Feste, fiere e sagre di fine estate a Brescia e dintorni

Pubblicato il: 21 settembre

Feste, fiere e sagre di fine estate a Brescia e dintorni

Gli appuntamenti a tema enogastronomico da non perdere

Non c’è periodo migliore di settembre e ottobre per andare alla scoperta del variegato e variopinto mondo delle sagre e delle feste di paese, riportando alla nostra memoria quei saperi e sapori unici, legati alla bontà di una tradizione antica e forte, basata generalmente sulle risorse alimentari. Andando a spasso per la provincia di Brescia non è difficile imbattersi in queste manifestazioni, capaci più che mai di portare la gente fuori casa alla riscoperta di tradizioni dimenticate e di autentici spaccati di vita quotidiana che contribuiscono alla conservazione della memoria collettiva. Allo stesso modo, molto interessante anche il focus sulle cucine regionali da provare in città.

Fiera del Casoncello di Barbariga

dal 27 al 30 settembre


Giunta alla 15esima edizione, la fiera del Casoncello Bresciano a Barbariga nasce dall’idea di promuovere la Denominazione Comunale di Origine (DE.CO) dell’apprezzatissimo casoncello bresciano, tutelato tra l’altro da un apposito disciplinare. La festa, che attira ogni anno migliaia di visitatori da tutta la provincia, se da un lato ha lo scopo di valorizzare un prodotto gastronomico tipico, dall’altro vuole creare momenti di aggregazione, svago e solidarietà, con importanti attrazioni anche per gli amanti del mondo dei motori: attesissimo il tradizionale raduno di appassionati di Harley Davidson, ma anche quello di auto storiche del “gruppo Quinzano d’Oglio”. E poi si continua con serate danzanti, animazione per i più piccoli e una gara nazionale di Morra.

Festa del fungo e della castagna

Dal 28 al 30 settembre


Anche quest’anno, come da 68 anni a questa parte, Pisogne si prepara a salutare l’autunno con la grande festa del fungo e della castagna. La manifestazione si apre venerdì 28 alle ore 21, con uno spettacolo dialettale dal titolo “Go na fiola bela, ma bela bé” di Valerio Di Piramo - Compagnia Teatrale Aocacc de hsu' di Zone; si prosegue poi il giorno seguente con la consueta mostra mercato, la distribuzione delle caldarroste, i balli country e un concerto dedicato a Sanremo, un viaggio musicale attraverso le più belle canzoni del Festival. Domenica 30 settembre, invece, in programma uno swing show con acrobazie su palo cinese e uno spettacolo comico con la partecipazione di Cristiano Militello.

Settembre Inzinese

Fino al 13 ottobre


Continua sull’onda del successo la rassegna di settembre della Val Trompia che ruota attorno alla tradizione religiosa della Festa della Madonna e che mette in scena anche arte, folklore, cultura, enogastronomia, sport e solidarietà. Una festa che impegna l’intera e operosa comunità locale in una serie di eventi distribuiti lungo tutto il mese di settembre e le prime due settimane di ottobre (chiusura prevista per il 13 di ottobre). Organizzato, come sempre, dall’Associazione Madonna del Castello, con il patrocinio della Comunità Montana di Valle Trompia, della città di Gardone e della Provincia di Brescia, il settembre Inzinese mira a “fare comunità”: oltre alla conferma dello spirito di fede e devozione che pervade l’intera società, questo appuntamento è un pretesto per stare insieme, per riunire famiglie, gruppi e paesi. Un rito apprezzato e seguito da un pubblico numeroso ed entusiasta, che viene a segnare la fine dell’estate e l’inizio dell’autunno.

Sagra del tartufo a Tignale

Dal 28 al 30 settembre e dal 6 al 7 ottobre


Per gli amanti del prezioso fungo ipogeo, a Tignale sono in arrivo i tradizionali due weekend di sagra dedicata al tartufo nero. Una manifestazione che da tradizione segna in calendario l’arrivo dell’autunno nell’Alto Garda e che come di consueto si svolge nel piazzale delle Ginestre, dove nell’ambito della mostra mercato trovano spazio diversi stand in cui degustare e acquistare specialità direttamente dai produttori. I visitatori potranno inoltre scoprire e conoscere l’inaspettato tesoro di queste terre anche attraverso escursioni guidate alla ricerca del tartufo e presso un temporary restaurant che proporrà deliziosi menù a tema.

Profumi di Mosto

Domenica 7 ottobre


Si rinnova come ogni anno l’appuntamento di fine vendemmia sulla riviera del Garda bresciano, ormai tradizionale circuito enogastronomico nelle cantine della Valtènesi arrivato al traguardo della 17esima edizione. Saranno 20 le aziende del comprensorio che, dalle 11 alle 18 di domenica 7 ottobre, apriranno le porte ad appassionati, visitatori e winelover di ogni età, per una domenica alla scoperta delle atmosfere suggestive dell’autunno gardesano e di una vendemmia molto positiva. Le cantine partecipanti sono state suddivise in tre itinerari articolati fra le colline moreniche del Garda, tra Pozzolengo e San Felice del Benaco, attraverso i comuni dell'entroterra come Calvagese, Bedizzole e Puegnago e quelli rivieraschi come Moniga, Manerba, Padenghe. Anche quest’anno ogni cantina proporrà in degustazione i vini prodotti in prevalenza con uve del vitigno autoctono Groppello, dal Chiaretto ai rossi, abbinati a piatti della tradizione gastronomica bresciana. Per la prima volta, inoltre, alcune cantine daranno la possibilità di degustare il San Martino della Battaglia, un bianco prodotto con uve Tuchì, una vera chicca da riscoprire.

Franciacorta in bianco

Dal 12 al 14 ottobre


Manca ormai pochissimo all’appuntamento dedicato a sua maestà il formaggio, protagonista della tre giorni di Castegnato, giunta quest’anno alla XXIII edizione, che si propone di ritornare alle sue radici e al motivo per cui è nata: mettere in mostra (e in vendita) i prodotti lattiero caseari al ritorno delle mandrie dalla transumanza estiva. Un rito antico che ricorda come, nella storia del cibo italiano, in particolare per i formaggi, i mercati siano stati centrali per l’identità del prodotto. Tra le novità della rassegna, che sarà ospitata al Polo Fieristico di Castegnato (Bs), ci sarà dunque un’area dedicata alle malghe, che racconteranno, con i loro prodotti ma anche con foto e filmati, le principali valli dei formaggi bresciani, dalla Val Camonica, alla Val Trompia fino alla Val Sabbia. E poi non mancheranno gli eventi, con un ricco calendario dedicato a bambini, alle scuole alberghiere e a tutti i partecipanti.

Lo spiedo scoppiettando

Dal 27 settembre al 6 dicembre


In arrivo anche la nona edizione della brescianissima rassegna “lo spiedo scoppiettando”, un evento organizzato dal comune di Gussago - tutti i giovedì - da fine settembre a inizio dicembre, che permette di degustare oltre all’ineguagliabile spiedo a marchio De.Co sapientemente preparato dai ristoranti aderenti, anche le migliori etichette dei vini provenienti dalle ridenti colline gussaghesi e le grappe di Antiche Distillerie. Un’iniziativa che si è rivelata una grande opportunità di far conoscere i gusti e i sapori di una tradizione, che diventa inevitabilmente il biglietto da visita del nostro territorio e che afferma con orgoglio una cultura che affonda le sue radici in epoche lontane.

Fiera del fungo chiodino

Dal 26 al 28 ottobre


Dello, in provincia di Brescia, da venerdì 26 a domenica 28 ottobre si rinnova l’appuntamento con la Sagra del Fungo Chiodino,  un’occasione imperdibile per scoprire la gastronomia locale a base di funghi chiodini, i protagonisti della fiera, insieme a tante altre specialità. Oltre al tradizionale stand gastronomico con piatti tipici del luogo, accompagnati da funghi chiodini cucinati secondo le più gustose ricette, a cura del Gruppo Alpini, una mostra mercato dove sarà possibile trovare prodotti locali, tra cui fungo chiodino, castagne, zucche, vini, formaggi e tanto altro. A corollario, infine, anche altri appuntamenti, tra cui laboratori artistici, di cucina, intrattenimento per i più piccoli e ovviamente tanta musica.
 
Immagine di copertina tratta dalla pagina fb di Fiera del Casoncello di Barbariga

Per rimanere sempre aggiornato iscriviti alla newsletter di 2night

  • ANDARE PER BORGHI
  • SAGRA
  • TURISMO

scritto da:

Laura Sorlini

Vanta un’esperienza giornalistica competente e versatile maturata in anni di redazione. Appassionata di enogastronomia e turismo e sommelier, è alla continua ricerca di aspetti ed eventi da raccontare nelle rubriche che cura periodicamente per alcune delle più autorevoli riviste di settore.

POTREBBE INTERESSARTI:

​Dove il tempo si è fermato: i 10 borghi più belli d'Italia e da visitare questa estate

Nord, sud, centro e isole. Sono angoli della nostra penisola inesplorati o estranei al turismo di massa.

LEGGI.
×