoli e che si presta benissimo sia come area riservata (per chi magari vuole fare una pausa pranzo in tranquillità), ma anche come spazio eventi. Ci piacerebbe tra non molto organizzare delle serate karaoke: per il momento, abbiamo già organizzato degli eventi privati, come compleanni e feste di comunione.

Ma ditemi: come si svolge la vostra giornata?

Si arriva qui al mattino presto e intendo molto presto perché siamo soltanto in due a preparare tutta la sala. Solitamente, cerchiamo di lasciare gli spazi puliti già dalla sera precedente così, quando arriviamo qui, dobbiamo soltanto occuparci del banco. Tutto ciò che vedi, dal dolce al salato, viene preparato in giornata. La cosa che fino ad ora ci rende più soddisfatte é vedere con quanta velocità i nostri cicchetti vengono divorati dai nostri ospiti, motivo per cui quando si arriva qui non si pensa mai “Che ansia!” ma “Non vedo l'ora!”. La parte più divertente sono probabilmente le serate in cui trasmettiamo le partite. A noi fa ridere, ma sembra che molti clienti ci abbiano preso per una osteria, motivo per cui, tra un tiro e l'altro, c'è sempre qualcuno che ci guarda e urla “Oh, dame do polpette!”. Per noi va bene così, perché è proprio questo il clima che cercavamo: quello spazio accogliente e adatto a tutti, in cui poter trovare dai gruppi di anziani venuti qui per un bicchiere di vino ai gruppi più giovani che arrivano per vedere la partita, passando per le mamme che hanno appena accompagnato i figli a scuola e le giovani coppie di turisti che tante volte si perdono qui in Giudecca e si fermano da noi come una piccola oasi in cui trovare ristoro.

Mi dite ancora qualcosa sulla cucina?

La cucina è casalinga, come ti dicevamo: non abbiamo uno chef ma facciamo tutto noi, seguendo le ricette che abbiamo imparato e che noi per prime faremmo a casa. Attualmente, i piatti espressi vengono preparati soltanto nel fine settimana, cioè il sabato e la domenica, mentre durante la settimana abbiamo la nostra offerta di cicchetti, toast e panini. Per chi viene a trovarci il sabato e la domenica, scegliamo di preparare a turno quei piatti tipici della tradizione veneziana, come ad esempio il musetto con la polenta, la trippa, Il fegato alla veneziana o i nervetti. 

Un’ultima considerazione?

Era un'idea ambiziosa, ma ci siamo riuscite. È la prova che tutto serve nella vita e che tante volte è proprio il destino a portarti laddove non penseresti. Siamo state consigliate bene dai nostri fornitori che vogliono lavorare con noi perché sanno che ci sappiamo fare (entrambe lavoravamo in altri bar) e adesso tocca a noi. 

Bacaro Per Caso
Giudecca, 460 - Venezia
Telefono: 0414068308
 

  • GLI ADDETTI AI LAVORI
  • BACARO
IN QUESTO ARTICOLO
  • Bacaro per Caso

    Dorsoduro 460, Venezia (VE)

×