In viaggio tra le cucine regionali senza muoversi dal Salento: le specialità italiane da provare a Lecce e dintorni

Pubblicato il 6 luglio 2021

In viaggio tra le cucine regionali senza muoversi dal Salento: le specialità italiane da provare a Lecce e dintorni

La cucina italiana – sfido chiunque a contraddirmi - è unica al mondo, soprattutto per l’immensa varietà di ricette tradizionali anche diversissime tra loro. L’enogastronomia del Belpaese si caratterizza, infatti, per poliedricità di proposte, di approcci e di ingredienti: ogni regione ha i suoi prodotti tipici, le sue ricette e soprattutto i suoi metodi di accostamento tra sapori, da provare uno dopo l’altro. Se anche tu sei un esploratore del gusto e ti trovi in Salento … beh sei proprio fortunato: oltre ai piatti tipici del territorio, infatti, non mancano diversi locali che propongono ricette provenienti da altre cucine regionali, come la toscana, la napoletana, la romana e la siciliana. Scopriamo insieme quali sono e i loro cavalli di battaglia.

Campania: meno light ma troppo godereccia!


Definire con due aggettivi la cucina campana non è affare semplice, anzi! Ma se proprio devo… forse direi che è “tanta”! Oltre alla pizza verace – inimitabile – sono moltissimi i piatti tradizionali partenopei che mi fanno andare fuori di testa: dalle specialità di mare ai prodotti della terra, dai leggendari fritti ai sontuosi dolci.
 
Dove mangiare campano a Lecce:

Bufala & Monzù. Un localino di recente apertura da conoscere a tutti i costi se si amano i buoni sapori della cucina partenopea e si vuole testare cosa significa un'accoglienza con la A maiuscola. Il menù, come si può immaginare, ha una duplice anima: da un lato troviamo fantastiche pizze veraci e dall'altro i migliori piatti della cucina tipica napoletana e mediterranea preparati con l'utilizzo di materie prime di altissima qualità.
E mentre aspetti la tua ordinazione, ti consigli di stuzzicare l'appetito con uno degli sfiziosi antipasti in carta: non mancano le fritturine miste, un must, ma nemmeno piatti freddi a base di mozzarella, salumi di vario tipo, la mitica parmigiana di melanzane, il gattò di patate, l’impepata di cozze, i bruschettoni, le insalatone miste di ogni tipo e dimensione.
Via G. Garibaldi, 21 - Lecce - Tel. 0832521818 

Pinti Pasticceria. Chiudiamo la nostra esperienza di gusto partenopea con una tappa da Pinti Pasticceria, a pochissimi passi dalla splendida porta San Biagio. Ad attenderti innumerevoli tentazioni zuccherine della tradizione napoletana, sfornate sfresche ogni giorno o anche su prenotazione. E via di babà, pastiere, delizie al limone, capresi, sfogliatelle e chi più ne ha più ne metta. C'è solo l'imbarazzo della scelta. 
Via Francesco Lo Re, 83 - Lecce - Tel. 0832240700

Puglia: ingredienti poveri ma genuini


Semplice ma sana e nutriente. Quella pugliese – e la salentina in particolare – è una cucina rustica, casereccia e genuina che vede l’utilizzo massiccio di verdure dell’orto, legumi e pasta fresca fatta in casa. Non mancano i formaggi, perlopiù freschi (come l’immancabile burrata), e anche alcune ricette con la carne (vedi le polpette al sugo). Anche in tema di dolci siamo forti: il Salento dà casa a tantissimi laboratori di pasticceria da leccarsi i baffi. Ma di questo abbiamo già parlato nel precedente articolo sulle 10 pasticcerie di Lecce di cui mi sono innamorata.
 
Dove assaporare la tradizione pugliese e salentina:

Trattoria Le Zie. Se è il gusto autentico del Salento che vuoi assaporare, quello semplice e genuino che porta in tavola tutta la bontà dell'orto a chilometro zero, allora ti consiglio di sederti al tavolo di questo locale, che da anni propone una cucina casalinga che ricalca attentamente la tradizione regionale. Ricette semplici, senza alcuna rivisitazione, che ci riportano nelle case delle nonne (o delle zie in questo caso). Piatti caserecci che difficilmante si trovano nei ristoranti del nuovo decennio, dove solitamente si lascia spazio alla contemporaneità. In tavola, dunque, arrivano la pasta e il pane homemade, i legumi, le verdure di stagione, qualche secondo di carne e i dolci artigianali. Il tutto in un'atmosfera semplice e famigliare, dove sentirsi a casa.
Via Colonnello Archimede Costadura, 19 - Lecce - Tel. 0832245178
 
Masseria Le Stanzie, Menù tipico in masseria tipica. Cosa volere di più dalla vita?! Di certo c’è che se vuoi cenare in questa masseria di Supersano (dove tutto è fatto in casa ed è superbuono), devi prenotare con largo anticipo perché i posti vanno letteralmente a ruba vista la qualità offerta. Il menù non si sceglie: ti viene proposto un ricco antipasto (che da solo potrebbe saziare), due primi, due secondi e un dessert. Tu devi solo scegliere cosa e quanto vuoi mangiare.
Strada Provinciale 362 - Supersano (LE) - Tel.0833632438

Calabria: gusti decisi con tocco piccante 


Come quasi tutte le cucine regionali, anchce quella calabrese è una cucina povera, di origine contadina, con numerosi piatti fortemente legati alle ricorrenze religiose. Ma c'è un elemento - diventato simbolo della regione stessa - che rende le ricette tradizionali ancora più interessanti, conferendo loro una marcia in più: sto parlando del mitico peperoncino, utilizzato in tutti i modi, crudo o cotto, per insaporire verdure, primi piatti, carni e via dicendo. Al peperoncino, però, si affianca un altro ingrediente principe di questa terra, ovvero il porcino Silano, il più profumato e gustoso tra i funghi, anch'esso protagonista assoluto dei piatti tipici della cucina calabrese.

Dove mangiare calabrese a Lecce:

La Bella’mbriana.
Uno dei locali più longevi del Salento - alle spalle ben 23 anni di attività - la cui proposta di cucina rispecchia i sapori e le tradizioni del sud Italia; le ricette e gli ingredienti rimandano alla cultura calabrese, che negli anni si è arricchita con i gusti e le tradizioni pugliesi. Nel menù alla carta troviamo dunque un mix di sapori e tradizioni, che si esprimono in piatti dal sapore di mare e di montagna, spaziando, ad esempio, dalle pappardelle ai funghi porcini ai paccheri al cinghiale, dalla pignata di mare con piselli di Zollino ai troccoli al ragout di mare e via dicendo. Il resto scoprilo da solo...
Strada prov.le Lecce - Cavallino (LE) - Tel. 0832612823

Toscana: carne, verdura e pesce. A questa regione non manca niente!


Una tra le più antiche cucine regionali italiane, quella toscana è veramente super perché spazia con impareggiabile leggiadria dalla carne di manzo – a mio avviso tra le top in Italia – ai piatti dell’orto (la famosa ribollita o la pappa al pomodoro). Poi c’è la marinara, con il caciucco e … basta altrimenti non ci vedo più dalla fame!

Dove mangiare toscano a Lecce:

Kiodofisso. In posizione centralissima, a pochi passi da piazza Sant’Oronzo, questo bistrot ha saputo stupirmi per l’originalità e la versatilità del menù, oltre che per la geniale idea di proporre cucina toscana in Salento. Ma non cucina improvvisata, cucina interpretata magistralmente. Da provare i mitici pici fatti a mano con sale, acqua e farina con sugo all’aglione, i fagioli all’uccelletto, i coccoli (serviti con prosciutto crudo e stracchino) e molto altro.
Viale Francesco Lo Re, 22/5 - Lecce - Tel. 0832092923

Roma: una cucina gagliarda!


Anche quella della capitale non poteva che essere una cucina “di spessore”, gustosa e intensa, custode di antiche ricette che hanno conquistato il mondo come la mitica carbonara, l’amatriciana, la cacio e pepe, i saltimbocca, la trippa, l’abbacchio, i carciofi, la coda alla vaccinara e chi più ne ha più ne metta.
 
Dove mangiare romano a Lecce:

A’Roma L’Osteria. Un ristorante tipico romano nel cuore di Lecce, dove Stefano e Fabiana hanno dato vita al loro sogno, proponendo i piatti della tradizione romana più verace preparati esclusivamente con ingredienti del Lazio: coda alla vaccinara, abbacchio, pajata, trippa, carbonara, amatriciana, spaghetti cacio e pepe, tutto cotto come vogliono le usanze romane, lentamente, dentro tegami e pentole di terracotta, e per garantire la freschezza degli alimenti , alcuni piatti sono preparati e serviti solo alcuni giorni della settimana!
Via Cesare Battisti, 3 - Lecce - Tel. 3662474402
 
Osteria Romana Palato. Spostandoci verso il mare, a Otranto per la precisione, troviamo un altro locale che ha portato in Salento i buoni sapori della cucina romanesca, nato da una grande amicizia (Francesco, Valerio e Andrea) oltre che da una grande passione la tavola e per i prodotti del territorio. Radici romane, dunque, con ingredienti salentini. Il risultato, come direbbero nella Capitale, "è da paura"! Si parte con un antipastino misto "Quanto sei bella Roma" per poi cadere sui grandi classici, che non passano mai di moda. 
Via Papa Giovanni Paolo II, 3 - Otranto (LE) - Tel. 3463598446

Sicilia: un trionfo di sapori


Un tripudio di sapori e colori caratterizza la cucina siciliana, una cucina autentica, carica e non esagero a dire geniale. Forse tra le mie preferite perché sa essere al contempo easy ma anche raffinata e stilosa. Da passeggio o da grande ristorante. Di sicuro non dirò mai di no a una caponata di melanzane, a una pasta alla norma, a un cannolo o a una cassata.
 
Dove mangiare siciliano a Lecce:
 
Ristorante pizzeria Barbarella. A Racale, in via Gallipoli, troviamo un ristorante pizzeria singolare che propone in menù piatti e prodotti di prima qualità della tradizione siciliana. Da provare pettole, arancini e i fantastici e saporiti primi. Dulcis in fundo… i cannoli. E con questo ho detto tutto.
Via Gallipoli, 180 - Racale - Tel. 0833552338
 
Pasticceria Timea. Una gastronomia e pasticceria siciliana rinomata di Lecce, che da oltre 50 anni offre a tutti i suoi clienti prodotti di pasticceria eccellenti, realizzati con grande maestria e utilizzando materie prime di qualità. Un punto di riferimento per tutti i golosi e buongustai della città: ogni giorno potrai trovare un vasto assortimento di prodotti tipici siciliani, dolci e salati.
Viale Otranto, 72 - Lecce - Tel. 3806582533

Arancineria Siciliana. Un pezzo di Sicilia lo abbiamo trovato anche a Maglie, dove al civico 10 di via Garibaldi esiste un'arancineria siciliana che in menù propone un'ampia varietà di arancini/arancine. Il nome cambia in base a dove ti trovi (se a Palermo o Catania), ma il concetto è lo stesso: stiamo parlando di quei vulcanetti di riso fritti e ripieni con squisitezze di ogni tipo, che hanno saputo conquistare anche i palati più esigenti. Nata come ricetta anti spreco, questa appetitosa pietanza ha il vanto di aver portato lo street food siciliano in tutto il mondo. Ogni momento della giornata è buono per farsi un arancino/a. 
Via Garibaldi, 10 – Maglie (LE) – Tel. 3917331768

Sardegna: varietà e contaminazioni


Grazie alla sua posizione geografica la Sardegna può contare su una tradizione gastronomica ricca e varia dovuta al fatto che nel corso dei secoli si è arricchita attraverso apporti e contaminazioni dovuti a contatti e scambi tra diverse culture mediterranee. Alla base, sempre e comunque ingredienti semplici e genuini, con sapori forti, ma mai troppo invadenti. Varia poi a seconda del fatto che ci si trovi sul mare o nell'entroterra. Tra tutte forse prevale la tradizione pastorale, che ha dato origine a una varietà di sorprendente di prodotti tipici. 

Dove mangiare sardo a Lecce:

Tenuta Solicara. Un agriturismo che fonda le sue radici nell’azienda agricola di famiglia, fondata nel lontano 1966, e che si sviluppa poi come struttura ricettiva con cucina in seguito al trasferimento dalla Sardegna al Salento. Oggi in questo locale è possibile degustare alcuni dei piatti tipici della tradizione Salentina e Sarda, in un mix inedito e gustoso. Una cucina della nonna rivisitata con passione e cura per i dettagli, a partire dalle materie prime che il territorio regala. Da non perdere il tipico porceddu o i primi di pasta fresca fatta in casa, come culurgiones ripieni e malloreddus al sugo.
Via Degli Olmi, 8 str prov.le Lecce -Torre Chianca - Tel. 3476145727 – 0832378677.

L’Angolo del Pastore. Un altro locale che ha portato in Salento la cucina sarda è l'angolo del pastore, che basa la sua filosofia sull'utilizzo di materie prime eccellenti unite alla semplicità. Il menù è contenuto, a riprova del fatto che tutto è cucinato espresso e con ingredienti freschissimi. Oltre ad alcune ricette tipiche immancabili, come culurgiones, malloreddus al ragù, porceddu allo spiedo, troviamo ottima carne alla brace e pizze fatte con lievito madre. La cena non può concludersi se non con un mirto originale. 
Via S. Giovanni, 46 - Melendugno (LE) - Tel. 3249817502 



Immagine di copertina Bufala&Monzù, shooting di Gabriele Dell'Anna per 2night
Immagini interne tratte dalle pagine Fb dei locali (tranne che per Bufala e Monzù le cui foto sono di 2night)

  • RISTORANTI E PIATTI TIPICI

scritto da:

Laura Sorlini

Vanta un’esperienza giornalistica competente e versatile maturata in anni di redazione. Appassionata di enogastronomia e turismo e sommelier, è alla continua ricerca di aspetti ed eventi da raccontare nelle rubriche che cura periodicamente per alcune delle più autorevoli riviste di settore.

IN QUESTO ARTICOLO
POTREBBE INTERESSARTI:

Come sarà la vendemmia? Poca ma buona e con un mercato in forte ripresa

26 milioni gli ettolitri già vendemmiati in Italia e i dati sono incoraggianti. La qualità, soprattutto, è ottima.

LEGGI.
×