I miei 3 ristoranti spagnoli preferiti a Roma

Pubblicato il: 29 luglio 2014

I miei 3 ristoranti spagnoli preferiti a Roma

Come fai a non mare una cucina che unisce i piaceri dei salumi come il Patanegra, a quelli del mare come il Pulpo a la gallega, oppure la mitica paella valenciana o catalana? I ristoranti spagnoli di Roma non sono poi così tanti, ma ce ne sono alcuni che ricordano davvero i sapori originali della “tierra iberica” per eccellenza.

Personalmente, se proprio dovessi scegliere, direi di mangiare sempre e comunque: pulpo a la gallega, tortillas di patate, jamon e paella valenciana. Ma forse sono un po' troppo fissato.

In centro


Tapaloca è uno dei locali più frequentati nei pressi di piazza Navona. In questo angolo di Spagna ne cuore di Roma c'è un'atmosfera calda e divertente, ma anche in cucina ci fanno fare. Inutile dire che le tapas, da queste parti, sono un must imperdibile... ce ne sono davvero per tutti i gusti.

In giro per Roma


El Patio è il ristorante spagnolo più longevo della capitale, aperto dal lontano 1963 e sempre in cima alle preferenze dei romani che amano la paella, il jamon e tutte le delicatezze di quella cucina. In programma anche serate con Flamenco ed eventi a tema per avvicinarsi alla cultura ed alla musica spagnola.

Fuori dal raccordo


Nel verde dell'Infernetto c'è un piccolo ed accogliente ristorante dedicato ai sapori più autentici della Spagna. Sidra Libre si ispira alla bevanda alcolica ottenuta dalla fermentazione delle mele, ma offre una buona panoramica sulla cucina spagnola. Cocido madrileno, tapas per tutti i gusti (deliziosi tutti i pinchos) e una fantastico pollo asado a la sidra sono assolutamente da provare almeno una volta nella vita.

Vuoi rimanere aggiornato sugli eventi e sui locali di Roma? Allora iscriviti alla newsletter

  • MAGAZINE
  • CENA
  • EAT&DRINK

scritto da:

Siddharta Rumma

In principio fu il cinema, ma, dopo averlo studiato all'università ed essermi avvicinato al fantastico mondo della celluloide, sono stato travolto dal clubbing, dalla musica elettronica e da 2night... Tra un articolo ed un dj-set, la ricerca del nuovo ristorante o del bar di tendenza occupa il mio tempo libero.

POTREBBE INTERESSARTI:

Te lo racconto io lo yoga. Wanderlust 108, ovvero come ho trovato la mia dimensione, divertendomi

L’unico Mindful Triathlon al Mondo. Cinque chilometri da percorrere correndo o camminando, una sessione di yoga e una di meditazione guidata.

LEGGI.
×