A Milano ha aperto un ristorante in un cortile dove provare la favolosa cucina di Sichuan

Pubblicato il 28 agosto 2021 alle 06:24

A Milano ha aperto un ristorante in un cortile dove provare la favolosa cucina di Sichuan

Dall'ideatore della Ravioleria Sarpi e di Nove Scodelle nasce un nuovo locale per gustare la cucina di Sichuan all'aperto sotto un pergolato coperto di viti

Un enorme cortile, un pergolato colmo di viti che rinfrescano e abbelliscono e la cucina di Sichuan. No, non siamo un giardino in Oriente ma poco ci manca. Tra le aperture piú in vista dell'estate 2021 a Milano c'é Yum Cha che, a distanza di pochi mesi, é giá diventato un approdo sicuro per tutti gli appassionati di cucina cinese. 

La location: un cortile incantato

Yum Cha si trova in via Meucci n. 43, a Crescenzago e più precisamente nel cortile di Cargo&HighTech, uno spazio ampio con grandi tavoli che ospitano piú persone in piena sicurezza perché distanziate e en plein air. Basta entrarci per distaccarsi dal caos cittadino e allontanarsi dallo stress. Qui parla solo la buona cucina, il piacere di stare insieme ed il relax. 

Complici il pergolato di viti, le piante tropicali, poltroncine e l'arietta che avvolge lungo tutto il pasto. 

Il progetto di Agie Zhou

A capo del progetto c'é Agie Zhou, lo stesso proprietario di due punti di riferimento per i chinese addicted in città: Ravioleria Sarpi e Nove Scodelle. Yum Cha rappresenta infatti il locale estivo di quest'ultimo ed il menu è del tutto simile. Ciò che cambia è di certo l'ambiente anche se si riesce a mantenere il carattere autentico che si respira anche al locale in via Padova.

Cosa si mangia da Yum Cha

A capo della cucina del Yum Cha c'è lo chef Lorenzo Biagiarelli. Per la location estiva di Nove Scodelle ha messo a punto un menu del tutto simile con poche voci dall'alto valore qualitativo che permette di gustare la vera cucina tradizionale di Sichuan, della Cina occidentale, pungente, piccante e ricca di sapori audaci. 

Tra le specialità i baozi, i panini tipici caldi cotti al vapore con diversi ripieni ma anche pollo kongpao, ravioli al vapore, spaghetti freschi saltati...

Il passaparola anche tra i vip 

Ad aumentare la sua notorietà in tempi brevi ha di certo aiutato un passaparola avvenuto anche tra i big del mondo dello spettacolo tra cui Selvaggia Lucarelli che, in un post di Instagram a fine maggio, quando il locale aveva appena aperto, lo ha citato tessendone le lodi insieme a Lorenzo Biagiarelli, chef e compagno della nota giornalista e blogger italiana.  Nel post della Lucarelli si legge: “Si chiama Yum Cha. È di fianco a Cargo, che sembra un posto un po’ da Berlino, è sotto un bel pergolato che fa un po’ Toscana, serve piatti che ti fanno sentire in Cina. Però stai a Crescenzago”.

Foto copertina: pagina facebook Yum Cha

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Selvaggia Lucarelli (@selvaggialucarelli)



 

  • NOTIZIE

scritto da:

Irene De Luca

Agenda, taccuino, registratore e macchina fotografica. Attenta alle nuove tendenze ma pur sempre “old school inside", vago alla ricerca di ispirazioni, di colori, di profumi nuovi per raccontare una Milano che poi tanto grigia non è.

POTREBBE INTERESSARTI:

Come sarà la vendemmia? Poca ma buona e con un mercato in forte ripresa

26 milioni gli ettolitri già vendemmiati in Italia e i dati sono incoraggianti. La qualità, soprattutto, è ottima.

LEGGI.
×