Il carnevale in Basilicata è speciale per via dei nostri dolci tradizionali

Pubblicato il 8 febbraio 2024

Il carnevale in Basilicata è speciale per via dei nostri dolci tradizionali

Il carnevale è, ormai, alle porte e tra coriandoli, parrucche e trombette, non potrà mancare la pausa dedicata al dolce. Perché, si sa, a carnevale non vale solo ogni scherzo, ma anche ogni gustosa leccornia. Se vi trovate in Basilicata, poi, e, in particolare, a Matera, sappiate che ci sono alcune ricette considerate immancabili durante il periodo del Carnevale. Si parla delle “chiacchiere” (‘U chiocchjr, detto nel dialetto del posto), dei taralli al naspro, del sanguinaccio e delle gustosissime zeppole. Ma andiamo a conoscerli nel dettaglio.

Le chiacchiere e i taralli al naspro

Il nome di questo dolce pare che derivi da un pasticcere napoletano che desiderava allietare i pomeriggi della sua regina, mentre chiacchierava con le amiche, servendole un dolce che fosse gustoso e irresistibile. Le Chiacchiere sono dei ritagli irregolari dai bordi frastagliati di una pasta i cui ingredienti principali sono farina, uova, e zucchero, aroma di limone, vino bianco o qualche liquore. Rigorosamente fritte e poi coperte con una bella spolverata di zucchero a velo. Come delle patatine, una tira l’altra e sono davvero irresistibili!


Una valida alternativa alle Chiacchiere, poi, sono i taralli al naspro. Molto carini anche dal punto di vista estetico, sono dei veri e propri taralli dolci all’anice, che prendono il nome dal naspro, ossia una bianca glassa al gusto di limone di cui sono interamente ricoperti. A differenza delle Chiacchiere, i taralli non vengono fritti, ma cotti nel forno e, in realtà, seppur siano considerati un tipico dolce di Carnevale, nei forni lucani si possono trovare anche tutto l’anno.

Il sanguinaccio

Non fatevi impressionare dal nome… O forse sì, perché, in questo dolce, il sangue c’entra per davvero. Magari alcuni di voi lo conoscono per via di alcuni film, ma, in sostanza, si tratta di una crema al cioccolato, cannella, latte e mandorle tostate. Il tutto, poi, viene aromatizzato con sangue fresco di maiale, dato che, appunto, il Carnevale era la festività durante la quale si uccideva il maiale e del quale non si gettava via proprio nulla (incluso il sangue). Nell’entroterra lucano, soprattutto, la tradizione di questo dolce è ancora viva, nonostante, ad oggi, la vendita e l’utilizzo del sangue di maiale sono vietati per legge. Tuttavia, continua a rimanere uno dei dolci tipici del Carnevale e della regione.

Zeppole fritte e al forno


Sin da quando sono piccola, il dolce che più di tutti ho sempre associato al Carnevale è proprio lei… la Zeppola. Calda, profumata e ricoperta di zucchero, come ogni dolce di Carnevale che si rispetti. Le zeppole sono realizzate con impasto a base di patate lesse che ricorda molto quelle delle “graffe”. Ma di distinguono per la loro forma particolare a fiocco che ricorda un po’ i taralli. Alcuni le friggono, altri le cuociono al forno, altri ancora le rendono ancora più golose farcendole con della crema pasticcera, ma, in ogni caso, rimangono sempre una delle cose più golose che potrete mai gustare in Basilicata nel periodo di Carnevale.

A Carnevale ogni fritto vale


Se desiderate assaggiare una di queste coccole appena elencate, che profumi di fritture golose e di zucchero a velo, allora il Caffè Schiuma è il posto che fa per voi. La cortesia è un elemento imprescindibile di questo lounge bar e, soprattutto, è compresa nel servizio. Si entra imbronciati, in lite con la vita e con il proprio lavoro, e se ne esce rinvigoriti e con una carica di dolce ottimismo. Da sempre sinonimo di affidabilità e cortesia, il suo personale è un grande valore aggiunto per il bar che fa anche dell’ottima pasticceria, da accostare alla caffetteria. Dopo aver bevuto un caldo cappuccino, accompagnato da una chiacchiera friabile, di sicuro, la vita vi apparirà sotto tutt’altra veste.
Via T. Stigliani, 92 - Matera. Tel. 0835334283

La maestria della pasticceria


La gentilezza è l’anima che si nasconde nella crema di un dolce ben fatto e, presso la pasticceria Cristally di Zucchero, ne potrete trovare davvero tanta. In pieno centro della città, rifocillatevi con i loro dolci, che tanto si adattano in base alla stagionalità e alle feste, sia nazionali che cittadine. In ogni caso, la varietà per gusti e colori vi farà venire l’acquolina in bocca perché, si sa, i dolci possono davvero cambiare una giornata andata male. Provate, quindi, le corpose zeppole, gli svariati bignè, o una morbidissima tetta della monaca. In più, Cristally di Zucchero si propone, in città, come pasticceria d’asporto e crea torte d’autore su ordinazione, personalizzandole in base ai gusti del festeggiato, quale che sia l’occasione. Premiata, nel 2022, come una delle eccellenze agroalimentare della nazione e, in particolare, della Lucania, saprete per certo di star gustando un prodotto sano, autentico, goloso e bello da vedere (perché anche gli occhi vogliono la loro parte).
Via Ascanio Persio, 32 – Matera. Tel. 0835685076

Un dolce aperitivo


“Perché le cose semplici e buone ti entrano dritte nell’anima e te l’addolciscono”, così si presenta Dulcis in Fundo, un’attività dedicata ad aperitivi, dolci e caffè, che rende omaggio ai sapori genuini di una volta, all’insegna di materie prime dal gusto autentico e di qualità. Nel cuore dei Sassi e con un panorama da mozzare il fiato, la missione dei gestori è quella di soddisfare le esigenze culinarie di ogni cliente, adattandosi ai vari momenti della giornata. Insomma, Dulcis in Fundo è quel cantuccio che saprà accogliervi e sorridervi, offrendo una delle zeppole più buone della città. Non fatevi mancare, poi, il giusto accompagnamento, quella cioccolata calda che sa tanto del profumo dello zucchero e del burro caldo. L’inverno è davvero la stagione più dolce che ci sia.
Via Sant’Angelo, 27 – Matera. Tel. 3293146320

Gli specialisti del gusto artigianale


Il settore della pasticceria e gelateria, come si sa, richiede anche il giusto impegno nel conoscere i gusti della clientela. La pasticceria Fortunello, in particolare, ha fatto di questa ricerca una missione, impegnandosi per sapere cosa e quanto produrre per soddisfare al meglio le richieste di ogni tipologia di cliente. Avvalendosi di ingredienti al 100% naturali, questa pasticceria ha saputo costruirsi un proprio nome e una propria fama in città grazie, soprattutto, alle sue specialità, dal croccante cannolo, al più classico Sospiro, sino ad arrivare al the best of, ossia la “tetta della monaca”, un soffice involucro di Pan di Spagna, ripiena di chantilly al pistacchio, al cioccolato, mascarpone e cioccolato Bianco, crema di nocciola o limone. Tanti gusti, insomma, ma un’unica, vera e autentica bontà che, a Carnevale, si veste anche di altro. Provate, qui, le fragranti chiacchiere, accompagnare, magari, da una corposa cioccolata calda, oppure anche quelle indimenticabili zeppole ripiene di crema pasticcera. Ci ritornerete sicuramente!
Via Lucana, 151 – Matera. Tel. 0835680246
 
 
La foto di copertina è tratta dalla pagina facebook del locale citato "Fortunello".
Le foto interne sono tratte dalle pagine faceboo dei locali citati.

 

  • SWEET HOUR
  • CARNEVALE

scritto da:

Paola Montemurro

Sono un po' nerd e un po' romantica. Se in una discussione vengono fuori i nomi di Darth Vader e Jane Austen, torno a casa appagata. La scrittura è il mio pane quotidiano e i fogli bianchi sono tutto ciò che chiedo per sorridere ed essere felice.

POTREBBE INTERESSARTI:

10 giardini molto belli da visitare per i ponti di primavera

Cura maniacale, specie rare, colorazioni stupefacenti in ogni periodo dell'anno.

LEGGI.
×