Vita universitaria a Firenze: in quali locali incontrare la tipa che sogni dalle medie

Pubblicato il: 28 novembre 2019

Vita universitaria a Firenze: in quali locali incontrare la tipa che sogni dalle medie

Posto che vai, gente che trovi, quindi è meglio scegliere il locale giusto, soprattutto se stasera vuoi evitare di scrivere mezzo ubriaco alla tua ex che sembra già essersi rifatta una vita. Mi immagino già il tuo nuovo coinquilino che, rinunciando al torneo di Fifa, si sacrifica per te da bravo amico: "Dai, stasera usciamo a rimorchiare". E ha ragione: sei troppo giovane per non cercare in lungo e in largo la tipa che sogni dalla seconda media.

Ma lasciatelo dire da una donna: la formula del successo che i grandi latin lover ti propinano è una gran caz***a. La dura e cruda verità è che nemmeno noi donne abbiamo la più pallida idea di cosa vogliamo (lo diceva anche un film, no?), quindi non spremerti troppo le meningi. Mettiti carino, ma non fare il cafone. 

Certo che se tu hai un animo techno e lei è una patita latina, beh, lasciatelo dire: non andrete molto lontano, e con “lontano” non parlo della grande storia d’amore ma di un semplice e buon limone. Devi capire che genere di ragazza hai di fronte. La musica la dice lunga su una persona, quindi scorri questa lista e scegli il locale dove credi di poter conoscere altri universitari come te. Magari incontri pure me. 

Ricorda sempre che, comunque vada, il mantra è “Barcollo ma non mollo”.

Per la Blair Waldorf di turno


Per riprendere fiato tra un movimento di bacino e l’altro, la principessina che è in me si accascia sui divanetti in velluto rosso del Bamboo Lounge & Club. Ed è subito Blair Waldorf nell’Upper East Side di Manhattan. Se non la conosci, sei un po’ vergognoso, perchè non posso credere che tu non abbia mai sentito il famoso “xo xo Gossip Girl”. Comunque, per farti un’idea, puoi immaginarti un ambiente modaiolo in stile salottino francese. Questo, in cui mi siedo per riprendere fiato, è il momento di adescarmi: cocktail alla mano e fatti avanti. Noi (finte) timidine siamo difficili da convincere ma poi ci riveliamo sempre le più...sfrenate.
Via Giuseppe Verdi, 57r - Firenze - 339 429 8764

Per l'instagrammer


La movida fiorentina a ritmo hip-hop e commerciale si scatena allo Yab - Downstairs a suon di musica e stories dal ‘79. Ok, effettivamente è probabile che all’epoca Robert De Niro e Madonna non condividessero stories mentre ballavano (e flirtavano) in queste sale, ma l’influencer che è in me non se le fa scappare. Lunedì è #yabsmoove, venerdì è #myfriend e sabato è #yabber, ma quello che tu universitario (e io) non puoi perderti è UNYversal #ilmerdoledìpiubello: limone assicurato. E se non riesci a rimorchiarmi alla festa, puoi stalkerarmi sui social grazie agli hashtag, ma per favore evita la battuta: “Ti ho vista allo YAB. Ti rispecchia proprio: You Are Beautiful”. In primis non funziona e in secondo luogo, modestamente, lo so già. 
Via De' Sassetti 5r - Firenze - 338 977 9252 

Per la Erasmus che twerka

Buon sangue non mente, e il sangue latino, si sa, twerka meglio. Ma sapete come si dice: la “bella di notte” prima ti piace e poi ti stanca, la brava ragazza prima ti stanca e poi ti piace. A te la scelta. Al Babylon Club le trovi entrambe dal lunedì Dope & El Salseo alla domenica Taki Taki. Per me la sfida è aperta: tutti i giorni, tranne il mercoledì, nelle tre sale del Babylon Club. E per te “tre sale” significa solo una cosa: il triplo delle possibilità di trovare quella giusta. Datti da fare, ma per favore non fare il maiale. Quello non piace nemmeno alle Erasmus che twerkano. 
Via Dei Pandolfini 26r - Firenze - 347 381 8294

Per la milf

La sapeva lunga Niccolò in “Baby” quando si faceva la professoressa Monica. Ma diciamocelo: le professoresse fighe esistono solo nei film o quantomeno non capitano a te. Qualcuna, però, c’è e facilmente frequenta il Viktoria Lounge Bar, soprattutto nel fine settimana quando, dopo l’aperitivo a buffet, si aprono le danze fino a notte fonda. Potrebbero non essere tutte professoresse ma, sì, sono vere milf, il sogno erotico di chiunque abbia visto “American Pie”, e pure di chi non lo conosce. Ora viene il bello: convincerla che non sei un ragazzetto. Potresti partire con offrirle il giusto cocktail. Se sei impanicato, fatti consigliare dai gemelli Marco e Paolo al bancone, i maghi della mixology, ma stai attento perché nemmeno loro sono niente male e rischi di farti rubare la milf. Chiediti perché le donne accorrono così copiosamente al locale. I drink ben fatti non sono la sola risposta. 
Via Giuseppe Verdi 28 - Firenze - 055 386 0323

Per quella che senza un cocktail non comincia 

Se parti offrendole un aperitivo da Strizzi Garden in zona Novoli, tra arredi verde lime e luci colorate, sei già a metà dell’opera. Ma non cantare vittoria troppo presto: la strada verso il limone è ancora lunga. Eccotela qua un’altra cavolata raccontata dai grandi playboy: “Falla parlare”. Se la preda in questione è una di poche parole e tu la tartassi di domande solo per “farla parlare”, la conversazione finisce con l’essere un interrogatorio e tu con il sembrare uno stalker. E da stalker a psicotico assassino, nella mente di una donna, è un attimo. Piuttosto, balla con lei nei giovedì Rumba e nei venerdì The Music is On e offrile uno di quei fantastici cocktail che preparano a colpi di shake. Qualunque sia il giorno, sappi che se sta bevendo allo Strizzi Garden cerca una serata sì movimentata e allegra, ma non vuole di certo arrivare a livello di “spaccarsi ammerda”. 
Via G. Mariti 3/M - Firenze - 342 731 1616

Per chi è come te #LGBT

Non credere di sfuggire alla movida arcobaleno del sabato Icon solo perché sei etero. La serata gay è una delle cose da fare almeno una volta nella vita, meglio se prima dei trent’anni. Io l’ho fatto. Certo, se sei un piccolo duca che ama la sobrietà e snobba i LED colorati, è meglio che lasci stare, ma se sei qui non credo sia il tuo caso. Se sei qui, vuoi rimorchiare e vuoi capire dove, ed è giusto che anche i gay abbiano un luogo in cui poterlo fare senza doversi chiedere: “Ci posso provare con quel bel fusto o è etero?”. Il Full Up lo permette, con sottofondo pop-house, atmosfera minimal-chic e tanti, tanti LED colorati.
Via della Vigna Vecchia, 23R - Firenze - 055 219605

Per la techno-house dipendente

Quando penso al Tenax mi viene sempre in mente il Texas e forse l'associazione non è proprio campata in aria. Non parlo solo dell’analogia linguistica, perché fin qui ci arriva pure una gallina, con tutto il rispetto per le galline. Se non lo sai, il Texas è la capitale mondiale della musica dal vivo con i suoi oltre duecento nightclub e sale. Forse il Tenax di Firenze non ha così tante sale (dopotutto, è un numero difficile da battere per un solo locale), ma lo spirito c’è. Il sabato Nobody’s Perfect è il rendez vous ideale per gli amanti della musica techno-house dal vivo. Se la tua “lei da rimorchio ideale” si scatena su queste note, beh, ora sai dove andare. 
Via Pratese, 46 - Firenze - 055 747 8158

Per quella che canta a squarciagola e non se ne vergogna

Lo Space Club apre battenti nel ‘69, un numero che è tutto un dire. Il locale già mi piace, ma i miei punti apprezzamento schizzano alle stelle quando scopro la sala karaoke: “Ciaone”. In realtà, fino a un anno fa l’unico pubblico dei miei concerti era il mio riflesso sullo specchio del bagno mentre mi asciugavo i capelli a ritmo di “Canta sotto la doccia”, Spotify. Povere le mie coinquiline. Ma dopo qualche drink e molta dignità calpestata, cosa vuoi che sia un po’ di karaoke? Tanto poi posso nascondermi nella dancefloor. Se sei un cinefilo, forse l’hai già vista in qualche film d’epoca, infatti è la più grande del centro città. Potresti provare a conquistare il tuo limone con questa chicca culturale. Come dico sempre: “Vai e stupisci”.
Via Palazzuolo, 37 - Firenze - 055 293082

Foto di copertina dalla pagina Facebook di Tenax
Foto di Yab di Matteo Rovella
Foto interne dei rispettivi locali

  • CONOSCERE E RIMORCHIARE
  • SERATE CON COLONNA SONORA
  • TRIBÙ DELLA NOTTE

scritto da:

Giulia Cescon

Ho un superpotere: mi circondo di ritardatari cronici pur essendo sempre in anticipo. Amo il lunedì, non mi piace la birra e mi sveglio sempre dopo il primo squillo di sveglia. La normalità è sopravvalutata.

IN QUESTO ARTICOLO
POTREBBE INTERESSARTI:

Cortina da mattina a notte inoltrata: colazione da Lovat e quattro salti al Vip non si negano a nessuno

Perché la perla delle Dolomiti, in alta stagione, non dorme mai.

LEGGI.
×