Perché Note di Cucina è un ristorante unico?

  • RECENSIONE
  • INFO
  • COMMENTI

Una location unica di rara bellezza
- perché, situato all’interno di una vecchia corte industriale milanese, Note di Cucina si trova a due passi dal centro città, eppure offre una location ampia, accogliente, con una terrazza circondata dalle vecchie mura della Milano di un tempo
- perché permette di trascorrere una serata in un ambiente fuori dal tempo: al riparo dai rumori della città, da Note di Cucina quello che si ascolta è solo musica: dolcissime note di pianoforte della grande epoca romantica
- perché la musica non è solo un sottofondo ma fa parte dell'esperienza che si vuole far vivere e che colpisce tutti e 5 i sensi
- perché l'armonia della musica si ritrova anche negli equilibri dei piatti di ineffabile bontà
- perché gli arredi interni ricordano quelli di una vecchia trattoria fra legno scuro e tovaglie bianche con richiami marroni
- perché l'ambiente è romantico, intimo, elegante ma allo stesso tempo semplice, sincero
- perché la sera le luci si abbassano e si accendono le candele (rosa, di sale), coronamento perfetto di un'atmosfera da sogno
- perché gli arredi sono immaginati come quelli di una casa: devono essere caldi e puliti senza troppi fronzoli
- per l'incanto della parete del pianoforte: un vecchio pianoforte a muro tedesco datato 1870 e, sopra di esso, i quadri realizzati dalla madre del proprietario 
- perché gli arredi sono semplici ma curati nei minimi dettagli: dal color testa di moro alle pareti (le decorazioni sono state realizzate a mano da un decoratore), alle piantine scelte per dare un tocco di luce e per protare anche all'interno l'atmosfera naturale che si respira all'esterno, alle lampade in stile industrial
- perché Note di Cucina dispone di una terrazza di rara bellezza, sempre addobbata con fiori e piante di ogni colore dove trascorrere piacevoli pranzi o cene fuori dalla routine della città 
- perché lo stile è minimal, in controtendenza rispetto all’artificiosità del momento, con tanti riferimenti al mondo musicale: dai dischi alle pareti agli spartiti, alle note musicali disegnate sui muri 

La cucina della tradizione italiana: abbondante e perfetta nella sua semplicità 
- perché il suo titolare, Massimo, dice sempre: “propongo solo quello che farei mangiare a chi amo. Mangiare bene è una cosa meravigliosa!"
- perché  è una "trattoria di una volta" dove si possono gustare i veri piatti poveri della tradizione culinaria italiana
- perché la chef Agata prepara tutti i piatti in modo espresso sia a pranzo che a cena
- perché da Note di Cucina non si servono piatti gourmet ma ricette della tradizione italiana, leggermente riviste e riproposte secondo stagione
- perchè ogni piatto è abbondante. Massimo ama dire: "dal mio punto di vista venite qui a cena e non ad una mostra fotografica."
- perché, proprio come a casa, si esce sazi dopo aver mangiato bene, spendendo il giusto 
- perché la pasta è sempre fresca e realizzata quotidianamente a mano, proprio come una volta, dalle mani esperte e sapienti di tre signore
- perché il menù varia mensilmente, così da seguire la stagionalità 
- perché i piatti sono tradizionali e caserecci: massima espressione di gusto, qualità e quantità 

Un menù di emozioni 
- perché i piatti ricordano l'infanzia, le domeniche in famiglia, fra i sapori semplici e genuini 
- perché da Note di Cucina lo Gnocco fritto si chiama Torta Fritta (come si dice a Parma) 
- perché la Torta fritta è uno degli antipasti preferiti dagli ospiti: servita al tavolo nel tagliere con Crudo di Parma DOP, Salame Felino IGP, Mortadella Bologna IGP e tris di formaggi: vaccino di montagna lombardo, pecorino Val D’Orcia stagionato in grotta e caprino sardo, accompagnati con composta delicata ai peperoni
- perché si preparano quotidianamente Spaghetti alla Chitarra, Tagliatelle, Linguine al Nero di Seppia, Pappardelle, Paccheri, Maccheroncini
- perché la pasta fresca è anche ripiena e spiccano le Caramelle di zucca, i tortelli tipici mantovani o i Tortelloni alla valtellinese con impasto di grano saraceno o ancora i Casoncelli bergamaschi (di solito conditi con burro, pancetta croccante e salvia ma anche con il sugo)
- perché non solo la pasta ma anche i condimenti sono tutti preparati come il pesto di pomodori secchi e l'olio aromatizzato dello Scalatiello con pesto di pomodori secchi, olio aromatizzato e lamelle di mandorle tostate
- perché, dopo aver scelto la pasta desiderata, si sceglie liberamente il condimento, sempre realizzato in loco, senza conservanti nè additivi di nessun tipo. Sono a disposizione sughi e condimenti sia di carne che di pesce ma anche vegetariani e vegani
- perché  fra i secondi spicca il Controfiletto di Angus del sudamerica grass fed proposti in diverse ricette (in Crema di Parmigiano, al Nero D'avola all'Aceto Balsamico di Modena IGP ma anche più semplicemente all'olio evo e sale rosso delle Hawaii o ancora semplicemnete al rosmarino)
- perché la carne servita è tutta di Angus ed è  scelta fra i migliori allevamenti del Sudamerica. Inoltre è Grass fed che significa letteralmente “nutrito a erba” (quindi bovini allevati con un sistema di crescita che permette loro di restare al pascolo per l’intero ciclo di vita, dalla nascita alla macellazione)
- perché sono presenti anche proposte di pesce (orata, spigola, gamberoni)
- perché il pesce è tutto freschissimo, comprato in giornata
- perché anche i dolci sono fatti in casa: dal Tiramisù preparato al momento con Scaglie di Fondente e Fragole alla Cheesecake (qui chiamata Torta di formaggio) servita con pezzi di frutta tagliata al momento e realizzata senza zuccheri raffinati o  il Tortino di Cioccolato (cotto al momento)

L'attenzione ai dettagli
- perché da Note di Cucina ci si sente a casa e si è sempre i protagonisti
- perché a Massimo piace dire: "Io non ho clienti a tavola, ma amici". Infatti lui è sempre presente in sala e adora chiacchierare, consigliare, raccontare
- perché l'attenzione al dettaglio è sempre massima: per questo la qualità delle materie prime è sempre al primo posto 
- perché le materie prime alla base di tutti i piatti sono le migliori
- perché quando la materia prima è d'eccellenza, un piatto, anche semplice, ha in sè la perfezione
- perché tante sono le denominazioni utilizzate per la realizzazione dei piatti: dai fromaggi e salumi DOP e IGP all'Aceto Balsamico di Modena IGP, alla Zucca mantovana...
- perché ogni piatto viene preparato con semplicità ma con i migliori ingredienti, rispettando i tempi di preparazione necessari per far emergere i sapori di ogni pietanza
- perché da Note di Cucina le esigenze del cliente vengono poste sempre al primo posto
- perché ci si sente a casa e, come a casa, massima è l'attenzione verso le intolleranze o le allergie (per questo sono presenti anche proposte vegane, vegetariane, senza lattosio o per celiaci)
- per l'offerta del pranzo: non cambia la qualità nè la quantità e si offrono menù da 11 euro con pasta fresca, secondo e contorno (oppure solo primo - sempre abbondante - a 8 euro e secondo e contorno a 8 euro)
- perché anche non sprecare è importante: di ogni varietà di prodotto se ne acquista o se ne produce la giusta quantità, per garantire la massima genuinità di ogni materia prima
- perché anche il vino completa un'esperienza culinaria unica
- perché i vini scelti sono simbolo dell'eccellenza italiana: sono presenti in carta una quindicina di rossi e di bianchi premiati dalle migliori guide enogastronomiche

Come a casa: ogni occasione è buona per ritrovarsi e far festa 
- per i menù speciali per le cene aziendali
- perché è il luogo ideale per una cena tra amici o colleghi: oltre al menù alla carta si propongono menù completi ad hoc che accontentino tutti i gusti, al costo di 32 euro
- perché il ristorante, soprattutto nella bella stagione, è il luogo ideale anche per le feste private: cresime, battesime, comunioni, lauree ma anche compleanni e matrimoni 
- perché l'attenzione è sempre massima, anche in gruppo. La cucina è in grado di gestire nei gruppi anche gli ospiti che seguono particolari regimi alimentari o affetti da allergie e intolleranze alimentari
- perché è anche un locale adatto alle famiglie: qui possono trovare non solo seggioloni, ma anche giochi e matite (ed i bimbi piccoli sono ospiti!)

Il giardino d'inverno
- per il nuovo giardino d'inverno, un'area chiusa riscaldata che si affaccia direttamente sulla terrazza, creata in bambù e vetro
- perché di giorno si ha la possibilità di pranzare come in terrazza, nella sua luminosità e nei suoi ampi spazi, anche d'inverno
- perché, anche a cena, il giardino d'inverno è un'area protetta, appartata e romantica, una prosecuzione del ristorante che mantiene il suo stesso ambiente e la sua stessa identica atmosfera
 

  • RECENSIONE

ALTRO SU 2NIGHT

×