A Noale abbiamo scoperto una pasticceria "vegan friendly" dove si mangia la colomba più buona d'Italia

Pubblicato il 13 marzo 2024

A Noale abbiamo scoperto una pasticceria "vegan friendly" dove si mangia la colomba più buona d'Italia

L'ingresso del Paese dei Balocchi doveva essere più o meno così: un enorme banco zeppo di dolcezza declinata in qualsivoglia forma e gusto. La prima volta che entri nella pasticceria Kosìdolce, a Moniego di Noale, strabuzzi gli occhi per l'eleganza dell'interior design, minimal quanto basta per esaltare invece le tinte forti di torte, focacce, biscotti e pasticcini.

Una pasticceria che ha fatto il pieno di riconoscimenti


Si tratta di una pasticceria da mille e una notte che continua a fare incetta di premi, ultimo in ordine di tempo quello per la migliore colomba pasquale. Ad assegnarlo nientemeno che la Federazione internazionale di pasticceria e gelateria, i cui giudici hanno decretato che la colomba ai fiori d'arancio di Simone Giavi e della compagna Katiuscia Foresi è la più buona (e bella) del reame. Del resto KoSìdolce negli ultimi anni è spesso stata sulla cresta dell'onda: nel 2021, per esempio, il suo panettone è arrivato in finale al Campionato mondiale e nel 2018 la sua cheesecake ai frutti tropicali con mousse al formaggio, gelée ai frutti tropicali e fondo di biscotto croccante ha conquistato il primo premio al concorso "Mousse e bavaresi a modo tuo". E dici poco.

"Esclusivamente per tutti"


Merito dell'infinita passione di una coppia che si è lanciata in questa avventura dal 2016 e che, da allora, non ha smesso di dispensare dolcezza a tutta la Città dei Tempesta e oltre. Con un occhio di riguardo alla salute e pure all'inclusività, visto che sono sempre presenti proposte vegane o per chi ha intolleranze o allergie alimentari. Perché non è mica detto che si debba sempre rinunciare al gusto o ai peccati di gola. A San Valentino, per esempio, la torta Vegan Valentine è stata un grande successo grazie alla sua mousse alle rose, al cremoso al cioccolato fondente e alla composta di more, oltre che all'immancabile crumble.

A colazione c'è il pienone


Successi che sono frutto anche di una ricerca "intransigente" della qualità delle materie prime, appoggiandosi a fornitori selezionati e preferendo quando possibile una filiera corta, anzi cortissima. A colazione, dove c'è sempre il pienone, ne giovano i loro croissant con confetture, creme, cioccolato, pistacchio o composta ai frutti di bosco con anche varianti vegana e integrale (quello con miele d'acacia è da non perdere). Vanno per la maggiore anche pain au chocolat, le danesi (crema cotta e mele) e le tradizionali focaccine veneziane.  

Materie prime di qualità, passione e fantasia


Si pigia ulteriormente il piede sull'acceleratore con i prodotti da forno, tutti a ridotto contenuto di glutine: i brownies al cioccolato e nocciola sono davvero d'autore, così come crostate e tenerine. Ma è tra torte (anche nuziali), monoporzioni e mignon che la fantasia di Simone sfodera tutti i suoi cavalli: piccole opere d'arte che sembrano dipinte per quanto sono belle da vedere oltre che buone da gustare. Dalla torta mimosa, anche in versione vegana, che ha impreziosito la Festa della Donna con i suoi strati di mousse ai frutti tropicali e cremoso al caramello (con bisquit gluten free), alla "KaffettoSa" con mousse al caffè, cremoso al cioccolato e fondo croccante, l'elenco è davvero sterminato. Un viaggio a cavallo tra tradizione e innovazione che vorresti non finisse mai, tanto che spesso non si sa cosa scegliere: diventa difficile cogliere fior da fiore quando il livello medio è così elevato. Anche quando ci si ferma per gustare una monoporzione al tavolo magari accompagnata da un buon caffè, un cappuccino o una cioccolata calda.

I loro panettoni artigianali vanno a ruba


Durante il periodo natalizio, poi, i panettoni artigianali di KoSìdolce bisogna prenotarli prestissimo perché vanno a ruba: l'anno scorso, oltre al classico "uvetta e canditi", erano proposte le varianti con cioccolato bianco e frutti di bosco; 3 cioccolati; cioccolato al latte, arachidi e caramello; caffè e nocciola; tonka, albicocche e cioccolato caramellato. Immancabile naturalmente anche l'offerta "vegan friendly": cioccolato bianco e frutti di bosco o cioccolato fondente e caramello.

Una proposta "esclusivamente per tutti", come amano dire Simone e Katiuscia, che apre le porte di mondi spesso inesplorati in cui è bello tuffarsi a capofitto.

Vegano e gluten free? Sì, e con tanto gusto.

Foto tratte dalle pagine social della pasticceria.

KoSìdolce
Via Moniego Centro, 47/F - Noale (Ve)
Tel. 0415801956

  • PASTICCERIA
  • RECENSIONE
IN QUESTO ARTICOLO
POTREBBE INTERESSARTI:

​I cinque cocktail più sexy nella storia della mixology, a partire dal loro nome

Eh sì, ogni drink racconta una vicenda, una storia che il proprio nome incarna, chiarisce o suggerisce…

LEGGI.
×