Ecco la grande novità del 2024 tra i ristoranti di Venezia: arriva da Cannaregio!

Pubblicato il 1 marzo 2024

Ecco la grande novità del 2024 tra i ristoranti di Venezia: arriva da Cannaregio!

C'è un nuovo ristorante a Venezia. Un ristorante che punta in alto scommettendo sull'eccellenza dei prodotti della laguna e sulla voglia di stupire attraverso le piccole cose, un approccio a suo modo rivoluzionario. Gheni Restaurant, in fondamenta Savorgnan 535, vicino al Ponte dei Tre Archi, è tutto questo e molto di più: l'eleganza è una delle firme del locale che prende vita in un ex magazzino sapientemente ristrutturato.

Eleganza, raffinatezza, bellezza


La prima volta che si entra si rimane a bocca aperta per il bancone di design illuminato e per il connubio tra linee moderne e i mattoni a vista. Questo per parlare solo del primo impatto. La meraviglia lievita ulteriormente una volta superato un breve corridoio con etichette di vino da urlo in bella vista (la carta dei vini conta più di 180 proposte soprattutto venete e friulane con chicche anche dal resto d'Italia e d'Europa) e una volta scoperta la sala del ristorante: giochi di luce, piante, sedute raffinate e senza troppi fronzoli ne fanno un ambiente perfetto per un pranzo o una cena di gran classe. Qui si va all'essenza dello stare bene, un concetto che forse si era un po' perso per strada negli ultimi tempi.

La nuova scommessa vincente di Gheni


Il ristorante di Cannaregio rappresenta la nuova sfida di Eugen Gjokaj, conosciuto da tutti come Gheni, che ha iniziato il suo cammino nel settore della panificazione e della pasticceria a Mirano per poi allargare la propria esperienza imprenditoriale ad altri locali come il bacaro Gheni Pan e Vin Bacaro Caffè di calle Ragusei. Ora la chiusura del cerchio con Gheni Restaurant, che in cucina può contare su una vera punta di diamante: Pierluigi Lovisa, notissimo chef che ha fatto incetta di premi e riconoscimenti.

Lo chef "prog" che tutti vorrebbero


Veneziano d'adozione, Lovisa definisce la sua cucina "prog", come le insuperabili band degli anni '80. Nel senso che i suoi piatti coniugano tradizione e creatività toccando vette elevatissime, alla stregua dei Pink Floyd. Piatti di terra e di mare, con un'attenzione particolare al vegetale, si sviluppano dal comune denominatore che lega le visioni di Gheni e Lovisa: fare le cose fatte bene. Sembra ovvio, ma non è così. "Nel nostro settore eravamo arrivati a un punto di non ritorno - spiega lo chef - l'obiettivo ultimo era diventato stupire il cliente. Ora stiamo tornando con i piedi per terra e la riconoscibilità dei prodotti riveste un ruolo centrale".

Rispetto della tradizione con tocchi di innovazione


Per questo il menu strutturato da chef Lovisa parte soprattutto dal rispetto delle materie prime, come nel caso dell'uovo 62 con tartufo e patate affumicate o degli gnocchi sferici alle rape rosse. Equilibrio e competenza danno vita a un connubio in cui una cena diventa questione di "giochi, opere e consistenze", per prendere a prestito proprio il titolo del menu. Tra le proposte da segnalare la battuta di fassona alla carbonara con nocciole tostate, il risotto allo zafferano con gamberi e polvere di capperi e, naturalmente, sua maestà il baccalà presentato alla maniera di chef Lovisa.

Un locale tutto da vivere, in ogni stagione

Tutto questo sarebbe già abbastanza, ma ci sono anche altri assi nella manica: in primis il plateatico in fondamenta a due passi dai Tre Archi, che con la bella stagione promette grandi emozioni, e in secondo luogo il cortile interno, gettonatissimo.

"Un gesto d'amore per Venezia"


Non un semplice ristorante ma un gesto d'amore da parte di Gheni per Venezia, la sua città d'adozione: "Dedico questo locale a chi ama la laguna - dichiara - Nelle varie attività che ho avviato con successo sono racchiusi la mia passione, la mia vita, i tanti sacrifici che ho fatto e la mia voglia di fare stare bene le persone attraverso la bellezza delle piccole cose". Parole suffragate dai fatti: mentre parla Gheni è attento a ogni particolare, dal bicchiere fuori posto all'illuminazione della sala. "I dettagli fanno la differenza - conclude - è per questo che, per esempio, il pane per il ristorante lo produco io vista la mia esperienza nel settore dell'arte bianca. Potrei cercare scorciatoie, ma in amore non esistono".

Gheni Restaurant
Fondamenta Savorgnan, 535 - Venezia
Tel: 0414190020
Mail: ghenivenezia@gmail.com

  • CENA
  • NUOVE APERTURE
  • RECENSIONE
IN QUESTO ARTICOLO
POTREBBE INTERESSARTI:

​Ecco quali sono le migliori birre dell’anno 2024 premiate a Rimini

Nell’ambito del concorso brassicolo più longevo e atteso in Italia organizzato da Unionbirra.

LEGGI.
×