​Social Table: posti dove mangiare al tavolone condiviso e quanto fa figo

Pubblicato il: 1 settembre 2019

​Social Table: posti dove mangiare al tavolone condiviso e quanto fa figo

Un grande tavolo e tanti sconosciuti con cui condividere il pranzo, o la cena, e magari il piatto.

Tutti a pensare sia la moda del momento, ma non è così, ristoranti e trattorie rispolverano in realtà un grande classico delle mense di un tempo: il tavolone, ora ribattezzato social table. Si mangia tutti assieme, si socializza, appunto, magari ci si scambia anche un assaggio (e il numero di telefono?). Sedere fianco a fianco di sconosciuti smette di essere un ripiego per aumentare i coperti o per sistemare quell’unico ospite e diventa un trend in fatto di cucina. Il grande tavolo ha preso piede non solo nella cosmopolita Milano, ma anche in altre città; piace soprattutto ai giovani, piace l'idea che ci sta dietro, la condivisione, piace la praticità perché è perfetto per ospitare gruppi numerosi ma soprattutto per accontentare chi mangia solo, per scelta o per necessità. Ecco dei posti, veramente belli e dalla cucina di gran qualità, da provare. 

# Lo Stonnato - Torino


Anche a Torino potete andare a mangiare da soli senza nessun problema. Da provare il tavolone conviviale de Lo Stonnato, in menu ricette della tradizione popolare come impepate di cozze, fritture di paranza o le polpette di alici. De sostanza.

 

# Carlo e Camilla in Segheria - Milano


Uno dei posti più gettonati dove cenare, soprattutto nel mondo della moda... Carlo e Camilla è il ristorante aperto in società da Carlo Cracco, Tania Solci e Nicola Fanti. La cucina è affidata allo chef Luca Pedata, i cocktail sono di Filippo Sisti; entrambi sono serviti all’unico e lunghissimo tavolo sociale, che attraversa l’intera sala, arredata in stile rustico ma con lampadari chandelier.

# Fiorital - Padova


Ytheca Fiorital è un locale innovativo, che propone un pesce di qualità unica nel suo genere. L'attenta selezione della materia prima e il congelamento ultrarapido fino a -120°C sono infatti garanzia di freschezza e bontà superiori. Famosi i mignon di mare che paiono pasticcini. Ovvio, spazio anche al design, tech e shabby chic allo stesso tempo e con tavolo condiviso fronte cucina.

# Zeb Gastronomia - Firenze


Nel quartiere di S. Niccolò, Zeb è la reinterpretazione in chiave moderna della tipica gastronomia. Fulcro del locale il bancone centrale, attorno al quale ci si può sedere per gustare i piatti della cucina casalinga toscana. In vendita anche il meglio della produzione toscana tra vini, birre artigianali, pasta, marmellate e miele, biscotti e cioccolato, aceto balsamico e olio d'oliva.

# Settembrini libri e cucina - Roma


Bello e famoso. Settembrini è uno degli "hot point" dei giovani della Capitale. Ristorante e wine bar dove ci si può fermare per un pranzo di lavoro o una cena romantica, qui la qualità si abbina alla raffinatezza. All'aperitivo propone cocktail classici (Manhattan, Marguarita, Bloody Mary, Gibson), ma anche innovativi come il Paperol (rabarbaro, zucca, spumante, lime).

# Gagini - Palermo


Gagini si presenta subito con stile grazie alla bellezza del locale. Le mura stesse sono create, come negli antichi palazzi, da grandi blocchi di tufo. La cosa non stupisce dato che si trova vicino alla Cala, una zona molto antica della città.

  • TENDENZE FOODIES
  • EAT&DRINK

scritto da:

Mariagiovanna Bonesso

Una mamma tacco 12? Anche un paio di ballerine Prada vanno bene, ideali per (rin)correre (il pargolo). Non ho smesso di "fare cose e vedere gente", coltivare la mia passione per arte, design, fotografia e moda, of course. A sdoppiarmi ancora non riesco, ma un Hugo cocktail e un cigarillo Cohiba mi ridanno i superpoteri istantaneamente.

IN QUESTO ARTICOLO
  • Fiorital Ytheca

    Via Carlo Rezzonico 8, Padova (PD)

  • gagini

    Via Cassari 35/37, Palermo (PA)

  • Zeb

    Via San Miniato 2r, Firenze (FI)

  • Carlo e Camilla in Segheria

    Via Giuseppe Meda 24, Milano (MI)

  • Settembrini

    Via Luigi Settembrini 25, Roma (RM)

POTREBBE INTERESSARTI:

​I ristoranti migliori dove farsi una scorpacciata di Tartufo Bianco d'Alba

Con i suoi 250 € all’etto di quest'anno si conferma la prelibatezza più costosa in tavola, ma bando alla tirchieria per una volta.

LEGGI.
×