Il cocktail d'asporto in lattina sottovuoto di Alessio Ricchiari

Pubblicato il 26 novembre 2020

Il cocktail d'asporto in lattina sottovuoto di Alessio Ricchiari

In tempo di Covid il mondo del food&beverage ha dovuto aguzzare l'ingegno e mettere a punto tecniche innovative e soprattutto originali per andare avanti e combattere la crisi dovuta alla chiusura dei locali. Se il vino e la birra si possono anche proporre per l'asporto, questo diventa difficile per il raffinato mondo della mixology. Cosa fare allora? 

A questa domanda ha risposto Alessio Ricchiari che lavora nel mondo dell'abbigliamento e che ha aperto il Rita Cocktail House in via Malta (piazza Borsa) nel centro di Palermo. Già nel 2019 Alessio Ricchiari ha messo in pratica un'idea davvero originale che, di certo, farà scuola. Ha inventato il cocktail d'asporto realizzato e inserito all'interno di una lattina sottovuoto che ne preserva ogni caratteristica. Il locale  è stato inaugurato il 31 ottobre 2019 ma ha visto la luce solo ad intermittenza per 8 mesi a causa del succedersi delle varie fasi del lockdown. Al momento il locale è tecnicamente chiuso ma non stupisce vedere al suo interno tutto il suo staff all'opera che prepara i cocktail per l'asporto da versare nei barattoli Rita di latta con apertura a strappo che richiamano proprio quelli dei pelati.

L'idea innovativa 

La sua idea ora è sempre più apprezzata perchè potrebbe rispondere efficacemente alla chiusura imposta per l'attuale crisi sanitaria. 

"Sono un appassionato di cucina. - racconta Alessio - e l'idea mi è venuta mettendo un po' d'acqua per levare la conserva di pomodoro che rimane sul fondo e sui lati della lattina: un'operazione che in cucina fanno tutti. Con le restrizioni del covid questo prodotto potrebbe aver un grande successo. Naturalmente spero che tutto finisca presto e che tutti possiamo tornare a una vita normale. Un grosso incoraggiamento ad andare avanti viene dai miei stessi collaboratori che chiedono di poter lavorare anche senza essere pagati. Questa è una spinta notevole ecco perchè noi siamo ancora aperti nonostante tutto. Il locale è stato inaugurato lo scorso ottobre ma poi c'è stato il lockdown e ora le restrizioni..." . 

In Europa, ma forse nel mondo, i cocktail di Rita sono gli unici prodotti in lattina che una volta aperta restituisce l'originale mix di prodotti alcolici. L'idea è già stata concretizzata in migliaia di lattine con Manhattan, Negroni, Pornstar Martini. Fra poco si avvierà la produzione di Cosmopolitan, Mi-To (Milano.-Torino) , Mai Tai.

Anche i contenitori di latta sono prodotti da un'azienda siciliana: "Il Rita si chiama come mia madre - dice Alessio - donna ospitale con la casa e la cucina sempre aperta. Come Santa Rita da Cascia che io ho fatto raffigurare nel mio locale da Igor Scalsi Palminteri col volto di Monique una mia amica della Costa D'Avorio che ha avuto una vita molto difficile. I nostri cocktail rispettano le ricette originali. Sulla lattina è scritto come servire il mix alcolico, se agitarla prima di aprila, insomma come gustare a casa un vero Negroni".

Le boatte (lattine in siciliano) costano 5 euro l'una e l'opificio di Alessio ne produce mille al giorno e in una settimana ne sono state vendute 5500.
I cocktail del Rita si trovano anche a Londra dove vengono venduti ida una catena di market palermitana. A Natale sarà prodotta una special edition con lattine da appendere all'albero bianche e rosse".

Photo Credits: pagina facebook Rita Cocktail House 

  • NOTIZIE

scritto da:

Irene De Luca

Agenda, taccuino, registratore e macchina fotografica. Attenta alle nuove tendenze ma pur sempre “old school inside", vago alla ricerca di ispirazioni, di colori, di profumi nuovi per raccontare una Milano che poi tanto grigia non è.

POTREBBE INTERESSARTI:

Dimmi come chiami le chiacchiere e ti dirò da dove vieni

Classiche o rivisitate, coperte da miele, cioccolato, zucchero a velo o servite con il cioccolato fondente, perché no?

LEGGI.
×